Piante finte

Le piante finte sono realizzate con materiali sintetici, quindi non naturali e non vivi. Il loro uso è prevalentemente destinato alla decorazione di spazi interni. Queste piante, infatti, possono essere realizzate con diversi materiali che imitano la stessa forma e flessuosità delle piante naturali. Ma perché dunque non usare le piante vere? A volte, la scelta delle piante finte dipende da motivi pratici. Capita infatti di non poter disporre facilmente di piante vere o di non avere il tempo per curarle. In alcuni casi, la scelta delle piante finte può essere obbligata. E’ il caso ad esempio delle allergie a fiori e piante naturali. In questa situazione non rimane altra scelta che quella delle piante finte. Forme, materiali, colori, stili e design di queste piante sono altamente gradevoli e quindi moto decorativi. Lo dimostra il fatto che le piante finte e le loro composizioni vengono usate sia negli appartamenti privati che in quelli pubblici o dedicati ad attività professionali.Le piante finte, ... continua

Articoli su : Piante finte


1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Edera finta

      Edera finta rampicante L'edera finta costituisce un'ottima alternativa a quella vera poiché le assomiglia in toto e non arreca svantaggi e problemi. Molti sanno che far arrampicare dell'edera sui nostri balconi o intorno al
    • Alberi finti

      Un esemplare di stella di Natale in plastica Riuscire a decorare adeguatamente gli spazi dei propri interni non è una operazione di immediata realizzazione, soprattutto se non si possiedono le giuste conoscenze in materia che consentano di otten
    • Alberi artificiali

      albero di ficus benjamina Va da sé che gli alberi artificiali non necessitano delle cure di potatura, innaffiatura, pulizia delle foglie cadute, ecc. Basta una pulizia frequente delle foglie da farsi con un asciugacapelli per
    • Decorazioni fiori finti

      La pianta nella foto è un bambù da 190 cm con tronco in vero legno e foglie in poliestere Le piante e i fiori finti,chiamati anche artificiali,arrederanno le vostre case,rendendo piacevole e vivace anche l'angolo più buio. L'unica manutenzione è quella di spolverarle di tanto in tanto. Le
    • Fiori artificiali ingrosso

      Un negozio di fiori finti all'ingrosso I negozi di fiori artificiali all’ingrosso rappresentano un valido metodo per comprare delle piante finte ornamentali a prezzi vantaggiosi, approfittando magari anche di offerte speciali. Di solito in
    • Fiori finti per bomboniere

      Bouquet di fiori finti con perle. Gli stessi fiori destinati alla sposa possono essere pensati per decorare le vostre bomboniere. Un'idea semplice ed elegante. I fiori finti sono decorazioni di grande impatto visivo e donano sensazioni di gioia e serenità. Questi splendidi fiori hanno raggiunto una tale perfezione di manifattura e di colori che spesso non si
    • Piante e fiori artificiali

      ShowRoom Piante Artificiali Le piante e i fiori artificiali si contraddistinguono per un'ottima qualità e la fedeltà dei dettagli rispetto a quelle vere. Queste riproduzioni sono realizzate in tessuto e materiali sintetici che p
    • Piante finte da arredo

      Soggiorno arredato con piante finte da arredo Le piante finte da arredo nascono per la decorazione degli spazi e perchè rappresentano un elemento bello, che necessita poca cura. Sono abiltualmente realizzate in seta o altro tessuto. Le piante si
    • Piante finte da esterno

      Chycas Revoluta sintetica Le piante finte sono anche indicate per essere posizionate in spazi e ambienti soggetti a forti sbalzi climatici oppure per arredare con classe e gusto terrazzi e balconi di persone che soffrono di al
    • Piante finte da interno

      Pianta finta da salotto Le piante finte da appartamento sono la scelta ideale per chi passa poco tempo in casa, si adattano a qualsiasi ambiente senza doversi preoccupare dello spazio disponibile per una buona crescita e del
    • Piante finte online

      Un ufficio con molte piante Gli acquisti online sono molto diffusi ai giorni nostri. I prodotti sono diventati molto disponibili, diffusi e i prezzi sono scesi. Anche le piante finte, che comunque sono molto diffuse nei negozi,
    • Piante grasse finte

      Esempio di pianta grassa finta Anche se le piante grasse normalmente non richiedono molta cura vi è da dire che hanno comunque bisogno di moltissimo sole e temperature alte e poco umide, che alle nostre latitudini non sempre è faci
    1          ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , come già detto, vengono costruite e assemblate con materiali sintetici. Questi possono essere la carta, la stoffa e la plastica. Alcuni componenti della pianta possono anche essere realizzati con il ferro, utile quando si devono creare gli steli dei fiori. La carta è uno dei materiali più usati per i fiori finti. Questi ultimi si usano per decorare ambienti adibiti a feste e ricorrenze. Le piante in tessuto e in plastica, invece, oltre a decorare i luoghi di festa, decorano per tutto l’anno qualsiasi appartamento. I tessuti più usati per le piante finte sono la seta, il tulle e il taftà, mentre per la plastica spicca il poliestere e il pvc. Da ricordare anche che il poliestere è un tessuto sintetico usato per tantissimi altri prodotti e non solo piante. I tessuti pregiati, invece, come seta e taftà, vengono usati molto raramente per via dei loro costi elevati. In passato, però, le piante finte erano regolarmente fatte con la seta. Nell’ambito dei tessuti per piante finte spicca anche il pannolenci, molto usato per fabbricare una pianta adottata durante le feste di fine anno: la Stella di Natale. I materiali plastici, infine, consentono di creare piante finte dal fogliame molto luminoso e brillante. Il fusto o il tronco di queste piante può essere realizzato sempre in plastica, o in alternativa con ferro rivestito da plastica colorata.

      Per una buona resa decorativa, le piante finte devono essere realizzate con materiali sicuri e di qualità. Naturalmente, non si deve pretendere che siano per forza di seta od organza, ma almeno con materiali che non emettono cattivi odori o sostanze tossiche. In tal senso si ricorda un caso accaduto qualche anno fa e relativo alle Stelle di Natale realizzate con materiali e tessuti tossici e dannosi. I materiali atossici e di qualità riescono invece a dare alle piante finte la stessa brillantezza e bellezza di quelle vere. Quelle artificiali, poi, possono anche essere profumate come quelle vere. In fatto di qualità e sicurezza però bisogna prestare attenzione anche al profumo di queste piante. Alcune profumazioni, infatti, potrebbero essere realizzate con materiali tossici e inquinanti. Diverso, invece, il discorso delle piante finte profumate con oli essenziali. Questi ultimi, estratti sempre da piante vere, sprigionano gradevoli essenze che consentono non solo di profumare l’ambiente, ma anche di rilassare la mente e il corpo. Le piante finte si prestano a infiniti usi, il più importante è quello della decorazione di ambienti interni. Queste piante si possono anche regalare per inaugurare l’acquisto di una nuova casa o una nuova attività. Sconsigliato, invece, regalarle per feste di compleanno, corteggiamento, matrimoni e altre cerimonie. Anche se queste piante durano in eterno e non appassiscono, non vanno regalate in caso di corteggiamento e con la scusa che si vuole mantenere sempre vivo il ricordo di quel regalo. Nelle questioni amorose vanno sempre regalati fiori e piante veri, preferibilmente, anzi, certamente freschi. Il regalo delle piante fresche ha infatti un preciso significato: rinnovarle sempre con altre piante fresche per mantenere vivo il sentimento. Con le piante finte vengono spesso realizzati anche dei bouquet da sposa. Questi però non si usano nei matrimoni, ma nelle scene di matrimonio delle fiction televisive. Anche gli interni delle fiction di cinema e Tv vengono decorati con piante finte. La scelta di queste piante dipende essenzialmente da motivi pratici, ovvero dalla possibilità di girare diverse scene senza che le piante appassiscano e debbano essere sostituite. Le Stelle di Natale finte, invece, sono usate non solo per i set televisivi, ma anche per i decori di fine anno. Queste piante si possono anche regalare. Un altro uso delle piante finte è nelle cerimonie funebri e nelle decorazioni dei cimiteri. In queste occasioni, le piante finte sostituiscono egregiamente quelle vere e riescono ad esprimere la vicinanza di persone che per motivi vari sono costrette a stare lontane dai loro cari defunti. In caso di visite sporadiche e rare al cimitero, conviene quindi usare le piante finte.

      Le piante finte presentano molti vantaggi rispetto a quelle vere. Anzitutto non seccano, non appassiscono, non si ammalano e non richiedono le cure di quelle vere. Per queste piante, dunque, è inutile parlare di potatura, concimazione, annaffiature, moltiplicazione e innesto. Le piante finte inoltre hanno anche un utile impatto ambientale perché consentono di evitare la depauperazione incontrollata di boschi e foreste. Un vantaggio non trascurabile è anche quello di non doverle spostare da una stanza all’altra come invece accade con le piante vere. E’ noto, infatti, che, di notte, le piante naturali debbano essere tolte dalla camera da letto e poste all’esterno. Questa abitudine è necessaria perché, durante le ore notturne, le specie vere rilasciano anidride carbonica. Tenerle in camera da letto significa dunque rischiare l’intossicazione e il soffocamento. Le piante finte, invece, possono stare sempre nel posto in cui sono state messe per la prima volta. In tal senso queste piante si possono definire “eterne” o “immortali”. In senso più pratico si possono semplicemente definire “inamovibili”. Purtroppo, queste piante sono inamovibili in tutti i sensi, perché essendo finte, quindi composte da materia morta, non seguono il ciclo vegetativo delle piante vere, non fioriscono e non godono della luce solare. Chi ama le piante vere può, quindi, vivere l’ immutabilità di quelle finte come uno svantaggio. Se le piante finte sono profumate o realizzate con tessuti che emettono cattivi odori conviene non tenerle mai in camera da letto. Se la pianta finta emette cattivo odore conviene anche non acquistarla, perché questo particolare potrebbe indicare che è stata realizzata con materiali non sicuri e presumibilmente tossici.

      Le piante finte, rispetto a quelle vere, non hanno alcuna esigenza di esposizione. La luce solare serve infatti solo al ciclo vegetativo delle piante naturali. Tuttavia, per evitare che i tessuti delle piante vere scoloriscono e per esaltare la bellezza e brillantezza dei materiali, conviene mettere le piante finte in posizione ben illuminata, ma non a diretto contatto con i raggi del sole.

      Le piante finte tendono purtroppo ad accumulare la polvere degli ambienti. Per pulirle si usano attrezzi diversi che dipendono dal materiale costruttivo delle stesse piante. Quelle in stoffa si possono spolverare con il phon, mentre quelle in plastica, usando un panno inumidito con acqua o con un normale detergente per mobili. Il panno con acqua non va passato sulle parti in ferro per evirare fenomeni di ossidazione. In commercio si trovano anche piante finte assemblabili, ovvero composte da più parti montabili e smontabili. Queste piante, per la loro caratteristica, sono molto semplici da pulire. Per eliminare la polvere e le macchie basta infatti smontare la pianta e pulire bene ogni singola parte. Le piante finte hanno le forme e i colori delle piante esistenti in natura. Con i materiali sintetici si può praticamente realizzare qualsiasi tipo di pianta. Poiché le piante finte servono essenzialmente a decorare gli ambienti interni, le più diffuse hanno spesso la forma e i colori di piante grasse, di piante di ficus e di altre tipiche piante per interni. Molte sono realizzate ad albero, altre imitano le piante rampicanti, altri sono pendenti o avvolte su se stesse, altre ancora hanno la forma di piccola ghirlanda da appendere su porte e finestre. In casa, si possono scegliere piante grasse o piante ad albero e a foglia verde come il ficus. Molto usate per gli interni, sono le piante finte a palma. Tra queste, si consigliano l’albero delle banane a nove foglie e il cespuglio del cocco. Tra le piante artificiali verdi vengono, invece, consigliati il cespuglio calathea, il cespuglio d’acero e il photos con tronco.Le piante finte, come già detto più volte, si usano in appartamento. Queste piante sono di solito vendute in vasi di diverse dimensioni e adatti alle diverse grandezze di queste piante. Quelle piccole si possono porre su mensole e tavoli, ma anche all’interno di mobili con vetrina. Quelle di grandi dimensioni si possono invece mettere all’ingresso della casa o ai lati del soggiorno o del salotto. Molte piante finte si possono collocare all’ingresso di studi medici o agli angoli della sala visite e della sala d’aspetto.Le piante finte purtroppo non sbocciano e non fioriscono. Quelle in stoffa però possono rendersi protagoniste di strani fenomeni. Capita, infatti, che queste piante, specie se dotate di bocciolo in stoffa, si aprano misteriosamente come se sbocciassero. Il fenomeno imita proprio le piante vere, ma nel caso di quelle finte non è spiegabile ricorrendo a eventi soprannaturali. L’apertura dei fiori di stoffa avviene a causa dell’accumulo di polvere e umidità sulla stoffa. I petali finti, infatti, tendono ad aprirsi sotto il peso degli agenti esterni. Come si può notare, il fenomeno non c’entra nulla con i fantasmi. Si tratta di un evento assolutamente normale e naturale. Per il resto, bisogna solo avere cura di pulire regolarmente le piante finte. I materiali sintetici, infatti, tendono a mostrare subito i segni della polvere. Le foglie lucide in plastica, ad esempio, si ricoprono facilmente di polvere. Per non far sembrare le piante finte malate come quelle vere, si consiglia semplicemente di spolverarle con regolarità.

      Guarda il Video