Concimi naturali

I concimi naturali: la cornunghia

Ottenuta tramite la macinazione e l'essicazione delle corna e delle unghie di animali scartati nei macelli, la cornunghia è un fertilizzante naturale utilizzato fin dall'antichità nella coltivazione del campi. E' un fertilizzante in grado di rilasciare, nel corso del tempo, i nutrienti necessari alle piante e al terreno, rendendolo fertile in modo naturale. Esso contiene, principalmente, azoto e fosforo; per quanto riguarda il potassio, esso è contenuto in quantità irrisorie e, di conseguenza, la cornunghia viene spesso arricchita con sali potassici.E' il fertilizzante ideale per concimare piante decorative, giardini, orti ed anche frutteti.In genere, il suo utilizzo prevede l'interrammento; se si desidera utilizzarla prima della semina, dovrà essere sparsa sul terreno prima della zappatura.Di solito, può essere acquistata nella forma di scaglie o granelli in negozi specializzati.
Cornunghia in scaglie

CONCIME ORGANICO GRANULARE BIOSTARK CONF. DA 5 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Concimi naturali: il guano

Nella foto, del guano per concimare Il guano si ottiene dagli escrementi degli uccelli marini e, come la cornunghia, è un fertilizzante assolutamente ecologico e naturale. Il Sudamerica, Cile e Perù in modo particolare, presenta grandi scorte di questo fertilizzante; esso è composto da una grande quantità di fosforo e una minore, seppure non irrilevante, quantità di azoto. E' un concime sconsigliato in tutte quelle zone in cui sono frequenti piogge abbondanti o torrenziali, in quanto questi fenomeni possono portare ad una diluizione dei principi nutritivi nel terreno, con conseguente vanificazione della concimatura.Può essere acquistato sotto forma di granelli e, di solito, se ne consiglia l'utilizzo per la coltivazioni di orti e frutteti; può essere anche impiegato con soddisfazione in un comune giardino.E' possibile riuscire a trovare, in negozi specializzati, tipi di guano provenienti da particolari specie di uccelli: cormorano, pinguino e, addirittura, guano di pipistrello.

    10 kg di Pellet di concime ottenuto da letame di pecora, concime naturale universale, fertilizzante biologico a lunga durata ottenuto da letame di pecora da agricoltura biologica certificata, bio-fertilizzante, Pellet di concime per prati ottenuto da sterco di pecora.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,99€
    (Risparmi 9€)


    Il litotamnio

    Un campo appena concimatoFra i vari tipi di concimi naturali, troviamo inoltre il litotamnio. Viene prodotto tramite l'essiccazione e la macinazione della Lithotamnium calcareum, un'alga rossa presente nelle profonde acque dell'oceano Atlantico; nello specifico, quest'alga è presente in abbondanti quantità nei mari della Bretagna.La Lithotamnium calcareum è un'alga calcarea e, di conseguenza, i concimi ottenuti tramite la sua macinazione contengono una grande quantità di calcio e magnesio. E' l'ideale per la coltivazione di piante ornamentali che, spesso, possono richiedere un terreno dal ph acido. Inoltre, un altro dei vantaggi di questo fertilizzante è dato dalla capacità di tenere lontani insetti e parassiti che potrebbero compromettere la salute della piante. Può essere acquistato in negozi specializzati nella forma di polvere.


    La pollina e la borlanda

    Nell'immagine, del concime naturale Infine, fra i vari tipi di concimi naturali in cui potremmo imbatterci sul mercato, troviamo la pollina e la borlanda. La prima, ottenuta tramite la sterilizzazione degli escrementi di polli e tacchini, contiene piccolo quantità di azoto (nella forma di ammoniaca e acido urico) che spesso lo portano ad essere scartato rispetto ad altri fertilizzanti che riescono a garantirne un apporto maggiore. Inoltre, l'ammoniaca contenuta in questo fertilizzante potrebbe ledere la salute delle radici delle piante e, di conseguenza, è bene che venga utilizzato sempre in piccole quantità, senza strafare. Per quanto riguarda la borlanda, invece, essa è ottenuta dalla melassa prodotta dalle barbabietole da zucchero. Contiene abbondanti quantità di potassio ma, nonostante ciò, spesso le quantità di fosforo sono minime; sulla quantità di azoto, invece, non vi è nulla da ridire. Può essere utilizzato nella concimazione di frutteti ed orti e può essere acquistato sia in forma liquida che a granelli.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO