Cumino dei prati - Carum carvi

Generalità

Il cumino dei prati, detto anche carvi o cumino tedesco, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Carum ed alla specie carvi. È una pianta erbacea biennale, alta 50-70 cm e larga 30 cm, con portamento eretto e con fusti lisci, sottili, cavi e ramificati alla base; le radici sono fittonanti, allungate, chiare e con uno spessore piuttosto grosso. Le foglie sono alterne, provviste di picciolo, profumate, lisce, finissime e presentano delle incisioni molto profonde. I fiori sono piccoli, di colore bianco o rosa, aggregati in infiorescenze dette ombrelle; la fioritura si verifica ad inizio estate, nei mesi di giugno e luglio. I frutti, detti anche semi, sono degli acheni di colore nero, costoluti, oblunghi, aromatici, con un sapore intenso e caratteristico; maturano in autunno. La parte della pianta maggiormente utilizzata è il seme, mentre le foglie e le radici si impiegano in minor misura.
Foto di Cumino

100 pc / sacchetto genuino! Cananga odorata, Ylang-Ylang Albero, contenitore o semi di piante di fiori al coperto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,91€


Clima e terreno

Il cumino dei prati preferisce i climi temperati, è in grado di resistere agli inverni piuttosto rigidi.

Le esposizioni migliori sono gli ambienti in pieno sole o leggermente ombreggiati. Il carvi predilige i terreni sciolti, fertili e ricchi di sostanza organica, ben drenati e leggermente calcarei, però vegeta bene anche su quelli argillosi e subacidi, mentre rifugge i suoli umidi e compatti in quanto soggetti ai ristagni idrici che possono provocare la morte della pianta. Il cumino tedesco cresce spontaneamente nelle zone alpine a partire da 1000 m fino ad oltre i 2000 m di altitudine, la coltivazione di questa specie è praticata prevalentemente nell’Europa centrale e l’Olanda è il principale produttore mondiale di carvi.


  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

100 semi Roots Curcuma Curcuma longa erba medicinale Spice * Facile crescere le piante Bonsai Semi Giardino Vasi Seme fresco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Semina

Il carvi si propaga per seme, la semina può avvenire in semenzaio ad inizio primavera per ottenere delle piantine da trapiantare qualche mese dopo, oppure si effettua direttamente in campo a fine primavera o all’inizio dell’autunno. I semi vengono posti ad almeno 2-3 cm di profondità nel terreno e germinano dopo 10-15 giorni. Una volta che le piantine hanno raggiunto un’altezza di 5 cm viene eseguito un diradamento atto a mantenere una distanza di 20-30 cm tra di esse, in modo da avere una densità di 15-25 piante/mq.


Tecniche di coltivazione

È consigliabile adottare ampi avvicendamenti, evitando di seminare sullo stesso terreno il cumino dei prati, oppure una coltura appartenente alla famiglia delle Ombrellifere, nei 4-5 anni successivi. Il controllo delle erbe infestanti si esegue effettuando delle sarchiature tra una fila e l’altra. Il cumino tedesco è una pianta esigente in fosforo, che va distribuito insieme al potassio, se poco presente nel terreno, durante la preparazione del letto di semina, mentre l’azoto si somministra all’impianto senza eccedere altrimenti le piante crescono molto rapidamente cadendo a terra in quanto non resistono ad agenti atmosferici come pioggia e vento. Generalmente la coltura non necessita di irrigazioni. La raccolta si effettua nei mesi di luglio ed agosto dell’anno successivo alla semina in quanto si tratta di una pianta biennale. Le ombrelle vengono tagliate quando cominciano a cadere i primi semi, in seguito si fanno essiccare posizionandole su un vassoio in ambiente riparato dalla luce, asciutto e con una buona circolazione d’aria; i frutti si conservano in sacchetti di carta.

Le foglie si raccolgono a partire dal mese successivo alla semina e vengono utilizzate fresche.

Il carvi è una pianta rustica, per cui è poco soggetta agli attacchi dei parassiti.


Proprietà

Dai semi del cumino tedesco viene estratto fino al 3-5 % di olio essenziale, che contiene una sostanza detta carvone, dotata di proprietà antisettiche, ed il limonene. Il carvi è considerata una vera e propria pianta medicinale, infatti svolge principalmente un’azione digestiva ed antispasmodica; viene impiegato in caso di indigestione, flatulenza, meteorismo, diarrea, coliche, crampi intestinali, ulcera gastrica, bronchite ed aumenta la secrezione del latte in fase di allattamento. Funziona inoltre come ottimo rinfrescante dell’alito e della bocca e come acqua di colonia, si utilizza nell’acqua calda per i bagni rinfrescanti e purificanti.


Cumino dei prati - Carum carvi: Utilizzo

L’aroma dei semi del cumino dei prati pungente, acidulo ed amarognolo, se utilizzati con frutta e verdura il sapore è simile a quello del limone. I semi si utilizzano come spezie soprattutto per la preparazione del pane di segale, altrimenti per aromatizzare biscotti, formaggi e minestre. Le carni grasse di maiale, oca e manzo risultano più facilmente digeribili se vengono insaporite con i semi del carvi, i quali attenuano l’odore dei cavoli durante la cottura. L’olio essenziale si impiega principalmente nell’industria dolciaria per la preparazione di grappe e liquori, tra i quali si ricorda il digestivo tedesco kummel. Le foglie fresche vengono integrate ad insalate miste e minestre, mentre le radici sono eduli e si prestano alla cottura come le verdure oppure si essiccano, riducendole in polvere.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO