Pavimenti in legno

Arredamento di casa

Arredare una casa è un’operazione che meriterebbe di essere analizzata in più di un libro, tant’è che esistono delle università totalmente incentrate su questo argomento, predisponendo persino interi corsi di laurea. Queste sono altre prove, o indizi, di quanto l’arredamento delle case sia importante nella nostra società. Oltre alle figure professionali dell’arredamento da interni (spesso abilitate proprio dai corsi di laurea sopra citati), la normalità è che ognuno si arreda casa propria; non è né una battuta e né un detto popolare, bensì è la realtà delle cose: si compiono sovente enormi sacrifici per riuscire ad avere una cosa tutta propria, ed è molto difficile che dopo averla conquistata, si decidi di delegare ad altri la gioia, la possibilità di arredarla per farla combaciare perfettamente con la casa dei nostri sogni. Al di là di ciò che succede in certe “sfere” della società (nello specifico, le sfere più alte, dove troviamo attori di Hollywood, starlette, sportivi di alto calibro, gente dello spettacolo e simili), dove la moda prevede invece di cercare di accaparrarsi il più gettonato tra i designer d’interni del momento, la realtà umana e vera è quella della scelta personale e soggettiva di ogni parte della casa, in quanto nessuno può sapere meglio di noi cosa desideriamo da casa nostra e come vogliamo che sia.
pavimento legno.


Arredare gli interni

pavimento giardino. Una casa è, nel migliore dei casi, composta da una parte interna e da una esterna; la parte interna è costituita dalle stanze, ovvero dai locali in cui si vive per la stragrande maggioranza del tempo: la cucina, il salotto, la stanza da letto e quella dei bambini, il bagno. La parte esterna invece potrebbe essere costituita da un garage, oppure da un giardino, oppure da entrambe le cose; diciamo immediatamente che il garage, in quanto tale, non viene arredato ma viene lasciato abbastanza grezzo per evitare che poi il tutto si rovini a causa del posizionamento e della presenza di automobili e motocicli. L’arredamento degli interni è il classico arredamento di casa, sia perché tutte le case hanno le stanze (mentre non tutte hanno un giardino e/o un garage) e sia perché in effetti gli interni sono gli spazi dove viviamo e dove è chiaramente più importante che siano ben arredati. Ovviamente anche per questo ambiente interno esistono delle figure professionali specializzate, in particolar modo possiamo trovare dei designer che amano ispirarsi alle case dei vip o ad esempi che il cliente porta per poi creare un qualcosa che , alla fine, piaccia al design e poi forse al cliente. La realtà è quella però dei grandi centri commerciali, dei negozi svedesi di mobili e dei grandi mobilifici italiani, dove si va e si sceglie ciò che ci colpisce e che rientra nel budget stabilito a priori.

  • Pergolati in legno

    pergolato in legno Al giorno d’oggi sono sempre più le persone che desiderano possedere un giardino annesso alla propria casa; ovviamente questo desiderio fa parte delle caratteristiche che la casa dei propri sogni deve
  • Pergole in alluminio

    pergolato alluminio. Nei sogni di milioni di persone, se consideriamo soltanto l’Italia ma potremmo dire miliardi se parliamo a tutto il mondo, c’è sicuramente quel progetto di costruirsi una casa tutta propria in modo da
  • Pergolati Gazebo

    Pergolato Gazebo I pergolati gazebo sono prettamente acquistati e voluti da chi vuole arredare il suo giardino o la piscina che si possiede. Questi tipi di pergolati sono abbastanza grandi e servono ad arredare anche
  • Sorbo degli uccellatori

    Sorbus aucuparia Il Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia) appartiene alla famiglia delle Rosaceae e deve il suo nome al fatto che attraendo l’avifauna con le sue bacche, veniva piantato vicino agli impianti per l


Arredare gli esterni

Abbiamo già detto che per quanto riguarda gli esterni, il garage viene solitamente non arredato, per via del fatto che ciò non conviene alla luce dell’utilizzo del locale e della grande possibilità di veloce deterioramento degli arredi in esso posizionati. Deduciamo quindi che l’arredamento di spazi esterni sia fondamentalmente l’arredo di giardini; se possibile, in questo campo, nelle alte sfere mondiali esistono dei veri e propri miti, professionisti o presunti tali del settore che presentano delle parcelle esorbitanti per arredare i giardini di molte case importanti. C’è però da dire che in questo caso spesso si assiste a delle composizioni che potrebbero tranquillamente definite come opere d’arte, dato che il giardino si presta bene a diventare incantevole grazie alla possibilità di posizionare fontane, cascate, piante di ogni genere, luci notturne, fiori e tanto altro. Tornando ai giardini privati “comuni”, questa pratica è ancora meno utilizzata di quella dell’arredo di interni, data la maggior esclusività. Però spesso la ditta cui affidiamo l’incarico di costruire il giardino (con impianti, posizionamento terreno e pietre) unisce a ciò anche una specie di arredo, parlando col proprietario su cosa desidera, e relazionando questi voleri con le effettive necessità di posizionamento dei vari oggetti. Però, per coloro che hanno un po’ di manualità e quindi di dimestichezza con le operazioni, è possibile piano piano costruire il proprio giardino ed allo stesso tempo arredarlo, sempre facendosi aiutare dagli oramai diffusissimi e fornitissimi negozi di bricolage e fai da te, sempre capaci di suggerirci nuove idee.


Tipi di arredamento

arredo giardini. In linea generale, esistono due modi di arredare; essi sono entrambi fondamentali, ma a volte può capitare che qualcuno si dimentichi dell’uno e dell’altro, di entrambi in casi gravissimi. Giungendo al dunque, si può prevedere un arredamento estetico ed un arredamento funzionale. Le parole ci aiutano a capire il senso di questa classificazione: l’arredamento estetico è quella filosofia di arredamento che bada soprattutto al fatto che il risultato finale sia stilisticamente apprezzabile, mentre l’arredamento funzionale opta per una considerazione maggiore della funzione di ogni oggetto nella sua scelta e nel posizionamento nell’ambiente giardino. Manco a dirlo, la soluzione migliore è una italica via di mezzo tra le due cose, anche se a scelta personale è possibile preferire un caso all’altro; infatti non ha senso costruire o farsi costruire un giardino incantevole e bellissimo, che però risulta per esempio scomodo da innaffiare perché la pompa non ha la lunghezza giusta a coprire ogni angolo oppure se non abbiamo previsto gli irrigatori perché avrebbero rovinato il tutto, oppure ancora se non abbiamo fatto le stradine in pietra e quindi quando piove navighiamo nel fango. Allo stesso modo, anche se può essere meno fastidioso, è inutile fare un giardino perfettamente organizzato e funzionante, che però non soddisfi i gusti personali del padrone perché non concede nulla all’estetica.


La pavimentazione

Uno degli esempi che abbiamo fatto nel precedente paragrafo, dal titolo “tipi di arredamento”, cade proprio “a fagiuolo” nell’argomento di quest’altro paragrafo; ci riferiamo al caso di non prevedere dei sentieri in pietra in giardino, e trovarsi quindi a camminare nel fango in caso di pioggia. E’ semplice quindi pensare che una cosa da prevedere assolutamente durante l’arredamento di un giardino è la pavimentazione; che sia soltanto il posizionamento di qualche pietra per creare dei sentieri su cui camminare, o che si tratti di un lavoro molto più complesso e stilisticamente degno di noto come il parquet, non importa, perché l’importante in questo caso è far prevalere la funzionalità sull’estetica, almeno in un primo momento. Definita l’importanza di una pavimentazione anche minima in giardino, passiamo a vedere le possibilità di questo arredamento. Ci sono giardini che prevedono delle zone totalmente o parzialmente coperte, come per esempio una veranda, un pergolato o un gazebo; in questi casi è vivamente consigliata una pavimentazione, perché sia così si arriva a creare uno spazio molto ben gestibile e vivibile, e sia perché la copertura ostacolerebbe il sole ed impedirebbe al terreno di avere consistenza giusta e ricambio d’aria adeguato, sia in caso di pioggia e tempo umido che non. Però la pavimentazione può essere prevista anche per le zone scoperte, in quanto la ricerca tecnologica è giunta a trovare materiali perfettamente in grado di resistere alle intemperie ed al sole diretto, cioè di non alterarsi e di mantenere la sua funzione nonostante l’esposizione continua a tutti gli eventi atmosferici.


Pavimenti in legno

Uno dei materiali più utilizzati per le pavimentazioni da giardino è il legno; i motivi sono tanti e sono ricorrenti anche per altre utilizzazioni già citate, come per esempio i gazebo o i pergolati. Innanzitutto c’è la perfetta compatibilità tra il giardino ed il legno come materiale; in effetti esso è un materiale totalmente naturale perché derivato dal tronco di piante, e non potrebbe non essere così. Si tratta di una compatibilità estetica, perché proprio per via dell’origine naturale il legno no stonerà mai in nessuno giardino, e di una compatibilità funzionale, perché il legno ha proprietà straordinarie, migliorate poi dalla ricerca tecnologica. Per esempio, uno dei dubbi più grandi che sicuramente sarà venuto ai nostri attenti lettori è che il legno possa resistere nel tempo e soprattutto alle intemperie, in particolare all’umidità della pioggia ed al calore cocente del sole. Sono dubbi legittimi, però totalmente cancellati dalla ricerca, che ha individuato dei trattamenti a cui sottoporre il legno per modificare e quindi migliorare alcune determinate caratteristiche. Si tratta molto spesso di trattamenti superficiali, cioè di lavorazioni che modificano la struttura della superficie esterna del legno in modo da renderla circa invulnerabile alle scottature del sole oppure alla penetrazione dell’acqua piovana e dell’umidità in generale, perché in effetti ogni “attacco” che può rovinare il legno parte dalla sua superficie.


Stili e prezzi

La pavimentazione in legno per giardini può, come abbiamo già accennato, avere vari scopi; si va dal semplicissimo percorso tra le piante (una sorta di strada su cui camminare per il giardino senza sporcarsi eccessivamente) alla pavimentazione quasi totale (perché si deve lasciare sempre un po’ di terra libera alle piante) del giardino stesso. La via di mezzo, peraltro molto praticata, è la pavimentazione di passaggio, ovvero una pavimentazione graduale tra la casa ed il giardino, come a creare una zona di transizione. Ciò avviene solitamente quando i giardino è solo su un lato della casa, ma può essere fatta sempre e per dare un’idea è spesso accompagnato da un pergolato. I prezzi di una soluzione di pavimentazione per giardini varia in base a due parametri: la metratura di superficie ed il tipo di legno con cui costruirla. Infatti, oltre alle varie lavorazioni migliorative che influiscono sul prezzo, ciò che conta è la qualità di legno prescelta, sia per motivi estetici e sia per le qualità presenti di natura; per esempio ci sono i legni come il mogano, l’ebano che sono molto pregiati, e proprio per questo motivo non vengono utilizzati per esterni perché è davvero “sanguinoso” esporli ad intemperie. E’ chiaro poi che maggiore è la metratura e maggiore sarà il prezzo, circa proporzionalmente.


progettazione giardini : Pavimenti in legno per te

Scovare una soluzione che per l’arredamento del tuo giardino (e non solo) può risolvere contemporaneamente una serie di problemi e di situazioni irrisolte, non è certo impresa semplice. Quella che ti presentiamo oggi, tuttavia, può venire incontro ad una serie di esigenze e garantirti il valore aggiunto che hai da sempre ricercato per il tuo angolo verde.

Andando più nel particolare, con i pavimenti in legno potrai prima di tutto andare in fondo ad un elemento estremamente apprezzabile da un punto di vista estetico, senza dimenticare la possibilità di isolarti da fastidiosissimi rumori e la loro capacità di aumentare le temperature nel corso dei mesi invernali, o di abbassarle quanto invece arriva l’estate.



Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: