Piante carnivore

Le piante carnivore possono essere definite come il migliore insetticida biologico esistente in natura. La loro principale caratteristica è quella di nutrirsi di insetti e di altri piccolissimi animali invertebrati, da cui traggono i nutrienti essenziali per la loro crescita e il loro sviluppo. Le piante con questa peculiarità vengono dette anche insettivore. Il loro particolare modo di nutrirsi deriva da un adattamento a condizioni ambientali difficili, come crescere su terreni poveri di azoto che non consentono alle specie vegetali carnivore di ricavare nutrimento come fanno le altre piante.Le piante carnivore hanno come principale caratteristica quella che abbiamo appena descritto al paragrafo precedente. Questa capacità di nutrirsi di insetti viene esercitata attraverso delle trappole localizzate nell’apparato fogliare che è l’organo di tali piante deputato a svolgere le principali funzioni di nutrimento. Vista l’importanza delle foglie, ... continua

Articoli su : Piante carnivore


  • Piante carnivore giganti

    Una bellissima collezione di piante carnivore. Le piante carnivore e il loro mondo. Nella vastità di tali vegetali, quale scegliere se vogliamo puntare sulla dimensione? La scelta è piuttosto semplice ma scordiamoci trappole a scatto grosse quanto
  • Piante carnivore vendita

    piantecarnivore1 Le piante carnivore sono le specie vegetali più intriganti ed affascinanti che la natura ci abbia ma
  • Drosera Capensis

    Drosera Capensis La Drosera Capensis è una delle piante carnivore più note e diffuse anche in Europa, nonostante sia
  • Sarracenia

    sarracenia1 Tra le piante da appartamento, occupano un posto privilegiato anche le specie carnivore. Si tratta d
  • Piante carnivore nepenthes

    insetto intrappolato Tutti gli organismi viventi presenti sul pianeta hanno vissuto una evoluzione non indifferente per g
  • Piante carnivore online

    pianta carnivora e insetto Le piante ed i fiori hanno da sempre un grande ascendente sull’essere umano, soprattutto nell’accezi
  • Coltivare piante carnivore

    piantacarnivora_zps386c625c Le piante carnivore, oltre ad attirare l’interesse dei coltivatori, suscitano anche la curiosità del
  • Dionaea muscipula

    Dionaeamuscipula1 E’ conosciuta come “la pianta acchiappamosche”, da sempre apprezzata per la sua rara bellezza e per
  • Drosera adelae

    Drosera adelae La drosera adelae è una pianta carnivora di origine australiana; come la maggior parte delle piante
  • Erba Unta

    Erba unta Con il termine “erba unta” si è soliti indicare le diverse specie di Pinguicola appartenenti alla fa
  • Giochi di piante carnivore

    Assortimento di piante carnivore Sono dette piante carnivore, o insettivore, quelle piante che intrappolano al loro interno gli insetti per nutrirsene. Esistono in natura circa 600 specie che si annoverano in questo genere, e che usa
  • Pianta carnivora dionea

    Dionea in azione La pianta carnivora Dionea è originaria degli Stati Uniti e può essere chiamata anche venere acchiappamosche. Richiede un certo tasso di umidità, terriccio specifico, acqua distillata. Non ha bisogno
prosegui ... , l’apparato radicale delle piante carnivore è solitamente poco sviluppato in quanto non serve a catturare nutrimento da terreni che ne sono sprovvisti. Le trappole delle piante carnivore per catturare gli insetti possono essere tramite arrotolamento della foglia che stritola l’insetto, a colla, cioè tramite attaccamento dello stesso a una mucillagine collosa secreta dalle foglie, a scatto, cioè con improvvisa chiusura della foglia stessa che imprigiona l’insetto, ad aspirazione in cui l’insetto viene letteralmente risucchiato all’interno di una vescica e con peluria che trascina il nutrimento verso l’apparato digestivo.In natura esistono più di 600 piante carnivore. Queste vengono classificate in base al tipo di trappola. Tra le carnivore con trappola ad arrotolamento ricordiamo la Sarracenia, la Darlintonia, la Nepenthes, il Cephalotus e la Brocchinia. Tra le carnivore con trappola a colla ricordiamo la Drosera. Tra quelle con trappola a scatto citiamo la Dionaea e l’Aldrovanda. L’Utricularia, invece, uccide gli insetti con trappola ad aspirazione, mentre la Genlisea si nutre tramite trappola a peli. Esistono anche piante semi-carnivore che svolgono la stessa attività delle carnivore propriamente dette, ma con apparati più semplici. Tra queste ricordiamo la Heliamphora.Le piante carnivore sono diffuse negli appartamenti e negli spazi esterni non solo per fini ornamentali, ma anche per la loro utilità nel liberarsi di insetti fastidiosi come mosche e ragni. Per coltivare le suddette piante bisogna tenere conto delle diverse esigenze di temperatura e di umidità delle varie specie coltivate. Le specie carnivore si adattano a temperature anche molto alte. Le temperature minime invernali sopportate dalle diverse specie, possono andare da meno dieci a cinque gradi. Le piante carnivore si possono coltivare in vaso e vanno innaffiate dalla parte bassa, con acqua filtrata per osmosi. La concimazione deve escludere le sostanze azotate perché queste piante si sono adattate a fare a meno dell’azoto. Un eccesso di azoto potrebbe, infatti, condurle alla morte. Ulteriori approfondimenti sulle piante carnivore, nella nostra sezione.
Guarda il Video