Impianto irrigazione

Dentro ognuno di noi c’è sicuramente forte il desiderio di possedere qualcosa, qualsiasi cosa che ci faccia sognare e ci permetta di vivere meglio parte della nostra giornata e della nostra vita. Molto spesso, soprattutto nella vita moderna, ciò succede con delle cose materiali; una volta non era così, perché c’era meno benessere (sembra quasi una frase “da nonno, ma effettivamente è così) e le persone si accontentavano di poche cose, anche magari della compagnia di una persona cara, per risollevarsi da un periodo difficile o anche per cambiare il verso di una giornata. Oggi, come abbiamo già detto, invece c’è quella particolare tendenza a vivere pensando che solo le cose materiali possano riuscire a risollevare la parte positiva della nostra vita. Torniamo per esempio a casa dopo il lavoro e ciò che cerchiamo è il beneficio datoci dal nostro programma in televisione preferito, ... continua

Articoli su : Impianto irrigazione


1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Elettrovalvole

    elettrovalvole In questa pagina, tutte le informazioni sulle caratterisriche ed il funzionamento delle elettrovalvole per irrigazione
  • Impianto Irrigazione a goccia

    Esempio di irrigazione a goccia L'impianto di irrigazione a goccia, favorisce un florido fiorire del vostro giardino, perché simula l'effetto della pioggia anche se in maniera artificiale.
  • Accessori irrigazione

    irrigatore con ruote Vuoi un giardino sempre rigoglioso, sano e bello da vedere? L'irrigazione è fondamentale per mantenere in forma le tue piante...scopri quale tipologia fa al caso tuo!
  • Gomiti

    gomiti4 In questa pagina, tutte le informazioni sulle giunture dei tubi irrigatori, ovvero i gomiti, sui modelli disponibili, sul loro montaggio e sul loro funzionamento
  • Impianto irrigazione fuori terra

    impianto fuori terra La soluzione per irrigare il giardino sono varie e ognuna presenta particolari vantaggi. Scopri perchè scegliere l'irrigazione fuori terra per il tuo spazio verde
  • Impianto irrigazione interrato

    impianto interrato Per chi si accinge a realizzare un giardino per la propria abitazione, è bene che prenda in considerazione l'irrigazione interrata. Pro e contro di questo particolare impianto
  • Laghetti d'acqua

    cascata in laghetto Possedere un laghetto d'acqua nel proprio giardino regala una sensazione di benessere, relax e tranquillità. Ecco come realizzarne uno in maniera semplice
  • Picchetti

    picchetti1 I picchetti sono strutture in grado di sorreggere l'impianto di irrigazione del tuo giardino. Scopri dove comprarli e le loro caratteristiche
  • Pozzetti

    pozzetto1 Tutto quello che occorre sapere sui pozzetti per l'impianto di irrigazione interrato: dove trovarli, come sceglierli e a cosa servono.
  • Progetto impianto irrigazione

    Un esempio di impianto di irrigazione Prima di mettere un impianto di irrigazione all'interno del vostro giardino, dovrete assolutamente farne prima un progetto, o quantomeno visionarne uno.
  • Gocciolatori

    funzionamento gocciolatore Avere un giardino a casa è una delle più grandi fortune che si possano avere nell’era moderna; esso
  • Impianti di irrigazione a goccia

    Tubi gocciolatori in un campo coltivato L'irrigazione a goccia è un metodo pratico e rispettoso dell'ambiente, in quanto invece di cospargere tutta l'area del giardino con le annaffiature, concentra l'irrigazione solo nelle zone del terreno
1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , oppure uscire e comprare qualsiasi cosa (la famosa mania dello shopping, cioè acquistare quasi compulsivamente per sentirsi bene e soddisfatti è quasi diventata una malattia ricorrente del nostro tempo) solo per sentirsi soddisfatti, oppure ancora di trovare piacere solo se si riesce a cenare nel ristorante più chic della zona. Sono cose che per alcune correnti di pensiero più normali risultano deplorevoli, però purtroppo soprattutto le moderne generazioni sono cresciute così sia dalla società che dai mezzi di comunicazione, sempre più potenti ed in grado di condizionare aspetti della nostra vita che nemmeno immaginiamo. Per fortuna, alcune persone trovano delle soddisfazioni e dei piaceri in cose pratiche, ma almeno queste cose pratiche non sono un puro dispendio di denaro o spreco di risorse; un esempio su tutte di questa caratteristica è quello della cura del giardino: pur essendo il giardino una cosa pratica e materiale, è ovvio che c’è una netta distinzione tra l’acquistare compulsivo ed il curare il giardino. Infatti, immergersi nel mondo naturale, o meglio nel nostro micromondo naturale, è sì un’esperienza materiale ma che coinvolge soprattutto la mente. E’ comprovato ormai che la vita moderna provoca dosi di stress grosse come valanghe, capaci di ingrigire e rendere impossibile da vivere anche una vita agiata e comunque non sacrificata, invece di ridursi in cose materiali che possono anche far male (su tutte, alcool e droghe, che sempre più spesso sono utilizzate per rigenerarsi dal troppo stress), è molto meglio per esempio dedicarsi alla cura del giardino di casa.La cura del giardino personale è una delle attività materiali che l’uomo ha per svagarsi dalle cose stressanti che ci attanagliano la vita migliori in assoluto, innanzitutto è salutare, poi è economico, richiede impegno e concentrazioni positivi, insomma è un vero toccasana. Già il fatto di trovarsi a contatto con la natura, con piante e fiori, con quanto di più naturale ci possa essere è una grande cosa, anche perché oramai la vita in natura è talmente sparita dalle nostre esistenze (anzi, è la natura ad essere sparita dal nostro mondo, sommersa com’è stata dall’asfalto e dalle costruzioni delle città) che ci siamo quasi dimenticati tutti i suoi benefici: ossigeno, attività fisica (anche questa sempre più inesistenze, dato che la sedentarietà ha preso il sopravvento, forse per colpa della troppa tecnologia?), svago, cambiamento di prospettiva, ritorno al passato (una vita nei campi oggi è strana come una vita in città di quaranta anni fa o anche meno) e tante tante altre cose. In poche parole, il mondo è talmente cambiato che gli influssi positivi di possedere un giardino personale anche piccolo vicino casa sono enormi ed irrinunciabili se vogliamo vivere con un certo benessere psicologico soprattutto la nostra vita. Ma come ci si prende cura del giardino?Prendersi cura del giardino di casa è un’attività molto salutare che richiede dell’impegno e delle attenzioni costanti; da un punto di vista economico il dispendio non è elevato, ma si tratta solo di allestirlo e poi tenerlo bene “in forma”. Diciamo che la parte più impegnativa e prolungata è quella del progetto, ovvero della fase iniziale comprensiva di scelta dei cambiamenti, disposizione delle risorse, pianificare la mappa e le situazioni richieste, trovare i corrispondenti oggetti pratici dei nostri desideri, valutarne il prezzo, acquistare e poi posizionarli. Questa è la fase più dura, perché si deve spremere tutto ciò che abbiamo nelle meningi per far corrispondere desideri e realtà; inoltre è anche la parte più dispendiosa praticamente in soldi, perché l’allestimento iniziale e sempre un qualcosa da cui partire da zero e quindi richiede varie mosse più consistenti. Comunque ci sono tanti modi per farlo, e la vita non è che ci rincorre quindi anche gli acquisti possono essere fatti poco alla volta ed a seconda delle varie esigenze che abbiamo. Una cosa da non dimenticare poi è quella della cura costante, ovvero del riuscire a gestire il giardino. Anche qui ci sono varie fasi e cose da rispettare; ad esempio è possibile fare solo la manutenzione (sostituire la pianta che si è seccata, curare la pianta che è un po’ malaticcia, sostituire il prato, un attrezzo rotto), c’è la manutenzione migliorativa (cambiare un oggetto per ammodernare l’aspetto complessivo con quindi un altro oggetto migliore e che i quel momento ci piace maggiormente), oppure c’è anche il ripensamento totale degli obiettivi e delle cose che vogliamo fare con il nostro giardino, come per esempio l’aggiunta di una piscina o di un grande barbecue fisso, che richiedono uno spazio adatto ma soprattutto un bell’investimento in termini economici. Comunque, oggi vogliamo parlare di un oggetto che ci aiuta a prenderci cura in maniera quasi professionale del nostro giardino. L’impianto di irrigazione è appunto un oggetto che alla maggior parte delle persone può sembrare eccessivamente professionale, ma così non è e vedremo perché.Nessuno di noi, sognando il giardino che un giorno avremo a casa, penserà mai che una cosa da mettere assolutamente sarà l’impianto di irrigazione. E’ una cosa talmente strana da risultare impossibile; infatti sono ancora pochi i giardini che ce l’hanno, anche se si tratta di un attrezzo molto molto utile. Per esempio, c’è da considerare che annaffiare il giardino può essere un’operazione molto lunga (dipendente sostanzialmente dalla grandezza ed stensione delle nostre proprietà), oppure nelle giornate di freddo può essere un qualcosa di eccessivamente rischioso per la salute data la prolungata esposizione agli agenti atmosferici. Queste sono solo due delle problematiche che un impianto di irrigazione può risolvere, perché anche se comporta una spesa economica è poi evidente che ci sarà un ritorno. Intanto possiamo dire che gli impianti di irrigazione molto spesso hanno un controllo numerico automatico, attraverso una centralina che permetta di preimpostare giorno ed ora della prossima irrigazione e quindi c’è un’attivazione automatica di tutto il necessario anche se per esempio non siamo in casa (bisognerebbe solo non togliere l’alimentazione di acqua al sistema anche se ci siamo allontanati di molto, operazione che in tanti fanno per motivi di sicurezza). Oppure ci sono anche altri impianti che riescono ad essere attivati a distanza, anche se quindi andiamo verso una grande sofisticazione del tutto; altri impianti invece richiedono la semplice apertura dell’alimentazione dell’acqua, cosa semplice e che non richiede grande esposizione al sole forte o al freddo intenso, essendo breve; dopo di questo, il sistema provvederà a tutto lui garantendo anche che ogni angolo del giardino sia irrigato, se ben progettato.Appunto, ma chi è che può ben progettare l’impianto? Innanzitutto dovremmo essere dei veri esperti per progettare noi l’impianto, in quanto dovremmo sai ben conoscere gli attrezzi che le esigenze di ogni pianta. Bene, magari le esigenze delle piante che possediamo le conosciamo, ma la cosa più difficile da sapere è quella di conoscere quali sono quei mezzi che possono permetterci di raggiungere il nostro scopo. Ad esempio, è cosa da tecnico specializzato sapere la potenza della pompa che può soddisfare tutta la planimetria dei tubi che abbiamo posizionato, così come è da tecnico la stessa operazione di posizionamento corretto dei tubi senza che ci siano blocchi o problemi durante l’attivazione. Altro? Certo, come per esempio qual è il materiale adatto ed in che ordine posizionare ogni tratto di tubo con quel materiale. Queste ed altre operazione richiedono sempre una profonda conoscenza del mestiere, e soprattutto tanta esperienza, perché le problematiche sono sempre diverse ed occorre averne sperimentate tante per non perderci eccessivo tempo sopra. Per tutti questi motivi, consigliamo vivamente di rivolgervi alle tante aziende che attraverso il passaparola oppure attraverso la rete internet è possibile trovare, sapendo che ci sono tante possibilità di preventivi e di scegliere le persone che più ci ispirano fiducia, anche considerando che metteranno mano ad una delle cose più preziose della nostra casa.L’impianto di irrigazione di una casa e di un giardino, può sia essere molto complicato che molto semplice; dipende sostanzialmente dal grado di automazione che il proprietario ha voluto raggiungere e parallelamente anche dalle risorse economiche che ha potuto impiegare in questa cosa. Innanzitutto però, ci sono i componenti base che non devono mai mancare e che possiamo descrivere perchè bene o male saranno sempre presenti. Un esempio è la pompa di alimento, ovvero quella macchina che preleva l’acqua dalle condutture e la spinge con la giusta pressione in modo da farle raggiungere tutti gli obiettivi del percorso, ovvero le piante che vogliamo irrigare. Non solo, c’è anche la rete di canali e tubi, che ha il fondamentale di “portare a destinazione” l’acqua, ovvero di partire dalla pompa e di far giungere l’acqua fino alla base della pianta. Poi ci sono i fori di uscita, che devono adattare il getto ad ogni pianta ed alle sue richieste.Vuoi iniziare seriamente ad interessarti ad un mondo come quello dell’impianto di irrigazione da piazzare all’interno del giardino di casa? Allora questa nuovissima sezione potrebbe rappresentare il posto giusto per te, considerando che una delle nostre prerogative è quella di farti essere sempre un passo avanti nel settore e di farti prendere decisioni in assoluta consapevolezza.

In particolare, in prima istanza scoprirai i capisaldi che dovrebbero caratterizzare la corretta progettazione di un aggiunta di questo tipo. Solo a questo punto, potrai scegliere al meglio il tipo di prodotto che si addice alle tue esigenze; infine, otterrai tutta la consulenza possibile per individuare sul mercato gli accessori per impianti realmente adatti a te.


Guarda il Video