Coriandolo spezia

Coriandolo, la pianta

Il coriandolo è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Apiaceae, la stessa a cui appartiene anche il prezzemolo. È formata da fusti eretti che possono raggiungere i settanta centimetri di altezza dai quali si diramano le foglie che hanno forma diversa a seconda della parte del fusto da cui si sviluppano. Quelle che crescono nell' area più vicino alla base sono piccole, dentate e dotate di un lungo picciolo, mentre quelle che procedono dalla parte più alta sono tripennatosette non dentellate. La fioritura consiste in piccoli fiori raccolti a ombrello di colore bianco. Al termine della fioritura compaiono i frutti, impropriamente chiamati semi per via della forma e del colore che appunto ricordano dei semi. I frutti sono infatti di forma ovale e di colore giallastro. La spezia si ottiene dalla loro essiccazione.
Coriandolo in fiore

semi di ortaggi a homeEasy Per crescere 50seeds / bag Coriandolo Coriandolo Coriandrum sativum dell'erba Spezie, verdure Seeds

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10€


Coriandolo spezia

Coriandolo, spezia Fino a tempi recenti poco conosciuta e quasi completamente assente nelle cucine nostrane, la spezia di coriandolo era nota ai più soprattutto per essere parte della miscela di spezie che compongono il curry. Con il crescente interscambio culturale di cui siamo testimoni in questi ultimi anni, anche i sapori viaggiano velocemente da un continente all'altro e ciò ha contribuito alla diffusione del coriandolo anche in Italia. Come accennato del coriandolo si consumano sia le foglie che i frutti, che erroneamente, ma comunemente, vengono chiamati semi. Le foglie trovano largo impiego nella preparazione di piatti tipici della cucina mediorientale e in alcuni piatti asiatici, ma in Europa il loro utilizzo non ha ancora attecchito. Sono invece i frutti da cui si ricava la spezia ad aver un maggior impiego e anche in Europa vengono spesso utilizzati per insaporire carni, verdure e addirittura liquori.

  • Foto di Coriandolo Il coriandolo appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, al genere Coriandrum ed alla specie sativum. È una pianta erbacea annuale, alta 50-60 cm e larga 20 cm, con un portamento eretto e con fusti ...
  • Pianta del coriandolo fiorita La pianta del coriandolo (Coriandrum sativum) è una pianta erbacea, originaria probabilmente del Medio Oriente o Nordafrica, la cui coltivazione si è poi diffusa in tutto il bacino del Mediterraneo, i...
  • Semi di coriandolo freschi I semi di coriandolo si estraggono da una pianta erbacea annuale che può raggiungere un'altezza pari a circa mezzo metro.Le suo foglie ricordano come forma e come sapore quelle del prezzemolo ed è per...
  • fiore di zafferano Lo zafferano appartiene alla famiglia delle Iridacee, al genere Crocus ed alla specie sativus. È una pianta erbacea perenne, coltivata sia come annuale che come poliennale, alta 30-50 cm.L’organo...

Klaus sauerei Rub.... 250 g sacchetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,24€


Ricavare la spezia

Coriandolo, frutti Nelle regioni a climi mediterraneo, caratterizzate da clima mite, la pianta di coriandolo fiorisce durante i primi caldi dei mesi estivi. Alla fioritura succede la fruttificazione che generalmente avviene nel mese di Luglio. Per ricavare la spezia di coriandolo dovremo attendere la giusta maturazione dei frutti, riconoscibile dalla colorazione. Quando i frutti avranno un colore tendente al beige sarà il momento giusto per prelevarli. A questo punto si sradicano le piante e si appendono a testa in giù in luoghi bui e ben areati fino a che non si saranno essiccate, dopodiché si battono leggermente per distaccare i frutti dal resto della pianta. I Frutti si conservano interi in vasetti di vetro e si polverizzano al momento dell'utilizzo. Purtroppo il coriandolo non mantiene molto a lungo il caratteristico aroma e per questo va consumato in un intervallo di tempo non eccessivamente lungo.


Coltivare coriandolo

Piante di coriandolo Coltivare coriandolo è molto semplice. Una volta acquistati i semi è sufficiente interrarli qualche centimetro sotto il terreno e mantenere il giusto grado di umidità fino alla germogliazione. Il periodo migliore per la semina varia a seconda del clima. Nelle regioni dal clima più rigido è bene seminare a primavera inoltrato, mentre nelle regioni a clima temperato si può seminare all' arrivo della primavera. Il coriandolo non richiede terreni o cure particolari, l' unica attenzione necessaria è evitare la formazione di ristagni idrici che porterebbero alla formazione di marciumi radicali che comprometterebbero seriamente la salute della pianta. La regola da seguire è quella di non inzuppare il terreno e attendere che sia completamente asciutto tra un' irrigazione e la successiva. Per l' esposizione scegliere una posizione soleggiata, ma nelle regioni in cui i mesi estivi sono molto caldi è meglio prediligere la semi ombra. Va inoltre precisato che un' esposizione diretta al sole può favorire una fioritura anticipata. Quindi scegliere l'esposizione anche in base all'utilizzo che si vuole fare della pianta, ovvero se si preferiscono le foglie o i frutti.




COMMENTI SULL' ARTICOLO