Decotti

I decotti sono delle varianti erboristiche delle tisane. Sono, infatti, delle miscele di piante sciolte in un liquido portato in ebollizione ad alte temperature. Con il decotto, la miscela vegetale, detta anche fitocomplesso, bolle contestualmente all’acqua, si fa raffreddare e poi si beve tiepida o fredda. I decotti, in fitoterapia, si usano sia per fini curativi che per scopi cosmetici. L’uso dei decotti risale all’antica medicina popolare, ma oggi con i moderni metodi di estrazione dei principi attivi vegetali, i decotti sono meno diffusi.I decotti si configurano come un metodo molto antico di estrazione dei principi attivi vegetali. Il processo di ebollizione delle parti vegetali porta, infatti, al rilascio dei principi attivi della pianta direttamente in acqua. I decotti si usano per piante particolarmente dure e robuste, mentre non sono adatti per specie vegetali molto delicate o per piante aromatiche in quanto i principi attivi delle stesse subirebbero un processo di evaporazione rendendo totalmente inutile il preparato.La preparazione del decotto segue una regola tanto semplice quanto antica: le parti attive della pianta si aggiungono in acqua fredda da far bollire per 10, ... continua

Articoli su : Decotti


  • Decotto di mele

    Decotto di mela Per curarsi con i metodi naturali occorre ascoltare il proprio corpo e cominciare ad assumere i rimedi non appena si avvertano i primi sintomi, tenendo conto che i farmaci chimici eliminano i sintomi
  • Decotto di prezzemolo

    pianta prezzemolo Il prezzemolo è una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Ombrelliferae ed originaria de
  • Decotto rosmarino

    Decotto rosmarino Il rosmarino è una pianta aromatica che non può mai mancare nella cucina italiana: parte della veget
  • Decotto carciofo

    Decotto carciofo Se vuoi attenuare i disturbi legati alla cattiva digestione e depurare l'organismo, il decotto di carciofo può essere un valido aiuto.
  • Decotto betulla

    Decotto betulla La betulla è una pianta molto utilizzata in erboristeria: sottoforma di decotto può apportare divers
  • Decotto di alloro

    foglie alloro L’Alloro, il cui nome deriva dal latino “Laurus” che equivale a dire “nobile”, è una pianta aromati
  • Decotto di aglio

    Spicchi d'aglio L'aglio è da tutti riconosciuto come potente antiossidante e contro ogni infiammazione. Ingrediente basilare della cucina mediterranea, l'aglio è stato usato fin dall'antichità. Egizi e Romani lo rite
  • Decotto zenzero

    Decotto zenzero Lo zenzero è tradizionalmente noto ed utilizzato come spezia: in pochi forse sanno che può avere eff
  • Acqua e alloro

    La pianta di alloro L'alloro non serve solo per coronare la testa dei laureandi. Sin dall'antichità sono note le sue proprietà benefiche, tanto che tra gli scritti di Ippocrate vi sono riferimenti ben precisi circa i rim
  • Decotto di betulla

    Bosco di betulle Il decotto di betulla viene preparato con le foglie giovani della pianta. Di solito si ricorre all’aggiunta di succo di limone per conferirgli un aroma gradevole. È la caratteristica purificante delle
  • Decotto di camomilla

    fiori camomilla Appartenente alla famiglia delle Asteraceae, la camomilla è una piantina erbacea annuale diffusa in
  • Decotto di carote

    mazzo di carote Le proprietà naturali delle carote sono rinomate: il carotene, d'estate, ci aiuta ad abbronzarci uniformemente, prevenendo ustioni e scottature; mangiate crude, contribuiscono a placare i disturbi int
prosegui ... , 15 o 30 minuti in base al tipo di pianta utilizzata. L’acqua da usare deve essere potabile. In caso di eccessivo rilascio di parti volatili il decotto va filtrato e poi bevuto tiepido o freddo o in base alle indicazioni del medico erborista. Il decotto può anche essere usato dopo alcuni giorni. In tal caso si parla di macerazione che si realizza conservando la soluzione in un recipiente di vetro ben chiuso.I decotti si possono preparare con le parti di diverse piante officinali. Queste piante si trovano già miscelate in erboristeria. La soluzione liquida si otterrà, dunque, in casa, preparandola autonomamente e seguendo le istruzioni contenute all’interno della miscela vegetale acquistata. Per una maggiore efficacia del decotto bisogna seguire il rapporto di diluizione previsto in base al tipo di pianta usata. In genere si usa un rapporto di 6 parti di droga e 100 parti di decotto. Nella moderna fitoterapia i decotti sono poco usati per scopi terapeutici, in quanto l’ebollizione porta alla scomparsa dei principi attivi vegetali. Questi rimedi erboristici resistono, invece, nella pratica agricola. Alcuni decotti sembra, infatti, che combattano i parassiti delle piante. Tra questi ricordiamo i decotti di equiseto, assenzio amaro e quassia. Ulteriori informazioni sul tema, nella sezione del nostro sito.