Progettazione giardini

Ognuno di noi ha un luogo, in casa o fuori, che per lui è sacro ed intoccabile; non si tratta né di qualcosa di religioso e né di spirituale in qualche modo, bensì stiamo semplicemente parlando di un feeling speciale che molto spesso si instaura tra la nostra an8ima, ma soprattutto la nostra mente, ed un luogo particolare. Ma cosa succede e come facciamo ad accorgerci che ci troviamo nel nostro luogo particolare? Ebbene, noi riteniamo che sia molto semplice, tanto più che se una persona “va alla ricerca” di queste sensazione difficilmente le troverà, visto che deve assolutamente trattarsi di un qualcosa di spontaneo: ci si sente in pace con sé stessi e con il mondo, confortati da ciò che ci circonda, a nostro agio e con una voglia di non andare mai via, in quanto fuori da quelle mura di quel luogo sappiamo che ci aspettano i problemi, le cose da fare per forza, ... continua

Articoli su : Progettazione giardini


1          3      4      5      6      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Cascate

      cascata4-1 Entra nella pagina e scopri come introdurre nel tuo progetto di giardino uno spazio "d'acqua", dedicato alla realizzazione di una cascata!
    • Giardino pavimentazione

      travertino. Per rendere il giardino più elegante, raffinato e pratico è bene optare per una pavimentazione adatta all'ambiente che si vuole creare. Nella pagina, tanti consigli utili!
    • Illuminazione

      Illuminazione-giardino In questo approfondimento, tanti consigli, suggerimenti ed idee per progettare e realizzare l'illuminazione del giardino
    • Pavimenti in cemento

      tutto in cemento Guida informativa per la realizzazione di pavimenti in cemento. Caratteristiche tecniche del materiale, tipologie possibili e utilizzi
    • Pavimenti in legno

      pavimento legno. Il legno è un materiale raffinato, elegante e molto resistente! Ecco perchè scegliere di realizzare i pavimenti in legno è sicuramente una buona elezione!
    • Pensiline

      pensilina panchina Guida informativa alle varie tipologie di pensiline per la tua casa e il tuo giardino: materiali, costi e caratteristiche nella nostra pagina
    • Pozzi

      pompa a mano. Oltre a rendere il giardino raffinato, elegante, particolare e decisamente unico, la scelta di installare un pozzo è una decisione funzionale grazie alla possibilità di prendere acqua dal sottosuolo
    • Camminamenti per giardini

      camminamento in pietra Molto spesso ci rechiamo in brevi gite fuori porta per respirare un po’ d’aria fresca, sana come que
    • Aiuole giardini

      Elementi d'arredo per giardini Progettare un giardino significa donare un valore aggiunto all'abitazione di cui questo è estensione creando uno spazio verde rifinito, curato nei minimi dettagli, ricco di elementi d'arredo decorativ
    • Aiuole giardino

      Giardini di Versailles Per ogni aiuola l'estetica e l'impatto visivo sono importanti: per questo è necessario scegliere con cura i fiori, non solo in base alla stagione, ma anche con attenzione agli accostamenti cromatici.
    • Allestimento giardino

      Un giardino nella valle della Loira L'allestimento giardino non può prescindere da quegli elementi necessari a consentire un'armoniosa convivenza tra l'uomo e la piante. All'interno del giardino di casa le varie specie vegetali devono p
    • Arredare giardini

      Elegante arredo giardino Gli esterni possono essere trasformati in ambienti multifunzionali dove poter trascorrere del tempo svolgendo le normali attività domestiche. Arredare giardini con elementi che permettano alle famigli
    1          3      4      5      6      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , le preoccupazioni e gli impegni. Lì molto spesso siamo anche indaffarati a fare tante cose, ma non ci pesa: le azioni si fanno automaticamente e con piacere, perché ce le dice il cuore e la mente e non il capo, pur se spesso sono comunque molto pesanti. Volete sapere quale sia questo luogo? Non possiamo dirvelo, perché è una cosa esclusivamente personale e soggettiva; però possiamo suggerirvi statisticamente quale siano quei luoghi che più spesso rappresentano questa sorta di “rifugio” per tante tante persone. Un esempio su tutti chiarirà la cosa: il giardino di casa. Il giardino è un luogo molto spesso intoccabilmente nostro della casa, dove noi trascorriamo del tempo magari anche rassettando attrezzi o raccogliendo foglie, ma lo facciamo con piacere e soprattutto queste azioni ci fanno stare bene, ci rilassano, ci impegnano ma nel senso positivo, perché ci liberano la testa da tutte quelle cose brutte che spesso accumuliamo durante la giornata, e non è cosa da poco! Crediamo che questa sia un’esperienza comune, che qualcuno che ha un giardino tutto suo che ama vivere e curare possa confermare in pieno, anche perché è davvero visibile e noto.Abbiamo già tessuto le lodi dell’esempio più classico, comune e ricorrente di un luogo in cui tante persone amano stare, amano curarlo e dedicargli del tempo, ma senza alcuno stress, anzi trovandone giovamento. Questo rapporto speciale con il giardino di casa nostra molto spesso nasce decisamente prima di quando lo viviamo, perché in precedenza per la maggior parte delle volte c’è un lungo percorso che può partire anche decisamente da lontano. Infatti, tutti coloro che nella loro vita da adulti lottano e con fermezza decidono di avere ed allestire un bel giardino personale, molto spesso lo stanno sognando da bambini o al massimo da adolescenti. Certo, non è una statistica campata in aria ma al riprova reale, perché non sarà raro sentirsi rispondere già da un bimbo che da grande vorrebbe avere un giardino tutto suo; probabilmente vi risponderà che lo userà per giocarci tutto il tempo, ma è una cosa normale e poi … non è che giochiamo anche noi grandi? O almeno forse non giochiamo, ma di sicuro ci dilettiamo e stiamo bene con noi stessi proprio come quando da piccoli giocavamo. Ebbene, è assodato quindi che spesso il giardino viene desiderato fin da piccoli, ma poi cosa succede? Nei casi della vita noi non possiamo entrare e nemmeno vogliamo farlo, perché ci sono così tante cose che possono comportare la rinuncia o l’improvvisa possibilità di avere un giardino; però di certo possiamo affermare che il passo successivo è progettare il nostro giardino. Detto così sembra quasi una cosa da professionisti (che tra l’altro esistono, ma più che altro parliamo di enormi ed importanti giardini di rappresentanza, come per esempio quelli di grandi aziende oppure di luoghi pubblici), ma in realtà è quello che tutti i possessori di giardino personale fanno quando all’inizio decidono come verrà, quante cose ci staranno, quali oggetti farvi entrare, di che colore dominante farlo, che erbetta o che piante porvi, e tanto tanto altro. Magari la cosa più bella di questa fase particolare di avvicinamento al nostro giardino personale è che non c’è alcuna fretta di decidere, no si hanno urgenze e scadenze, bensì già da quando ci si sta impegnando per vedere quali possano essere le migliori soluzioni da adottare per il nostro giardino lo si fa con tranquillità, cioè non sentendo alcuna pressione addosso, ma già ci si rilassa anche se stiamo solo pensando a come dovrà essere il giardino dei nostri sogni. Pensandoci bene è una cosa bellissima, un potere incredibile che ha il giardino, di rilassarci in ogni istante della sua esistenza, per rendere migliore la nostra di esistenza. La progettazione di giardini, però, come abbiamo già detto può anche essere una professione; o diventarlo…Da bambini siamo tutti dei piccoli progettisti no? Soprattutto i maschietti amano fantasticare sull’automobile del futuro, oppure sulle navicella spaziali, oppure ancora sul castello del re o sulla nave dei pirati; ma anche le femminucce non si fanno mancare queste cose, in quanto progettano la nuova casa delle bambole, oppure anche solo utilizzando tutta la loro grande fantasia riescono ad inventare qualsiasi azione da far compiere alle loro beniamine. Ebbene, in questo quadro si inserisce anche la progettazione di giardini; magari sono di meno i bimbi che da piccoli sognano già di progettare un loro giardino, ma possiamo assicurarvi che gli adolescenti ed i ragazzi che lo fanno sono molti molti di più: essi infatti spesso pensano al loro futuro, e sia tra i ragazzi che tra le ragazze c’è il forte desiderio di realizzazione, che nella lor particolare fase di crescita spesso coincide con un benestare economico; quindi una bella macchina, grandi vacanze, una bella casa e molto spesso un bel giardino. E quindi magari già progettano il giardino come deve essere, con le piante che amano di più, arredato in un certo stile, insomma dando libero sfogo alla loro irrefrenabile mente. Come abbiamo detto però questo spesso resta un modo di agire piacevole, cioè diventa un’attività che anche se richiede impegno e tempo a disposizione, non risulta mai un lavoro, ma solo qualcosa di piacevole per un qualcosa che amiamo tantissimo e che sappiamo in futuro ci allieterà tanti pomeriggi tenendoci compagnia. Quindi, la trasformazione del progettare giardini in lavoro potrebbe far cambiare tutto questo? E certo che potrebbe, in quanto poi non ‘è che progettiamo il nostro giardino, bensì quello di altre persone che ci commissionano l’impegno. Ciò vuol dire che intervengono tante componenti psicologiche che contribuiscono a modificare la nostra percezione di ciò che sta avvenendo, in quanto l’azione non cambia affatto: si tratta infatti sempre di progettare il giardino, o meglio un giardino, che è un piccolo cambiamento, ma la mente umana è affascinante e complicata, perché già se non è il nostro giardino ed anche se ci sforziamo di considerarlo come tale per farcelo piacere ancora di più, lei si predispone comunque in modo diverso e prende come un lavoro il compito di progettarlo. Non ci possiamo fare nulla, è il potere della nostra evolutissima mente. Ma c’è qualcuno che riesce ad isolare questi brutti pensieri e ad appassionarsi ad ogni giardino come fosse il suo? Certo, non è affatto raro trovarsi di fronte a persone che sembrano davvero al massimo dell’entusiasmo quando ricevono il compito di progettare un giardino non loro. Si tratta innanzitutto di un esercizio di bravura della mente, che non si deve far stagnare sul pensiero di un impegno preso con una persona, un impegno da rispettare come tempi ed altre caratteristiche, un qualcosa da fare per forze, bensì essa deve solo concentrarsi, prendere a cuore il futuro giardino e sviluppare tutta la sua fantasia e passione perché quel giardino venga bello come fosse il nostro personale; vi assicuriamo che solo così il risultato sarà garantito per il cliente, che resterà soddisfatto dell’opera, ma soprattutto per noi e per la nostra salute mentale, per nulla intaccata dal peso della responsabilità presa, ma solo entusiasta di sviluppare nuove idee riguardanti un qualcosa di meraviglioso che ci portiamo dentro fin da piccoli.Se ci appelliamo ad un professionista del settore della progettazione dei giardini, allora è chiaro che il prezzo da pagare sarà non trascurabile; con questo non vogliamo assolutamente dire che sia un qualcosa di costoso e lussuoso, ma solo che in confronto con un qualcosa che facciamo noi è ovvio che abbia un prezzo, solitamente nessuno è abituato a pagarsi da solo! Inrealtà non possiamo di certo consigliarvi di affidarvi alle cure di un progettista di giardini, sia per il prezzo, ma anche per altri aspetti. Forse abbiamo una visione un po’ romantica di questa cosa, ma riteniamo che progettare il nostro giardino sia un’opera che va a finire così tanto nel personale da non potere essere affidata ad altri. Cioè, anche con tutta la bravura e la capacità di integrarsi nelle nostre situazioni e nei nostri gusti che un progettista di giardini può avere, ma come fa a sostituirsi a noi? Eppure magari ci sono le situazioni in cui ciò succede, per esempio quando una persona non ha assolutamente tempo da dedicare alla causa, oppure non si sente in grado; qui è necessario l’intervento di un esperto progettista, capace anche di sollevarci da dosso quel peso di non riuscire a fare una cosa apparentemente così semplice. Questo è un grande guadagno psicologico, a fronte però di una certa spesa materiale a cui però non possiamo rinunciare se ci troviamo nel caso suddetto. Dall’alto della nostra esperienza però, che a parte la forma di questa frase non è eccezionale ma è solo esperienza di vita, ci sentiamo di rassicurarvi sul fatto che anche se affiderete ad un progettista di giardini questa opera, ed anche se il risultato sarà per voi impeccabile, prima o poi è sicuro che il vostro zampino nel giardino ci sarà, anche con una piccola modifica, ma vedrete che il vostro cuore e la vostra mente personalizzeranno il luogo del vostro relax.Sarebbe davvero impossibile realizzare un giardino decisamente adatto a quelle che possono essere le proprie preferenze, senza che a monte ci sia un binomio che andrà a caratterizzare tutte le nostre decisioni future: “progettazione giardini”. Solo in questo modo, infatti, potrai fissarti un obiettivo che per forza di cose sarà il tuo punto di riferimento nei mesi a venire.

      E’ a partire da tali presupposti, dunque, che ti presenteremo le varie caratteristiche differenziano diverse tipologie di giardino: da quelli all’italiana, fino a quelli all’inglese, passando per il giardino zen ed i giardini pensili. Solo conoscendoli tutti, avrai finalmente l’opportunità di prendere sempre decisioni in assoluta consapevolezza. Ti aspettiamo.


      Guarda il Video