Cedrina - Lippia citriodora

Generalità

La cedrina, detta anche erba citrina o erba luigia, appartiene alla famiglia delle Verbenacee, al genere Lippia ed alla specie citriodora. È una pianta perenne, alta 1,5-2 m ed ampia 1-1,5 m, che assume un portamento arbustivo, le radici sono fibrose ed ancoranti; il fusto è legnoso, ramificato, eretto, con una corteccia verde da giovane e marrone in età adulta. Le foglie sono caduche, lunghe fino a 10 cm, lanceolate, affusolate, ellittiche, sessili, riunite in gruppi di 3-4 per nodo, verdi glauche, con bordi dentellati e contengono un olio essenziale con un profumo simile a quello del limone. I fiori sono piccoli, di color viola chiaro e riuniti in pannocchie all’apice degli steli; la fioritura avviene da giugno ad agosto, nei climi miti anche fino all’inizio dell’autunno. Il frutto è secco, contenente i piccoli semi nerastri. La parte di pianta utilizzata è costituita dalle foglie.
Foto di Cedrina

Nuovo Orto urbano GREENLAND speciale balconi 90x32x75 cm. Colore:blu lavanda

Prezzo: in offerta su Amazon a: 105€
(Risparmi 10€)


Clima e terreno

La cedrina preferisce i climi temperati caldi, necessita di temperature elevate durante il suo sviluppo. Negli ambienti in cui la temperatura scende sotto lo zero in inverno, se collocato in piena terra, è consigliabile effettuare una pacciamatura con foglie secche per proteggere le radici, mentre se è coltivata in vaso va posta in luoghi protetti dal freddo. Le esposizioni migliori sono gli ambienti in pieno sole, meglio se riparati dal vento. L’erba luigia predilige i terreni sciolti, freschi, profondi, fertili, leggeri, ben drenati e con un buon contenuto di sostanza organica, mentre rifugge i suoli compatti in quanto sono soggetti ai ristagni idrici. L’erba citrina è originaria del sud America, è molto diffusa nel bacino del Mediterraneo, cresce particolarmente bene nei pressi dei noccioli coltivati e di viti in abbandono, può spingersi fino a 800 m di altitudine, ai margini dei boschi, convivendo con lecci e viburni.

  • fiori lippia citriodora La Lippia citriodora, conosciuta anche come erba cedrina o erba Luigia, è oun'erba aromatica che ama i terreni umidi, ben drenati, quindi bisogna creare un sottofondo che non faccia ristagnare mai l'a...
  • Pianta di Cappero Il cappero appartiene alla famiglia delle Capparidacee, al genere Capparis ed alla specie spinosa, comprendente due sottospecie: rupestris, un arbusto alto 1,5-2 m con chioma fitta, foglie caduche e p...
  • Pianta di Pungitopo Il pungitopo appartiene alla famiglia delle Liliacee, al genere Ruscus ed alla specie aculeatus.È un arbusto sempreverde e perenne, alto fino ad 1 m, con un portamento cespuglioso, fusti robusti, er...
  • Foto del Rosmarino Il rosmarino appartiene alla famiglia delle Labiate, al genere Rosmarinus ed alla specie officinalis.È un arbusto perenne alto generalmente 1 m e largo anche più di 1,5 m, con un portamento cespugli...

Candele di citronella antizanzare diametro cm 11 Pezzi 12

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Propagazione

La cedrina si moltiplica per seme, per talea e per propaggine. La semina si effettua in una zona protetta con temperatura di 15 °C, la germinazione avviene tre settimane dopo; una volta che le piantine si sono formate vengono trapiantate in vasetti, e, trascorsi due anni sono pronte per la messa a dimora in piena terra. Il metodo per talea consiste nel prelevare delle porzioni di stelo a fine primavera oppure in estate e metterle a radicare in ambienti ombreggiati in un substrato di sabbia e torba, utilizzando anche delle polveri per favorire l’emissione delle radici; trascorso un anno le piantine sono pronte ad essere trapiantate. La propaggine consiste nel ricoprire un ramo ancora attaccato alla pianta madre con della terra al fine di favorire la radicazione della parte legnosa coperta dal terreno, questo metodo è poco impiegato perché l’erba citrina fatica ad emettere le radici.


Tecniche di coltivazione

L’erba luigia viene coltivata in vaso e nei giardini. Il trapianto viene eseguito a marzo, la distanza tra le file è di 1-2 m e sulla fila di 0,6-0,8 m, con un’eventuale densità compresa tra 6000 e 16000 piante/ha. Una coltivazione di cedrina può durare più di 15 anni. Con la potatura ci si limita ad eliminare le parti di pianta secche o malate ed a sfoltire la vegetazione in eccesso per favorire una maggior circolazione d’aria. La concimazione consiste nell’apportare del letame maturo prima del trapianto, alla ripresa vegetativa si distribuiscono azoto, fosforo e potassio, mentre nei mesi di giugno, luglio ed agosto va somministrato l’azoto; la produzione di olio essenziale è elevata se è presente lo zolfo nel terreno. La siccità estiva provoca la caduta delle foglie, per cui in questo periodo l’erba luigia va irrigata, intervenendo dopo la concimazione in modo da rendere disponibili i nutrienti per la pianta. La cedrina è una pianta poco soggetta ad attacchi di parassiti, tra i funghi si ricordano la ruggine ed i marciumi radicali, che si instaurano in condizioni di ristagni idrici del terreno.


Raccolta

Le foglie si raccolgono durante la crescita vegetativa, prima della fioritura, eliminando subito le foglie secche; vengono eseguiti due tagli l’anno, uno in piena estate e uno ad inizio autunno. Il taglio autunnale va effettuato più in basso rispetto a quello estivo, inoltre le foglie tagliate la mattina hanno un maggior contenuto in olio essenziale rispetto a quelle prelevate nel pomeriggio. L’essiccazione delle foglie avviene all’ombra, in seguito si conservano nei vasetti di vetro.


Cedrina - Lippia citriodora: Proprietà ed utilizzo

L'olio essenziale, estratto dalle foglie, è ricco di composti volatili quali geraniolo, citrale, limonene, e viene impiegato nell'industria dei profumi e dei saponi; possiede anche diverse proprietà terapeutiche, soprattutto digestive, antispasmodiche e diuretiche. Va tenuto conto che un utilizzo prolungato e regolare di questa essenza può provocare indigestione o mal di stomaco.

Le foglie fresche o essiccate sono utilizzate in cucina per la preparazione di liquori, infatti possono aromatizzate anche il limoncello. Le foglie possono anche servire per preparare infusi. In alcune cucine popolari è sfruttata per la preparazione di marmellate, macedonie, gelatine o gelati.


  • cedrina Originaria dell'America sud occidentale la Lippia citriodora (o Cedrina) comprende 120 specie di piante erbacee e arbust
    visita : cedrina
  • lippia citriodora La Lippia citriodora Kuntze, della famiglia delle Verbanacee, è una pianta che, se vengono sfregate le sue foglie, emana
    visita : lippia citriodora

COMMENTI SULL' ARTICOLO