La tapioca

La tapioca e i suoi benefici per la salute

Con la farina di tapioca si possono preparare vari piatti come zuppe, biscotti, pane. Si tratta di un alimento molto nutriente che non contiene glutine. Apporta vitamine del gruppo B, è ricca di vitamina C e di minerali, come il potassio, ferro e calcio. Ha proprietà digestive, emollienti ed astringenti. Si raccomanda l'amido di tapioca per coloro che hanno una cattiva digestione e per chi soffre di problemi intestinali. La tapioca è una scelta eccellente per i bambini, essendo molto nutriente. Oltre ad essere facile da digerire, è un ottimo alimento per i muscoli, quindi è consigliata anche a coloro che praticano sport. La farina e la fecola di manioca sono ingredienti che non possono essere carenti nella dieta di persone intolleranti al glutine. In aggiunta alla sua elevata energia, la tapioca è anche facile da digerire. Utilizzata dagli Indiani d'America, si ritiene che la loro forza e vitalità derivi da questa farina, tradizionalmente adoperata quale alimento base. Oggi è ampiamente impiegata da persone affette da celiachia, e da coloro che hanno a cuore il benessere, la salute, il controllo del peso e che necessitano di limitazioni per alcuni alimenti. Ha un elevato valore nutrizionale: contiene 354 calorie per 100 grammi ed è ricca di carboidrati complessi.
coltivare la tapioca

Estirpatore manuale di erbe infestanti rimuove erbacce lavoro giardino orto PRMD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Uso e storia della tapioca

pianta tapioca Il suo uso più comune è il budino di tapioca, ma può essere utilizzata per molteplici impieghi, ad esempio per delle caramelle dolci, o degli spuntini. Spesso è adoperata come addensante. La parte utile della pianta della manioca è la radice, dalla quale si ricava la tapioca. Attualmente la manioca è coltivata e apprezzata ovunque. E' originaria del Sud America, in particolare del Nord Est del Brasile. Altrove è conosciuta con altri nomi, quali yuca o manihot. Ogni radice pesa da 1 a 2 kg, è ruvida, allungata, marrone. La sua polpa deve essere consumata solo dopo adeguata cottura. La manioca è una pianta della famiglia delle Euphorbiaceae e il suo nome scientifico è Manihot esculenta. Esploratori portoghesi e spagnoli hanno introdotto la pianta dal Brasile in Europa, dove divenne rapidamente popolare e si diffuse in tutta l'Africa, i Caraibi e l'Asia.

  • zucchine1 La zucchina (Cucurbita pepo) è una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Cucurbitaceae, caratterizzata da un cespuglio formato a partire dal fusto strisciante oppure rampicante, comunque fle...
  • porro Il porro (Allium porrum) è una pianta erbacea monocotiledone appartenente alla famiglia delle Liliaceae caratterizzata da falsi fusti simili a bulbi nella loro parte inferiori, formati in realtà da pi...
  • Quanto conosci dell'orto? Saresti in grado di prendertene cura? Divertiti con questa sezione, giocando e imparando tutti i segreti per coltivare l'orto...
  • La coltivazione dell'orto è diventato un vero e proprio hobby in quanto permette di creare qualcosa di proprio e avere soddisfazioni già dalla nascita del primo germoglio. Nel tuo piccolo spazio verde...

2 Corone di rabarbaro, Victoria,

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,64€


Avvertenze sull'uso della tapioca

Farina di tapioca Una delle cose più particolari del tubero della manioca è la sua elevata tossicità. Se impropriamente trattato, può effettivamente essere molto velenoso. E' necessario mangiare tapioca che sia stata prodotta e confezionata da fonti certe: non bisogna cercare di coltivare e consumare un prodotto che derivi da manioca cresciuta allo stato selvatico. Questa, infatti, produce del cianuro che è un composto altamente tossico per gli esseri umani. E', comunque, uno degli ingredienti preferiti da molti vegetariani, perché è un alimento ricco di amido puro, ad alto contenuto di proteine, pur essendo un vegetale, ed è disponibile in una varietà di forme alimentari diverse, tra cui fiocchi secchi, bastoncini e perline che devono essere messe a bagno prima di poterle mangiare, in modo che riacquistino il corretto volume. Ciò ne fa un alimento molto utile che può essere incluso in una grande varietà di piatti.


Consigli per l'uso della tapioca

raccolta tapioca Venduta nei supermercati o nei negozi di generi alimentari, la tapioca è sempre offerta a prezzi piuttosto bassi. Può essere cucinata in acqua o latte, che deve prima essere portato ad ebollizione. Una volta che il liquido bolle, occorre aggiungere la tapioca e cuocere a fuoco basso, mescolando fino a quando le perle diventano trasparenti. Occorre fare attenzione a seguire le dosi indicate nelle ricette: anche se la quantità sembra insufficiente a prima vista, le perle di tapioca si gonfiano durante la cottura. Gli utilizzi possono essere molteplici. Per i bambini, aiuta ad addensare zuppe e puree. E' utilizzabile dai sei mesi, non superando i 10 grammi sino ai tre anni. Per gli adulti, si gusta in dolci cotti nel latte dolce, aromatizzata con marmellata, miele, pezzi di frutta. Nel caso di allergia al glutine, sostituisce la farina di frumento. In ogni combinazione, apporta un sapore nuovo alle preparazioni.




COMMENTI SULL' ARTICOLO