Batata

L'irrigazione della batata

La batata ama il terreno umido, in particolare al momento della semina, ma anche durante la coltura. Tuttavia un'eccessiva umidità può causare una produzione quantitativamente o qualitativamente peggiore. L'irrigazione a goccia è una garanzia d'omogeneità nell'annaffiamento e assicura la crescita degli steli. Però è stato dimostrato che anche l'irrigamento con mini spruzzi è altrettanto efficiente e dà anche rese leggermente superiori. I costi necessari per l'implementazione di queste tecniche sono ampiamente compensati dall'incremento del rendimento totale. Occorre comunque fare attenzione, perché bagnando le foglie si facilita la presenza di diverse malattie fungine e le radici tendono a marcire. Il monitoraggio del livello di umidità è quindi essenziale, tramite un tensiometro. La batata può essere coltivata anche in terreno asciutto, pur con una resa inferiore.
Batata

50pcs / bag High Yield Vegetable Seeds Ipomoea Batatas Seed gigante patata dolce pianta commestibile verde verdure a foglia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,59€


Coltivare la batata

Piantare e coltivare la Batata La batata viene piantata in terra, in un terreno leggero, profondo e fresco da inizio aprile sino alla fine di maggio, in zone con temperature superiori ai 20° C. Il tubero ha bisogno di sole e calore per crescere. Le varietà ornamentali sopportano, tuttavia, la semi ombra. La batata da utilizzare nell'alimentazione viene piantata ogni 30 cm., in file distanti, tra loro, 90 cm. Il rincalzo del piede della pianta è effettuato appena i gambi sono abbastanza lunghi. Le varietà ornamentali vanno collocate contro un muretto, al riparo da venti freddi, o in grandi contenitori, oppure in sospensione. E' anche possibile trovare piantine di batata vendute in vasetti, da mettere direttamente nel terreno. E' una pianta che soffre il gelo, ma può essere mantenuta da un anno all'altro se, nel mese di ottobre, si tolgono dalla terra i tuberi e si conservano al riparo dall'umidità e dalla luce. E' molto facile propagare per talea la batata: nel mese di aprile, occorre prelevare un getto che cresce sul tubero, entrato in vegetazione, con le sue radici, e trapiantarlo.

  • patata La patata è un tubero commestibile originario dell’America Meridionale e precisamente del Perù e del Cile. Pochi conoscono le straordinarie virtù di questo tubero, che veniva usato fin dall’antichità ...
  • Ibrido di begonia tuberosa Appartenente alla famiglia delle Begoniaceae, la begonia tuberosa è una pianta annuale (anche se non mancano le varietà perenni), originaria delle aree tropicali e subtropicali, in particolare America...
  • Disegno botanico di Solanum Tuberosum La patata è un tubero commestibile che appartiene alla specie Solanum Tuberosum, della famiglia delle solanaceae, ed è originario del Sud America; ma, dopo la scoperta del Nuovo Continente, la patata ...
  • Un bouquet di tuberose Tra i vari tipi di rosa, appartenente però alla famiglia delle Amarillidaceae, c’è la tuberosa, un fiore che viene principalmente utilizzato nei bouquet matrimoniali, oppure come fiore di bordura, opp...

Nutley's, Sacchi pensili per la coltivazione di fragole, 2 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,92€


La concimazione della batata

Ipomoea batatas L'applicazione di fertilizzanti azotati produce un incremento nella resa delle colture di batata. La fertilizzazione di fondo raccomandata è costituita da materia organica abbinata al 10-10-20. Si tratta di un concime chimico ternario che contiene i tre macroelementi più importanti per la nutrizione della pianta, vale a dire azoto, fosforo e potassio, per l'appunto nelle percentuali 10, 10, 20. Il fertilizzante di mantenimento sarà ancora il 10-10-20 applicato 30 giorni dopo l'impianto. Alternativamente, anche la vermicoltura si è rivelata molto efficace. Nella coltivazione domestica di batata ornamentale si hanno migliori risultati fertilizzando durante la stagione di crescita. Occorre concimare le piante in vaso mediante un equilibrato concime da giardino, solubile in acqua, applicandolo ogni due o tre settimane, mentre le piante sono in fase di sviluppo.


Batata esposizione e malattie

La raccolta della Batata La batata non ha particolari esigenze di esposizione, tuttavia trova giovamento da una collocazione calda e soleggiata. Il suolo di coltura deve essere libero da agenti patogeni. Una rotazione delle colture di tre o quattro anni è raccomandata per aiutare a combattere le malattie terricole. Una cattiva irrigazione può favorire alcuni stati patologici. E' il caso dello sclerozio, della scabbia comune, della forfora, della rottura dello stelo, della macchiolina, che consiste in lesioni necrotiche che si formano nella difesa contro i microorganismi. Durante la stagione di crescita, l'irrigazione leggera e frequente, la micro irrigazione goccia a goccia, piuttosto che un annaffiamento abbondante e più distanziato, aiutano a controllare queste patologie. Un'applicazione di letame troppo anticipata può facilitare lo sviluppo dello sclerozio. La lotta contro i parassiti richiede che l'impianto si faccia in campi liberi da erbacce e da graminacee nel corso degli ultimi due anni. Molti insetti si nutrono, di anno in anno, delle piante circostanti i campi, depongono le uova che si schiudono e danno vita a larve che danneggiano la porzione sotterranea della batata. E' quindi raccomandato mantenere il campo pulito, privo di residui vegetali e di radici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO