Torba

Cos'è la torba?

La torba è un materiale fibroso che si forma quando i muschi e altri elementi vegetali (erba, canne) sono in fase di decomposizione. La decomposizione della torba avviene in maniera lenta e in assenza di aria. Dal momento che il processo necessita di tempo, essa non è considerata come risorsa rinnovabile. I giardinieri la utilizzano principalmente come fertilizzante. Ha un pH acido, quindi non è molto adatta alle piante che amano un terreno alcalino. E’ ideale, invece, per coltivazioni come quella dei mirtilli e delle camelie. Una grande caratteristica della torba è la sua scarsa compattazione, quindi un’applicazione può durare anche diversi anni. In essa non ci sono microrganismi nocivi o semi di piante infestanti che si possono trovare invece negli altri composti. Si tratta di un’aggiunta importante nella maggior parte dei terricci, in quanto è in grado di trattenere l’umidità, che rilascia poi alle radici delle piante in base alle esigenze. Allo stesso tempo ha la capacità di mantenere molte sostanze nutritive in modo che non vengano perse dal terreno durante l’irrigazione.
Cumulo di torba

TORBA PER GIARDINAGGIO BIOLOGICA BRILL IN CONFEZIONE DA 80 LT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Alcuni vantaggi dell'utilizzo della torba

Estrazione della torba Le piante, per crescere sane e belle, necessitano di una serie di attenzioni e cure. In giardinaggio, un terreno ricco di sostanze nutritive assicura la nascita e lo sviluppo di fiori rigogliosi e un fogliame folto. Il modo migliore per migliorare il suolo è quello di aggiungere materiali come il compost o la torba. La torba migliora il drenaggio del terreno argilloso, e a trattenere l’acqua in terreni di tipo argilloso. Inoltre assicura un frequente ricambio d’aria tra le radici, a favore della salute della pianta. Nutrire e soddisfare le esigenze del terreno è la chiave per una coltivazione di successo. La torba è stata usata dai coltivatori e dai giardinieri fai da te a partire dalla metà del ventesimo secolo. Da sola non rende, ma deve essere miscelata con altri ingredienti per compensare il volume totale della miscela. Mista a sabbia e terriccio è diventata un popolare mezzo per una coltura di alta qualità. Gran parte del materiale morto proviene dal muschio di sfagno che cresce in ambienti chiamati torbiere.

  • La torba bionda La torba è un terriccio dall' aspetto spugnoso con una struttura grossolana. Si forma principalmente nelle zone paludose, dove è più facile che si accumulino residui vegetali, quali fogliame, arbusti,...
  • Terriccio_O1 Il terriccio rappresenta il terreno di coltura delle piante. Che siano in vaso, o a pieno campo, le piante mettono radici solo su terricci composti da una miscela di sostanze provenienti dal suolo ter...
  • Una pianta fiorita in vaso I fiori in vaso hanno bisogno di particolari cure per restare sempre freschi e vivaci. L'importante è sapere, a tal fine, che il loro terriccio tende ad impoverirsi molto velocemente: sarà necessario,...
  • Classiche zucchine verde scuro La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia botanica delle Cucurbitaceae. Ha portamento strisciante o rampicante ed i suoi frutti sono raccolti e consumati imm...

Jiffy Dischetti Di Torba Per Germinazione 100 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9€


Diversi tipi di torba

Palude di torba Ci sono differenti tipi di torba che si distinguono per la composizione e la qualità. Le caratteristiche della torba dipendono tra l'altro, dalla profondità da cui essa proviene, dal metodo di estrazione e dalle circostanze climatiche. Tra le più comuni, c’è la torba di sfagno o muschio, più semplicemente denominata torba bionda. Si tratta di un prodotto utilizzato dagli amanti del giardinaggio, in quanto costituiscono un ottimo aiuto per la coltivazione in vaso. Le piante cresciute con un terriccio a base di torba bionda, si sviluppano in condizioni ideali. Esse possono beneficiare di un ottimo drenaggio d’acqua e allo stesso tempo riescono a trattenere le sostanze nutritive di cui hanno bisogno. Più adatte a coltivazioni di serra, sono invece le torbe scure. Ogni tipologia di terriccio è miscelata con la torba che più gli si addice. Un suolo ricco di argilla necessita di un materiale abbastanza fine. Di contro, per un terreno sabbioso è indicata una torba più grossolana. In ogni caso, le caratteristiche che non devono mancare sono la fibrosità e l’umidità.


Torba: Processo di formazione della torba

Torba in combustione La torba si forma da materiale vegetale e animale in fase di decomposizione. Questo di solito si verifica in zone umide e con determinate condizioni acide e anaerobiche. Le torbiere sono ambienti acquosi e senza ossigeno. Le piante che si trasformano in torba sono quelle caratteristiche di una di palude, come muschi e arbusti. La torba essiccata può essere utilizzata come combustibile. Tradizionalmente,in diversi paesi, essa ha sostituito il legno per cucinare e riscaldarsi perché gli alberi non erano sempre prontamente disponibili. La torba secca brucia facilmente con una fiamma. Essa è fumosa e ha un odore caratteristico. La cenere è polverosa e leggera, fatta eccezione per le varietà che hanno un alto contenuto di sostanza inorganica. Oltre ad essere utilizzata per il riscaldamento domestico, è stata impiegata anche per produrre energia elettrica .



COMMENTI SULL' ARTICOLO