Piscine

Nel nostro mondo, fatto dai cosiddetti “must”, dalle mode, dalle cose a cui non si può rinunciare “perché ce l’hanno tutti i miei amici” o perché semplicemente coloro che governano (e non solo politicamente) le nostre vite hanno deciso di mostrarci un mondo diverso dal solito, convincendoci ad imitarlo sempre e comunque, anche oltre le nostre possibilità. Ed ecco che per esempio spuntano i telefonini supertecnologici che tutti facciamo la corsa per possedere (non si tratta nemmeno più di avere, l’averlo acquistato è come se ci fornisse una scarica di soddisfazione che altrimenti non potremmo mai provare, e forse è questa la cosa più grave in assoluto…), scavalcando anche il giochetto furbissimo delle case produttrici che si affannano dalla loro parte a sfornare versioni sempre più nuove ogni due giorni in pratica, certe comunque che noi le stiamo già aspettando e siamo ansiosi di possederle. Questo succede con tantissime cose del mondo moderno, ... continua

Articoli su : Piscine


1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Piscina coperta

      piscina con scivolo. La possibilità di disporre di una piscina coperta ha di certo notevoli vantaggi. Primo tra tutti, la possibilità di sfruttarla anche in caso di maltempo
    • Piscine fuori terra

      piscina incredibile. La piscina fuori terra è un particolare modello di piscina che garantisce praticità d'uso ed altri vantaggi, come l'economia di acquisto; vediamone pregi e difetti insieme.
    • Piscine interrate

      piscina di atmosfera. Le piscine interrate sono le piscine più classiche e desiderate, scopriamone quindi tutte le tipologie esistenti, con pro e contro.
    • Accessori piscine

      accessori piscina. La piscina è una costruzione molto desiderata da tantissime persone, ma ha bisogno di tante cure e t
    • Arredamento piscine

      piscina arredata. Un giardino di una casa privata viene davvero completato al massimo quando vi si aggiunge una piscin
    • bordo piscina

      bordi decorati. La piscina è un oggetto d’arredo tra i più desiderati del mondo; certo, la definizione di oggetto d’
    • Copertura e teli per piscina

      telo copripiscina La fortuna di potersi permettere una piscina personale in giardino è una delle più grandi ed invidia
    • Costruire piscina

      Piscina interrata La costruzione di una piscina richiederà diversi lavori: se sceglierete una piscina fuori terra morbida, la costruzione sarà quasi immediata; per quella rigida l'assemblaggio sarà un po' più complesso
    • Costruzione piscine

      piscina in giardino. Il titolo di questo nostro primo paragrafo è abbastanza interlocutorio, ma è voluto per introdurre u
    • Filtri per piscine

      filtri a cilindro. La piscina è un particolare tipo di arredo per giardini, che per le qualità che possiede e per la va
    • Filtri piscine

      piscina Il filtro piscina rappresenta il cuore di tutto il sistema. E' indispensabile perché consente, durante l'utilizzo giornaliero e notturno della piscina, il filtraggio e la pulizia di materiali inquinan
    • Filtro piscina

      Filtri per piscina Il filtro è un elemento essenziale per il mantenimento della pulizia dell’acqua della piscina e deve essere idoneo a svolgere le sue funzioni e mantenuto in perfetta efficienza. In quest’articolo sara
    1          3      4      5      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , che sta diventando fin troppo materiale. Per fortuna oggi parliamo di un qualcosa che, anche se dettato in parte dalla moda e dalla voglia di imitazione ben più economicamente potenti di noi comuni mortali, rientra in un ambito strettamente personale, quello dei sogni di sempre: la piscina in giardino. Tutti noi nel corso della nostra vita abbiamo sicuramente pensato almeno una volta a quanto possa essere bello un giorno avere una casa gande e bella, con intorno un giardino in cui trascorrere lieti pomeriggi, magari con al centro di questo spazio verde una piscina, ma non una piscina olimpionica, bensì un esercizio di stile, che arredi la nostra casa ma che soprattutto ci permetta di sentirci in un luogo perfetto e capace di accontentare tutti i nostri desideri. Sicuramente uno dei primi pensieri a venire in mente è una serata tra amici a bordo piscina, magari con un bagno allegro e giocoso seguito da una tranquilla cena con barbecue in giardino, vicinissimi a quella piscina che ha assunto la colorazione dei faretti una volta calato il sole; senza dubbio è un’immagine da sogno, ed è forse per questo che è grosso modo la campagna pubblicitaria di quasi tutte le aziende produttrici e/o rivenditrici di piscine.Una volta che abbiamo sognato la piscina per tutta una vita, arriva un momento in cui tutto questo sembra inaspettatamente poter essere possibile: il giardino grande e spazioso lo abbiamo, un lavoro stabile e redditizio c’è, la capacità di sognare insieme al resto della nostra famiglia (grandi e piccini) non si è mai spenta… ma allora perché no? Ecco, questo è il momento di maggior gioia, in cui sentiamo sulla pelle che stiamo per fare qualcosa di grande. Ma sta per arrivare forse la parte più difficile: scegliere. E la prima domanda è, in base a cosa? Ci sono tantissime cose da valutare, ed il discorso economico non è mai da mettere in secondo piano per i motivi che spiegheremo; poi ci sono le scelte stilistiche, dettate dai gusti personali. Diciamo che potremmo fermarci qui, in quanto questi due macroargomenti comprendono moltissime cose. L’ultimo discorso da fare, importantissimo però, è a livello tecnologico e pratico: solo un esperto del settore (possibilmente imparziale, perciò è meglio interpellarne tanti) ci potrà dare le dritte giuste su cosa può essere più indicato per noi e per la situazione che il nostro giardino/portafoglio ci può permettere.Diciamo che più che parlare di materiale, riguardo alle piscine da giardino privato si dovrebbe più parlare di tecniche costruttive; in questo ambito abbiamo due soluzioni: costruire la piscina e montare la piscina. Sembrano quasi due sinonimi, ma non è così ed il discorso dei materiali c’entra eccome. “Costruire la piscina” vuol indicare la tecnica costruttiva delle classiche piscine in muratura, come tutti immaginiamo che vengano costruite: un progettino personalizzato da parte del tecnico, un sopralluogo, uno scavo, la lenta costruzione dal basso mattone su mattone, il rivestimento interno con resine o piastrelle, l’arredo ultimo con i particolari e la piscina è completa. Ebbene, questo è il primo metodo con cui furono e tuttora sono costruite le piscine; ovviamente, come per qualsiasi cosa, ci sono dei pregi e dei difetti, ma ne parleremo dopo in quanto ora tutte le menti dei lettori si staranno concentrando su quale possa mai essere l’altra tecnica per le piscine. “Montare la piscina” cosa può voler mai dire? Risolveremo il tutto con un semplice esempio: avete presente come la stragrande maggioranza di noi mette una vasca da bagno all’interno della propria casa? Bene, esattamente così. Non restate sconcertati, perché l’idea di una piscina già progettata, già costruita, già perfezionata e testata, semplice da trasportare così com’è e da fissare al terreno è più pratica e facile di quanto si possa pensare. In poche parole ci sono aziende che hanno scommesso sulla tecnica che vede dei modelli generali di piscine di ogni dimensioni e per (quasi) tutte le possibilità già progettate e costruite, che una volta scelte dall’acquirente vanno solo trasportate sul posto e messe in un piccolo fosso in giardino: in pratica la piscina è una vasca in soluzione unica, tutta un pezzo che va solo accettata da catalogo ed in quattro e quattro otto diventa realtà. Ovviamente anche questa soluzione ha i suoi pregi e difetti, ora andiamo a scoprirli in un paragrafo dedicato.Perché potremmo o dovremmo scegliere di costruire la nostra piscina invece che vederla già fatta e solo da fissare ad uno scavo nel terreno? Oppure, perché dovremmo scegliere una piscina standardizzata o quasi quando possiamo costruirci il nostro sogno proprio come lo vogliamo? Potremmo anche fermarci qui, perché le domande principali e tutti i dubbi sono riassunti in queste due domande. Possiamo dire che la soluzione che vede la costruzione da zero della piscina è certamente più costosa, e quindi richiede anche più tempo; inoltre dal mero punto di vista tecnico, le problematiche legate alla progettazione sono più grandi perché bisogna per esempio verificare la struttura del terreno e la sua capacità di resistere alla spinta dell’acqua presente nella piscina. Ovviamente tutti i problemi si superano, non stiamo certo alzando un grattacielo, e quindi con la consulenza giusta e con la pazienza necessaria vedremo il sogno realizzato. A proposito, un pregio enorme della costruzione totale della piscina è proprio quello che possiamo davvero decidere noi come vogliamo che sia la piscina, senza standardizzazioni ma sfruttando ogni angolo che desideriamo: si possono ricreare piccoli paradisi personali, o dare alla piscina le forme più strane e simpatiche che vogliamo; insomma, abbiamo qualcosa di unico ed inimitabile, oltre che corrispondente a come l’abbiamo immaginato in tutto. Proprio quest’ultimo aspetto è ciò che frena coloro che vogliono una piscina per il loro giardino, soprattutto quelli particolarmente creativi ed estrosi: queste persone non vorrebbero mai standardizzarsi, perché sia impossibile che un’altra persona possa avere la piscina come la nostra. Ebbene, è un pensiero del tutto comprensibile se abbiamo la creatività e la voglia di emergere dell’artista geniale. Da un altro punto di vista però la piscina precostruita “a vasca” è una soluzione comodissima e sicura, perché è stata già progettata e testata lungamente in fabbrica, può essere adattata a qualsiasi terreno e soprattutto, secondo la media delle notizie diffuse dalle aziende, richiede una settimana di lavoro appena per prendere vita. Certo, magari la forma uguale alla nostra potrà essere scelta anche da qualcun altro, ma probabilisticamente non sarà nelle nostre vicinanze (quanti vostri vicini hanno la piscina? Non rispondete se abitate in un lussuoso quartiere di Beverly Hills o di Miami) e soprattutto tutto ciò non potrà mai superare, o almeno crediamo, la soddisfazione di aver scelto facilmente ed in breve tempo la piscina per rendere il nostro giardino un giardino da sogno.A seconda di se scegliamo la piscina da costruire o quella da posizionare (cioè a vasca), ovviamente sarà diversa la persona o l’azienda con cui dobbiamo colloquiare. In generale però il miglior consiglio è informarsi su chi ha più esperienza nel settore, scandagliando le opinioni di amici e conoscenti, ma soprattutto rivolgendosi a quella che è la magnifica invenzione dei nostri tempi: internet. Nel web possiamo trovare qualsiasi cosa, dalla ditta di costruzione e progettazione specializzata in piscine, all’azienda produttrice di piscine modulari (è questo il nome delle piscine a vasca precostruita) con esperienza decennale e vasta scelta di modelli e soluzioni. Poi sta a noi, attraverso il giudizio delle impressioni personali e dell’istinto, scegliere a chi rivolgerci definitivamente, ma in generale è facile districarsi in un mondo che sul web stradomina, anche per via di un crescente livello di imitazione del benessere che la nostra società richiede.Un sogno è un sogno, e come tale realizzarlo non è mai facile ma richiede impegno ed un pizzico di fortuna. Per quanto riguarda la piscina per esempio, è necessario un giardino abbastanza capiente, una situazione economica stabile e soprattutto la volontà di affrontare un cambiamento radicale. Ora parliamo dell’aspetto economico, forse troppo brusco ma necessario perché al di là dell’immaginazione sviluppatissima che possiamo avere, senza i soldi nessuna azienda o ditta ci darà mai la piscina che vogliamo. Per le piscine da costruire possiamo immediatamente dire che il prezzo è più alto, sia perché c’è da sostenere la progettazione personalizzata e sia perché ci vuole molto più tempo per realizzarla. Per questo motivo, forse le piscine modulari sono assolutamente preferite, perché includono tutto e fanno risparmiare qualcosa (al prezzo della standardizzazione ovviamente); diciamo che una piscina modulare di media grandezza può oscillare intorno ai quindicimila euro, ovvero come una auto di media categoria. Se la pensiamo così non sembra tantissimo, ma ovviamente c’è da considerare che il tutto varia con la grandezza e con le particolarità dei modelli che scegliamo. Comunque ora avete tuto ciò che serve per il vostro sogno, buona piscina!Da oggi sfruttare un supporto informativo, prima di scegliere determinate tipologie di piscine, che possono adattarsi maggiormente alle tue esigenze, è possibile. Il merito è di questa sezione, che ti farà immergere in un settore diventato molto più complesso negli ultimi anni, considerando l’arrivo di nuove alternative tra le quali potrai scegliere.

      Una carrellata sul mondo delle piscine tradizionali, fino ad approfondire quelle dal design più moderno, senza però trascurare una terza strada, rappresentata invece dalle piscine ideali per i tuoi bambini. Insomma, nulla sarà lasciato al caso, anche perché ti aiuteremo a saperne di più anche per quanto concerne la loro cura e, più generale, la gestione di questo plus.