Fiori di cappero

Fiori di cappero: generalità

I fiori di cappero sono molto appariscenti ma non per questo poco eleganti. Sono composti da quattro petali, il cui colore varia dal bianco al rosato, al centro dei quali si erge un ciuffetto di stami violacei. Sono talmente belli che può dispiacere cogliere tutti i boccioli per destinarli ad un uso culinario. Ciò che noi mangiamo della pianta di cappero è, infatti, il bocciolo. In Sicilia la raccolta dei boccioli dei fiori di cappero ha inizio a maggio e si protrae fino a settembre. Durante tutto questo periodo la pianta conosce una fase di grande produttività, infatti, lungo i suoi steli vi troveremo contemporaneamente, e a ciclo continuo, boccioli, fiori e frutti. La produttività e la bellezza di questa pianta erano note sin dall'antichità. I greci e i latini ne apprezzavano le virtù.
Esemplare di capparis spinoza

Semi 100pcs Cappero Bush Capparis spinosa, semi di anice, semi di fiore, piante, + regali segreti, trasporto libero 49%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,81€


Fiori di cappero: necessità e ambiente

Fiore di cappero I fiori di cappero, sono indigeni delle coste mediterranee. Non necessitano di particolari cure poiché la pianta dalla quale spuntano, la capparis spinosa, è incredibilmente rustica e spunta nei terreni e nelle zone più assolate e impervie. E' possibile vederla spuntare dalle fessure dei muri, addossate a rocce assolate e sulle spiagge. I terreni più propizi per i fiori di cappero sono infatti le terre siciliane, in particolar modo le isole minori. Lì crescono sin dall'antichità portandovi il loro sapore intenso e aromatico. La loro bontà è tale da far sì che siano tutelati come presidio Slowfood a Salina, mentre a Pantelleria sono un prodotto IGP. E' una pianta ricca, se ne utilizzano i boccioli e i frutti che vengono spesso consumati sott'aceto e, a queste prelibatezze, va aggiunta la particolare bellezza dei fiori.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Il Frutto della actinidia chinensis L’actinidia appartiene alla famiglia delle Actinidiacee ed all’omonimo genere; le specie più importanti sono Actinidia chinensis, quella maggiormente coltivata, e Actinidia arguta, avente frutti picco...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

TERRICCIO EXTRA-FINE PER LA SEMINA E LA COLTIVAZIONE DEGLI ORTAGGI E DELLE PIANTE AROMATICHE CONF. DA 20 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,9€


Coltivare i fiori di cappero

Fiore di capparis spiniza Per coltivare i capperi nel nostro orto, dovremo, ovviamente, tener conto di alcuni fattori. La rusticità della pianta non può coincidere, infatti, con una coltivazione scorretta se si vuole usufruire al meglio sia dei boccioli che dei frutti, oltre ad adornare i nostri spazi usufruendo della bellezza dei fiori di cappero. I capperi non sopportano i ristagni idrici pur avendo bisogno, per cresce in fretta e nel modo migliore, di essere irrigati frequentemente e abbondantemente. E' importante fornire al cappero un grande apporto nutritivo, il terreno in cui lo pianteremo dovrà essere ricco di sostanze delle quali la pianta potrà approvvigionarsi grazie al suo penetrante e fittissimo apparato radicale. E' una pianta molto soggetta agli attacchi di lumache di ogni genere, dalle quali la si dovrà proteggere.


I fiori di cappero per l'estetica

Bocciolo del fiore di cappero Una volta che si è compreso ciò di cui la pianta necessita per crescere nel modo migliore, nulla ci impedisce di scegliere in che modo la si utilizzerà. E' possibile, infatti, decidere che tutti i boccioli siano destinati ad un uso alimentare o lasciare che alcuni di essi sboccino così che si possa godere della bellezza dei fiori di cappero. Una possibilità è rappresentata dalla moltiplicazione della pianta per talea. E' possibile decidere di lasciare, nel nostro orto, una pianta il cui utilizzo sia alimentare e prelevarne una talea, che sia lunga almeno dieci centimetri, in estate. La talea andrà fatta radicare in un miscuglio di torba e sabbia utilizzando delle polveri radicanti. La neo pianta sarà poi trasferita in un vaso dal diametro di almeno dieci centimetri e potremo lasciarla sbocciare.



  • fiori di cappero Non è inusuale vedere crescere a livello spontaneo la pianta del cappero: in genere si abbarbica lungo i muraglioni dei
    visita : fiori di cappero

COMMENTI SULL' ARTICOLO