Lenticchie pianta

Lenticchie pianta: descrizione

La lenticchia, lens culinaris, è una pianta commestibile cespugliosa, a ciclo vitale annuo. Ha un'altezza media di 40 cm e i suoi rami sono molto lunghi e ascendenti e hanno in genere circa sei paia di foglioline oblunghe e alternate che si dipanano dalla base alla cima come tante piccole ali. Tra Giugno e Luglio, in seno alle foglie spuntano dai due ai quattro fiorellini che variano dal bianco all'azzurro tenue. Il frutto della lenticchia è un piccolo baccello lungo circa 20 mm con all'interno due semini tondi e leggermente appiattiti dalla forma simile ad una lente, da cui deriva appunto il nome. Esiste un gran numero di varietà di lenticchie, differenti per forme, colori e dimensioni sia relativamente alla pianta che al seme che può variare dal giallo e arancione, tipico delle regioni asiatiche, al verde peculiare di una varietà pugliese, al marrone scuro utilizzato soprattutto per confezionare le lenticchie in scatola.
Varietà di lenticchie

LENTICCHIE DA SEMINA IN CONFEZIONE DA 100 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Lenticchie pianta: come si coltiva

Pianta di lenticchie Coltivare le lenticchie è abbastanza semplice poiché non richiedono una cura eccessiva, ma hanno delle esigenze specifiche che devono essere soddisfatte. Innanzitutto bisogna individuare un posto che riceva pieno sole e fare attenzione a non piantare le lenticchie dove sono cresciuti precedentemente altri legumi. È fortemente sconsigliato piantarle in prossimità di aglio o cipolla, mentre non vi sono controindicazioni se si inseriscono tra patate o cetrioli. Nel terreno va inserita direttamente la piantina derivante dal seme posto a germinare al chiuso verso la fine dell'inverno in un luogo ben asciutto e ad una temperatura costante di 20 gradi centigradi. A quel punto si può portare il germoglio all'esterno e inserirlo nel terreno ad una profondità di due o tre cm, realizzando delle file distanti circa 10 cm. Il modo migliore per piantare la lenticchia è utilizzare un metodo molto semplice e noto, valido per tutti i legumi, ossia quello di adoperare del cotone inumidito con dell'acqua per coprire i semi fino a che non si formino i germogli.

  • Pianta di Tamarindo Il tamarindo appartiene alla famiglia delle Leguminose, alla sottofamiglia delle Cesalpinioidee, al genere Tamarindus ed alla specie indica. È un albero a lenta crescita, in grado di superare un’altez...
  • Una pianta di arachidi fiorita Il nome scientifico della pianta delle arachidi è Arachis hypogaea, una pianta erbacea che fa parte della famiglia botanica delle Fabaceae, cioè le Leguminose. L'arachide è originaria del Sud America,...
  • I fagiolini E' un dubbio amletico quello che riguarda i fagiolini: sono legumi oppure verdure? In effetti, forse non tutti sanno che i fagiolini sono dei legumi, in particolare sono i baccelli che contengono i fa...
  • Piante di lupini Il lupino è una delle più antiche piante di leguminose originarie del bacino mediterraneo. Si adatta molto bene anche ai terreni più aridi e poveri di sostanze nutritive. Ha la caratteristiche di migl...

French Kuisine ® Spatola, Cucchiaio e Pennello in Silicone (Set di 3) - Utensili da Cucina Essenziali - GARANZIA A VITA - Spatola per Prodotti da Forno e Macarons - Pennello per spennellare Carne e Marinate BBQ - Cucchiaio Flessibile - Alta Resistenza al Calore - Silicone di Qualità Alimentare, Senza BPA - Adatto a Lavastoviglie - Soddisfazione Garantita al 100%

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
(Risparmi 2€)


Lenticchie pianta: cura e raccolto

Fiore di lenticchia Le lenticchie hanno bisogno di un terreno fertile per prosperare, per cui è bene lavorare la terra con del compost maturo prima di piantarle e assicurarsi che sia ben drenata e con un ph leggermente alcalino. Il terreno, inoltre, deve essere sempre abbastanza umido, poiché anche se la pianta di lenticchie non soffre particolarmente la siccità, l'aspetto potrebbe risultare poco rigoglioso. Una volta che i baccelli iniziano ad asciugarsi, invece, bisogna assolutamente sospendere le innaffiature. A parte questi piccoli accorgimenti, non vi sono molte altre raccomandazioni. Una buona pratica potrebbe essere quella di fornire un supporto alla pianta, una volta cresciuta, realizzando un traliccio che possa sostenerla, in modo da non ricadere pesantemente sulle piante vicine. I semi di lenticchia possono essere raccolti nei primi mesi estivi ancora verdi, o secche come i fagioli a seconda dell'uso che se ne vuole fare. Nel primo caso bastano un'ottantina di giorni di maturazione, nel secondo caso, bisogna attendere più di 100 giorni e aspettare che i baccelli si siano induriti. I produttori di lenticchie, per esempio, lasciano le piante tagliate e disposte in mucchi al sole ad essiccare.


Lenticchie pianta: caratteristiche, usi e costumi

Zuppa di lenticchie Pochi sanno che la lenticchia è una pianta antichissima. Vi sono addirittura testimonianze risalenti all'età del bronzo che collocano questa pianta in Svizzera. Ma i cenni più interessanti su questo legume sono sicuramente quelli presenti nell'antico testamento, dove si racconta che Esaù cedette il suo primo figlio a Giacobbe in cambio di un piatto di lenticchie in umido. Nei testi religiosi sciiti si narra che le lenticchie furono benedette da tutti i profeti, compresi Gesù e Maometto. La menzione delle lenticchie nei testi sacri non è casuale. Esse infatti, grazie alla forma perfettamente circolare, rappresentavano il simbolo dell'eterno connubio di morte e rinascita e per questo erano utilizzate come cibo di conforto dopo un lutto e venivano servite durante le veglie funebri. Da questa credenza trae origine anche l'usanza tipicamente italiana e ungherese di consumare le lenticchie a cavallo tra l'anno vecchio e il nuovo come augurio per un futuro prospero. A prescindere dalla rilevanza storica, le lenticchie sono un piatto dal grande apporto nutritivo. Contengono, infatti, un alto livello di proteine essenziali oltre a fibre, minerali, acido folico, ferro, sodio e magnesio.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO