Coltivazione kiwi

La coltivazione kiwi: quando annaffiare

La coltivazione del kiwi può essere fatta partendo da giovani esemplari acquistati in un negozio specializzato di giardinaggio. Il kiwi ama i climi adatti anche alla coltivazione degli agrumi, per cui è importante prendere la precauzione di evitare di esporlo a temperature troppo rigide. Per quanto riguarda l'apporto idrico, la coltivazione del kiwi prevede di non lasciare mai la pianta priva completamente di acqua. Molto spesso il kiwi viene posizionato a fianco ai muri, proprio per le sue caratteristiche rampicanti. In questo caso è probabile che anche le precipitazioni naturali non riescano a penetrare adeguatamente nel terreno alla base della pianta. Per cui, specialmente nei primi anni di vita è importante irrigare, in particolar modo nei periodi dell'anno caratterizzati da una prolungata siccità.
Kiwi in maturazione

Amazonas AZ-1075001 Amaca Miami Aqua

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,36€
(Risparmi 26,66€)


Come prendersi cura del kiwi

Sostegni artigianali per kiwi Nella coltivazione del kiwi si può partire dall'acquisto di una giovane pianta, facendoci consigliare sulla varietà che meglio si adatta al posto dove andremo a piantarlo. Con gli anni il kiwi avrà bisogno di cure minori resistendo bene all'alternanza delle stagioni. La pianta di pochi anni è preferibile ripararla dal freddo, specialmente se abitiamo in una zona caratterizzata da un clima particolarmente rigido. Se abbiamo lasciato il kiwi nel vaso possiamo semplicemente spostarlo all'arrivo dell'inverno, altrimenti possiamo coprirlo con un tessuto apposito, reperibile nei negozi di giardinaggio. Il fusto principale della pianta deve svilupparsi per il senso verticale mentre lateralmente si possono ramificare i germogli secondari. Per aumentare la produzione è raccomandabile potare durante l'estate la parte laterale.

  • Ramo di kiwi Il bisogno di acqua della pianta del kiwi è davvero elevato, questo soprattutto nella prima fase della crescita e per gli arbusti piantati recentemente. Presenta delle radici in superficie con un volu...
  • piante di kiwi Nella coltivazione del kiwi la preparazione del terreno riveste un ruolo fondamentale. Un terreno particolarmente umido, ben drenato ed a composizione neutra permetterà di ottenere dalla pianta i migl...
  • Il Frutto della actinidia chinensis L’actinidia appartiene alla famiglia delle Actinidiacee ed all’omonimo genere; le specie più importanti sono Actinidia chinensis, quella maggiormente coltivata, e Actinidia arguta, avente frutti picco...

1 PIANTA DI MELO ANNURCA ALBERO DA FRUTTO MATURA AD OTTOBRE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€


Concimazione e terreno del kiwi

Kiwi su supporti Il terreno dove andremo a piantare il nostro kiwi sarà stato preventivamente preparato ed arricchito. In primavera potremo intervenire con il letame maturo o con il compost naturale, semplicemente interrandolo in prossimità della base della pianta, ovviamente facendo attenzione a non danneggiare l'apparato radicale evitando di scavare vere e proprie buche. Il compost viene assorbito dal terreno anche mettendo sopra soltanto un po' di terra. Se la nostra giovane pianta di kiwi non facesse frutti non è detto che si tratti della mancata concimazione. Il kiwi necessita sia dell'esemplare maschile che di quello femminile per far avvenire l'impollinazione e la successiva produzione di frutti. Un solo maschio è in grado di svolgere il lavoro di impollinazione su 5 femmine. Il tipo di concime da dare è il letame ben maturo o il compost casalingo preventivamente preparato.


Coltivazione kiwi: Esposizione e malattie

Kiwi pronti per la raccolta Il kiwi è una pianta che ama il clima dove crescono gli agrumi. Non dovremo, quindi, far mancare la luce del sole. Anche nella sistemazione accanto a un muro per far arrampicare la pianta, è importante evitare di metterlo in una zona d'ombra. Il range di temperatura entro il quale il kiwi cresce senza particolari problemi va da 25°C in estate a -10°C d'inverno. Soprattutto la temperatura invernale non deve assolutamente scendere al di sotto di quel valore. Nella valutazione dell'esposizione va anche considerato che l'umidità del terreno andrebbe mantenuta ad un buon livello costante, almeno il 60%. Per cui potrebbe essere raccomandato considerare che i mesi di Luglio e Agosto, col caldo più intenso possono danneggiare la pianta. Bilanciando la buona esposizione al sole con il principio per cui non deve evaporare mai completamente l'acqua dal terreno, troveremo sicuramente la migliore collocazione all'interno del nostro orto o del giardino. Oltre all'attacco degli insetti come le cocciniglie, il kiwi è soggetto a malattie anche mortali per la pianta, dalla muffa grigia al tumore radicale. La migliore prevenzione è il rispetto delle giuste pratiche di coltivazione e irrigazione.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO