Progetto impianto irrigazione

Generalità

Oggi giorno quasi tutti hanno delle case che offrono la possibilità di poter far sviluppare al suo lato esterno un bel giardino con tanti fiori e tante piante che non faranno altro che aumentare la loro bellezza rendendo molto migliore anche la casa stessa. Per poter avere sempre un buon giardino è bene che si scelgano sempre in modo giusto le piante che si devono interrare al suo interno e questa scelta deve essere ovviamente effettuata in base alla posizione della casa e di conseguenza a quanta luce è ombra quindi bviene offerta, ogni pianta infatti, proprio per questo ha bisogno di diversi fattori a cui la persona che la sceglie deve assolutamente badare per far stare il tutto sempre in buone condizioni. Per far si che le piante stesse siano sempre fresche e vive è importante acquistare dei buon impianti di irrigazioni. Questi impianti di irrigazione possono essere scelti in base alle diverse esigenze dei proprietari stessi che dovranno occuparsene. Possono infatti essere manuali e quindi ogni volta deve occuparsene qualcuno senza ovviamente mai dimenticarsi poiché tutto poi andrebbe a rovinarsi. È bene che questa scelta sia fatta da chi ha parecchio tempo libero e non ha molte occupazioni in modo che può sempre averne cura. Per chi invece lavora ed ha poco tempo libero, che magari vuole gestire e occupare in modo diverso ci sono gli impianti automatici.
Un esempio di impianto di irrigazione


Progettazione di un impianto d'irrigazione

impianto interrato Questi ultimi appena accennati sono però quelli maggiormente scelti poiché non tutti vogliono avere continuamente il pensiero di irrigare sempre il giardino, in questo modo invece il tutto viene impostate ogni tempo preciso e parte tutto in automatico anche quando i propiatari sono a lavoro o perchè no anche in vacanza e quindi si ritrovano ad assentarsi per più tempo. Gli impianti di irrigazione sono di diverso genere e possono essere interrato, a goccia o fuori terra. Quello più scelto da questi accennati è quello interrato poiché tra quelli disponibili è quello più discreto, che può mimetizzarsi facilmente e che è fornito di un timer che può essere impostato per poi avviarsi sempre in automatico. Per fare in modo che venga effettuato sempre un buon lavoro è importante possedere anche un pozzo in modo che l'acqua è sempre a disposizione. Nel caso non si possiede un pozzo, quest'ultimo può essere costruito anche da una dittaz specializzata che si occupa di tutto senza incappare in incidenti di percorso. Ogni impianto di irrigazione ovviamente è a sé e deve essere predisposto in modo corretto e in base alle piante da irrigare.

  • Sorbo degli uccellatori

    Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l...
  • Mobili giardino

    Divano per esterni Il giardino è uno spazio verde non solo del quale prendersi cura, ma anche dal quale farsi accogliere per trascorrere nel confort e nel relax il proprio tempo libero, in una dimensione tranquilla e ri...
  • Tavoli da giardino

    Tavolo da giardino in legno Per un amante degli spazi all'aria aperta, il giardino non è solo un colorato angolo decorativo che introduce all'abitazione, ma è parte integrante dell'ambiente domestico nel quale vivere la propria ...
  • Ombrelloni da giardino

    Ombrellone da giardino Con una spesa contenuta e poche semplici operazioni, è possibile ricreare zone d'ombra in qualsiasi giardino e in qualsiasi momento della giornata, grazie alle infinite varietà di ombrelloni presenti ...


Disegno di un impianto

Esempio di impianto di irrigazione a goccia La progettazione dell'impianto è un qualcosa di molto delicato e che deve essere strutturato in modo da occupare le diverse zone del giardino in modo ecquo senza che l'una o l'altra possa avere più o meno acqua. Il percorso deve essere progettato prima di essere fatto e bisogna fare molta attenzione alla metratura di tutto il giardino, nel caso i metri vadano a superare i duecentocinquanta metri, a quel punto allora il giardino deve essere suddiviso in ben otto zone in modo che si vada a creare un quadrato perfetto. In base all'impianto di irrigazione scelto i procedimenti sono abbastanza differenti tra loro. Se si tratta dell'impianto di irrigazione fuori terra i tubi sono ben visibili e quindi dovrebbero essere effettuati dei procedimenti che vadano a nascondere il tutto, con l'impainto di irrigazione interrato tutto viene effettuatto al di sotto del terreno, in modo nascosto. Al momento della progettazione deve inoltre essere scelta una determinata pressione dell'acqua che dovrà andare a raggiungere una determinata distanza per irrigare in modo corretto.


Procedimenti

Per rendere i diversi precedimenti semplici, è importante segnalare il percorso che i diversi tubi dovranno percorrere, magari aiutandosi con dei paletti ben visibili fin la primo momento che si va ad iniziare. L'irrigazione dovrà essere sempre effettuata anche se magari ci sono poche piante poiché sarà sempre presente il prato che ovviamente proprio per questo dovrà comunque essere ben mantenuto, magari anche per accogliere delle future piante o futuri fiori che saranno ospitati all'interno del giardino che si possiede. La progettazione del proprio giardino può essere fatta in modo autonomo con determinati passaggi che magari anche per la poca esperienza si occuperà più tempo e si tenderà a fare questo per poter risparmiare molto di più ma il risultato finale poi sarà del tutto inaspettato, ovviamente per poter fare questo tipo di progettazione si dovrà anche avere molto tempo libero poiché non si dovrà certo stare banni e anni per poter creare un giardino.


La costruzione

Per chi vuole evitare tutto questo può essere anche incaricata del tutto una ditta specializzata che sarà chiamata a dover analizzare il giardino con la sua grandezza proporzionando il buonm lavoro con un buon costo che non vada ad essere poi troppo sproporzionato. Incaricando una ditta del tutto ovviamente il tempo da impiegare sarà molto meno e i risultati di tutta la progettazione riuscirà ad accontentare chinque, anche i più esigenti che magari vorranno accompagnare alla buona irrigazione del proprio giardino anche una buona estetica che faccia davvero sorprendere chinque lo vada poi a visitare. La realizzazzione del tutto ovviamente comporterà l'occupazione di un determinato tempo. Il primo passo per far si che si possa avere un buon risultato è di disegnare in scala la pianta del terreno conpreso di casa o di altri possibili elementi che possono essere presenti e quindi si devono rendere presenti all'interno della pianta. Ovviamente una volta che il tutto è stato disegnato bisogna iniziare ad abbozzare i primi attacchi di tubi che andranno poi a creare l'irrigazione per le possibili piante o prati che ci sono. Questo passaggio inoltre è davvero molto delicato e deve essere costruito con molta attenzione poiché se si fanno errori il tutto poi potrebbe andarsi a rispecchiare nel progetto finito includendo anche il montaggio.


L'importanza del posizionamento

impianto irrigazione L'impianto di irrigazione deve ovviamente essere costruito tenendo conto della luce che va ad attraversare il giardino e regolarsi quindi di conseguenza, facendo immettere una determinata quantità di acqua, solitamente se c'è molta presenza di luce determinata dal sole è consigliabile far immettere molta più acqua poiché quella che poi viene immessa subito si assorbirebbe data dalla presenza appunto della luce in modo che tutto resti sempre fresco. Nel caso invece in cui ci sono parti quasi sempre ombrate, allora in quel caso è meglio far immettere meno acqua poiché ombra e troppa acqua non farebbero altro che peggiorare ancora di più facendo poi appassire il tutto. Nel progetto quindi devono essere ben strutturati i diversi punti dove l'impianto di irrigazione deve essere costruito e una volta finito il tutto si decide quale quantità di acqua sid eve immettere nel terreno e soprattutto si può decidere, tramite ovviamente l'utilizzo del timer, quando avviare il funzionamento dell'intero impianto di irrigazione, magari anche quando non si è presenti in casa e si deve però comunque irrigare. Tutto questo lavoro può essere effettuto da soli ma per far si che tutto sia fatto nel modo giusto è meglio che si venga aiutati anche da alcuni esperti dell'ambiente che possono magari consigliare su quali impianti utilizzare e i punti precisi dove c'è ne è più bisogno e punti invece dove si deve immetere meno acqua.


La scelta del giusto impianto

impianto a goccia Per poter avere meglio in mente quale impianto utilizzare si può fare utilizzo anche di appositi cataloghi che riportano su di essi i diversi tipi di impeinti con le loro singole caratteristiche che aiutano a rendere il giardino sempre in buone condizioni. Per chi invece non riesce a trovare i cataloghi può fare delle approfondite ricerche anche su internet che al contrario dei cataloghi invece può essere anche ben aggiornato, all'interno del quale vengono inseriti sempre nuovi prodotti nel quale vengono inserite anche delle apposite descrizioni che aiuteranno anche i non esperti del settore a capire quali funzioni hanno determinati irrigatori e come poterli utilizzare al meglio. In questo modo magari, una volta che ci si va arecare al negozio, si può anche essere molto più preparati e sapersi muovere meglio con le idee e appoggiati magari dall'aiuto di esperti. Dopo accurate selezioni e decisioni poi si consiglia di riportare sul disegno del progetto il tipo di irrigatore che si è scelto in modo da aver meglio presente l'intera strutturazione di tutto il progetto che si vuole realizzare. Ovviamente i diversi irrigatori non danno sempre la stessa quantità di acqua e proprio per questo devono essere regolati in modo preciso e in modo che si possa dare sempre la stessa quantità di acqua senza che ci siano zone più irrigate o zone meno irrigate.


Progetto impianto irrigazione: La regolazione

Anche la stessa regolazione dell'acqua deve avvenire in modo attento e meticoloso e soprattutto bisogna ben informarsi della predisposizione precisa dell'acqua che si immette, infatti le immissioni di acqua variano molto tra loro, a volte dipende anche dalla presenza o meno di un pozzo poiché se è presente quest'ultimo c'è un'immissione di acqua molto maggiore rispetto ad altre immissioni di acqua presenti in commercio. Ovviamente per dare la stessa immissisone è importante che su un unica base siano presenti gli stessi impianti di irrigazione e non impianti diversi tra loro poiché a qul punto è quasi del tutto impossibile poter avere una stessa immissione di acqua. Se si vuole avere un impainto di irrigazione autonomo è importante acquistare alcuni strumenti che aiuteranno gli irrigatori stessi a funzionare nel migliore dei modi autonomamente. Per poter poi posizionare tutti i tubi all'interno del terreno si possono scavare delle buche di diversa misura all'interno del quale verrano immessi i tubi o i diversi impianti di irrigazione. Il consiglio maggiore però che si può dare è che se si possiede già un prato, e nella maggior parte dei casi è così, si possono creare delle zolle all'interno del terreno in modo preciso e meticoloso in modo che gli impianti vadano poi al suo interno in modo perfetto senza che ci siano poi dei possibili incidenti che farebbero poi rovinare tutto il lavoro che in precendenza si è svolto con tanta attenzione. Per tutto questo i prezzi sono molto vari tra loro e più si sale con i costi e più ovviamente si possiede un lavoro ben fatto con degli irrigatori ben funzionati che difficilmente daranno problemi. Insomma tutto il progetto deve essere fatto dall'inizio alla fine sempre con attenzione senza tralasciare mai nulla.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: