Coltivazione lattughe

Caratteristiche generali

Le lattughe sono piante appartenenti alla specie Lactuca sativa (famiglia Asteraceae, dette anche Compositae) normalmente note sotto il nome di insalata e caratterizzate da un ciclo vitale di tipo biennale, ma coltivate come annuali (non le si lascia andare a seme quindi, dato che il secondo anno la pianta forma lo scapo fiorale). Ne esistono innumerevoli varietà tanto che con opportuni accorgimenti (utilizzo di campane o cassoni riscaldati) è possibile raccogliere lattuga fresca durante tutto l’arco dell’anno, e meno male dato che non è possibile conservarla in alcun modo come si fa con altri ortaggi. Le lattughe sono alte 15-30 cm in media, con foglie colorate di varie sfumature di verde e/o rosso porpora che variano molto per forma, dimensioni, consistenza. Alcune lattughe (come la Iceberg) formano la cosiddetta “testa”, altre (come la lattuga e il lattughino da taglio) producono solo un ammasso di foglie a volte arricciate a volte lisce, ma comunque sempre separate, che vengono colte un po’ per volta invece che tagliare il cespo alla base come per le altre varietà. Tutte le lattughe hanno una radice a fittone più alcune radici laterali.
lattughe1

Il Kit ortaggi stravaganti di Plant Theatre - 5 straordinari ortaggi da coltivare - un regalo ideale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Semina

lattughe2A seconda dei fattori climatici della propria zona si semina scalarmente da marzo fino ai primi di agosto, per ottenere raccolti da giugno fino ai primi di ottobre. Per ottenere raccolti invernali (novembre-dicembre) si semina all’aperto in agosto e da settembre si proteggono con campane le piante, che devono appartenere a una varietà a rapido sviluppo resistente alle muffe. Per il consumo invernale da gennaio a marzo si semina e coltiva in serra riscaldata a 7°C (ma può andare bene anche un locale molto illuminato ma non riscaldato della casa, come la tromba delle scale o una veranda). Per un raccolto primaverile si utilizzano cassoni freddi o campane, e varietà rustiche seminate in ottobre e raccolte ad aprile. Esistono anche varietà che non hanno bisogno di protezioni ma solo di una posizione un po’ riparata nell’orto: si raccolgono sempre verso aprile e si seminano tra agosto e settembre.

120 Semi PEPERONCINO in 12 Varieta delle Piu Piccanti e Gustose del Mondo COLLEZIONE 2 + GUIDA COLTIVAZIONE 2016: CAROLINA REAPER, NAGA VIPER, HABANERO RED SAVINA, SCOTCH BONNET, HABANERO CHOCOLATE, HABANERO ORANGE, JAMAICAN HOT RED PEPPER, HABANERO BLANCO, THAY DRAGON, PETER WHILLY PEPPER, JALAPENO, BACIO di SATANA - I FRUTTI DELLA FOTO OVVIAMENTE NON SONO COMPRESI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,9€
(Risparmi 2€)


Terreno

Tutte le lattughe preferiscono un terreno ben drenato, ricco, a pH tra 6,5 e 7,5 e con esposizione in pieno sole. Per trattenere l’umidità di cui ha bisogno la pianta è bene che il suolo sia ricco di humus, l’ideale sarebbe un’aiuola che sia stata concimata in abbondanza per la coltivazione precedente. In alternativa la preparazione si fa aggiungendo 5-8 kg al metro quadro di compost maturo e spargendo prima della semina 65-70 gr per metro quadro di fertilizzante equilibrato. Rastrellare bene per rendere il terreno dell’aiuola più leggero in superficie.


Coltivazione

La prima cosa da tenere presente quando si coltivano le lattughe è l’epoca di raccolta che ci interessa, in modo da scegliere le varietà più idonee. Bisogna poi individuare l’aiuola più indicata per la coltivazione. Chi voglia contrastare le lumache senza l’impiego di veleni o esche dovrà predisporre appositi recinti presenti in commercio tutto attorno alla zona di coltivazione delle lattughe. Chi invece voglia utilizzare le consociazioni tenga presente che le lattughe non vanno mai fatte crescere vicino a prezzemolo e sedano, mentre beneficiano della vicinanza con finocchio, ravanelli, carote, cetrioli, fragole, cipolle, pomodori, alcuni legumi come fagioli e piselli, e i cavoli. Le lattughe sono colture intercalari ideali, soprattutto quelle da taglio che non formano il cespo, mentre dal punto di vista della rotazione essendo una pianta medio-debole consumatrice può essere coltivata su aiuole a cumulo dal terzo anno in poi, su aiuole piane al secondo turno della rotazione.


Concimazione

A parte la fertilizzazione effettuata durante la preparazione del terreno non servono altre concimazioni. La coltivazione biologica delle lattughe oltre alla preparazione dell’aiuola prevede anche l’utilizzo di macerati vegetali.


Annaffiature

Le lattughe hanno bisogno di molta acqua durante la crescita e non devono mai subire rallentamenti nello sviluppo. In questo senso l’utilizzo di una pacciamatura che limiti la traspirazione del terreno può essere di grande aiuto. Innaffiare sempre con regolarità in caso di tempo siccitoso, in ragione di 15-20 litri di acqua per metro quadro alla settimana. Ovviamente le varietà invernali non hanno altrettanto bisogno di venire irrigate. Le innaffiature vanno effettuate di preferenza alla mattina in giornate che si preannunciano calde e soleggiate, per far sì che le foglie arrivino asciutte alla sera. In questo modo si prevengono le muffe.


Coltivazione lattughe: Proprietà

Le lattughe sono ricche di betacarotene, diverse vitamine tra cui alcune del gruppo B oltre ad A, C, E, sali minerali come potassio, sodio, magnesio e calcio e ferro. Utile per combattere la stitichezza e favorire la salute complessiva dell’apparato digerente contribuendo a mantenervi la corretta flora batterica, vanta proprietà antiossidanti, contrasta la formazione di calcoli renali e la ritenzione idrica, regola il livello di zuccheri nel sangue (viene quindi raccomandata a chi soffre di diabete) ed è analgesica e secondo alcuni persino afrodisiaca.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO