Infusi

Gli infusi sono sempre delle varianti erboristiche delle tisane, dove l’estrazione dei principi attivi vegetali avviene immergendo una miscela di piante sminuzzate o di parti di esse, all’interno di acqua bollente. Con questo procedimento, la miscela non viene portata in ebollizione, ma semplicemente indotta, dal calore, a rilasciare lentamente i suoi principi attivi. Anche gli infusi rappresentano una pratica molto antica di fitoterapia. Questi rimedi, a differenza dei decotti, resistono ancora oggi, poiché l’infusione consente di avere a disposizione tutti i principi attivi della miscela vegetale utilizzata.L’infuso può essere usato sia a scopo fitoterapico che cosmetico. Numerose sono le specie vegetali che si prestano alla preparazione di questo rimedio. Alcune piante possono servire a preparare infusi digestivi, altre a preparare infusi disintossicanti o dimagranti, ... continua

Articoli su : Infusi


1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
  • Infuso di zenzero

    infusozenzero L’infuso è una bevanda che sfrutta il rilascio in acqua bollente dei principi attivi di molte piante
  • Infuso di alloro

    infuso di alloro L’essere umano ha raggiunto un così elevato livello di conoscenza, tecnologia e ricerca che è giunto
  • Infuso di malva

    malva_zps5c7b4db5 Quante volte siamo stati colpiti da un fastidioso mal di pancia e ci siamo sentiti dire di prendere
  • Infuso di prezzemolo

    Infuso di prezzemolo Grazie alle numerose sostanze contenute nelle foglie, l'infuso di prezzemolo aiuta a smaltire i liquidi in eccesso. Inoltre il quantitativo di vitamina C supera di quattro volte quello dell'arancia. U
  • Infuso di menta

    infusomenta_zps1e664314 Tra gli infusi con effetti dissetanti, rinfrescanti e calmanti rientra senza dubbio anche quello di
  • Rosa canina controindicazioni

    Fiore di rosa canina La rosa canina ha controindicazioni che possono essere tranquillamente superate se si osservano le indicazioni ricevute in erboristeria e se si preparano gli infusi utilizzando le dosi corrette. I ben
  • Infuso alloro

    Ramo di alloro La foglia di alloro, messa in infusione, risolve molti piccoli fastidi. L'infuso di alloro è espettorante, ad azione antinfiammatoria, contro la tosse e il catarro, digestivo, stimolante dell'appetito
  • Infuso di rosmarino

    rosmarino La natura è un mondo molto vasto e di certo molto ricco di possibilità; da quando la razza umana esi
  • Infuso drenante

    infusodrenante1 Un’alimentazione troppo ricca di sale e di grassi può essere alla base dell’eccessivo accumulo di li
  • Infuso di tiglio

    estratto e foglie di tiglio L’uomo, nel suo percorso evolutivo e storico che l’ha portato da essere praticamente una scimmia a q
  • Infuso di ortica

    infusortica E’universalmente conosciuta sia per le sue proprietà benefiche che per il suo effetto urticante. Sti
  • Alloro proprietà terapeutiche

    foglie di alloro Ottimo per la digestione o per i tipici malanni della stagione invernale, l'alloro non è un semplice condimento da cucina, ma un vero e proprio sostituto ideale ai medicinali chimici. Da usare per via
1          3      4      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , altre ancora per favorire il sonno e combattere l’ansia. Gli infusi non vanno però considerati dei rimedi miracolosi, ma solo dei coadiuvanti in determinate condizioni fisiologiche o patologiche. Alcuni infusi si usano anche per combattere i dolori mestruali o per lenire i fastidi del raffreddore. Si tratta però sempre di rimedi naturali e casalinghi che aiutano in casi non particolarmente gravi e per fastidi comuni che possono comunque risolversi senza l’ausilio di farmaci specifici.Gli infusi si preparano aggiungendo in acqua bollente una miscela di piante sminuzzate. L’acqua si fa riscaldare o bollire per qualche minuto e dopo aver spento il fornello, si aggiunge la miscela di piante sminuzzate. Questa miscela viene solitamente fornita dall’erborista, ma si può acquistare in bustine anche nei supermercati. Le miscele erboristiche sono comunque indicate per infusi con effetti più specifici. Lasciata in infusione per 5, 10 minuti, la miscela erboristica rilascia in acqua tutti i suoi principi attivi. Tolta la bustina ed eventualmente filtrando il liquido, si potrà bere una tazza di infuso, magari dolcificandolo con miele. L’infuso si può conservare in un recipiente ben chiuso ed essere bevuto come bevanda dissetante o rinfrescante.Gli infusi si possono preparare con diverse erbe officinali. L’infuso comunemente più usato è certamente quello del tè. Il tè, nelle sue varianti nero, verde e bianco, viene usato come bevanda dissetante, depurativa e persino dimagrante. Altri infusi famosi sono quelli di camomilla e melissa, preparati per combattere l’ansia e l’insonnia. Il dosaggio dell’infuso a scopo fitoterapico deve essere sempre valutato da un medico erborista perché le piante, al pari dei farmaci, possono avere anche degli effetti indesiderati. Ulteriori approfondimenti sugli infusi, nella sezione del nostro sito.