Lavori per il giardino in estate

Il giardino estivo

L’estate è un momento critico per il giardino. Giugno è uno dei mesi più fioriferi e il clima è di solito abbastanza mite…ma andando verso luglio le temperature si fanno più alte e le precipitazioni scarse: regolari interventi irrigui diventano quindi fondamentali. Non vanno poi trascurati i tanti lavori di manutenzione e prevenzione: sono quelli che garantiranno un giardino, sano, fiorito e ordinato fino all’autunno.
fiori estivi

GlitZGlam Lulu la Fata con Fungo di Supporto smontabile per Il Tuo Giardino delle Fate/Giardino in Miniatura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,95€
(Risparmi 5€)


Irrigazione del giardino estivo

irrigazione giardino Dalla metà di giugno le temperature si fanno alte; le precipitazioni, d’altro canto, sono scarse. I temporali danno sollievo relativo perché grandi quantità di acqua faticano a penetrare la superficie del terreno, resa compatta dalla siccità: la permeabilità può essere migliorata impegnandoci in regolari zappettature del terreno. Frequenza e abbondanza delle irrigazioni dipendono poi dalle esigenze specifiche delle piante. In generale si consiglia di procedere la mattina o la sera, inumidendo prima la superficie e passando nuovamente in seguito a distribuirne più in abbondanza. Evitiamo le somministrazioni leggere e assidue: oltre ad essere inutili, stimolano la produzione di radici superficiali rendendo le piante meno autonome. Ricordiamo di bagnare il meno possibile le foglie: ridurremo l’impatto delle crittogame.

    LIUMY Punta per Trivella,Punta per Trapano a Mano,Strumento per la piantagione Pratica, fioriera per Foratura Albero Fiori esagonali (80 x 300 mm) Avere 2 Guanti, 1Asciugamano

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€


    Concimazione

    giardino in estate Con la fine della primavera molte piante arrivano alla fine del loro ciclo di fioritura. Alcune, come le rose moderne, necessitano un nuovo stimolo per tornare a crescere e a produrre boccioli per l’autunno: è bene quindi distribuire una dose adeguata di granulare a lenta cessione con una buona dotazione di potassio.

    Altre essenze, invece, hanno già superato il culmine della fioritura e non sono in grado di replicarlo. Stimolando però la crescita vegetativa miglioreremo notevolmente le prestazioni nell’annata successiva: consigliamo quindi un prodotto dalla formulazione equilibrata.

    È importante anche continuare a supportare le annuali e le piante da vaso: i risultati migliori si ottengono con prodotti liquidi da somministrare tramite irrigazione o nebulizzazione fogliare.


    Controllo parassiti

    cocciniglia Il grande caldo indebolisce le piante rendendole più soggette agli attacchi dei parassiti. L’impatto dei fitofagi più comuni può essere ridotto nebulizzando periodicamente prodotti a base di piretrine o piretroidi, ma solo se strettamente necessario per non danneggiare i pronubi. Bisogna invece intervenire prontamente nel caso compaia il ragnetto rosso: si può diffondere in breve tempo e causare danni ingenti. Per la lotta prediligiamo specifici acaricidi; per aumentarne l’efficacia ombreggiamo il più possibile e aumentiamo l’umidità ambientale.

    Le crittogame hanno un impatto importante a giugno e settembre: preveniamole con presidi a base di rame o zolfo, a seconda dell’affezione specifica. Evitiamo per la somministrazione le ore centrali (per non rischiare bruciature) e ripetiamo in caso di pioggia.


    Pulizia e potatura del giardino estivo

    potatura rose Con la fine della primavera molte piante hanno portato alle fine un ciclo di fioritura. È importante intervenire, che ci possa essere ricrescita o no. Le rifiorenti e le erbacee a lunga fioritura necessitano potature abbastanza drastiche, supportate da un’abbondante concimazione e irrigazioni regolari: torneranno a produrre boccioli entro breve, rendendo il giardino colorato fino a fine autunno.

    Bisogna intervenire però anche su quelle non rifiorenti. Innanzitutto eliminando i fiori appassiti, si evita che vadano inutilmente a seme, indebolendo l’esemplare. L’insieme risulterà poi più compatto, regolare e curato. Non dimentichiamo che molti arbusti hanno fino all’autunno un’importante crescita vegetativa che sarà la base delle fioriture nell’annata successiva: intervenendo a giugno saremo da stimolo, oltre a favorire accestimento e infoltimento.


    Talee e divisione delle piante

    talee piante Il periodo migliore per fare talee è proprio l’estate. Molti arbusti radicano velocemente con il caldo, specialmente se si utilizzano sezioni di ramo semilegnose, che abbiano superato il mese di agosto. Il procedimento non è difficile: basta ottenere dei segmenti da circa 10 cm di lunghezza. Tagliamo in corrispondenza di un nodo ed eliminiamo tutte le foglie, tranne qualcuna in cima; inseriamo in una composta molto leggera (50% torba, 50% sabbia) e poniamo in una serretta (o copriamo il vasetto con un sacchetto di plastica), mantenendo sempre alta l’umidità, in una zona ombreggiata. La radicazione dovrebbe avvenire in 30-60 giorni.

    È anche un buon momento per dividere le erbacee perenni che hanno terminato la loro fioritura: estraiamole dal terreno e tagliamo in due o più porzioni le radici, con un coltellino affilato. Reinseriamo e irrighiamo abbondantemente.


    Lavori per il giardino in estate: Manutenzione prato

    manutenzione del prato Anche il prato è sottoposto a notevole stress a causa delle alte temperature e delle piogge scarse. Per evitare diradamenti e ingiallimenti bisogna agire su più fronti. Innanzitutto è necessario irrigare frequentemente e abbondantemente, ma senza creare ristagni: il momento migliore è la mattina presto. Importante poi è falciare il manto regolarmente. In questo periodo si consiglia un taglio abbastanza alto: eviteremo di stressare le piantine e la base resterà ombreggiata e più fresca.

    Per supportare la crescita e mantenere una tonalità verde acceso ricordiamoci di distribuire un concime specifico, con buona dotazione di azoto e fosforo. Può anche essere utile somministrare, di tanto in tanto, del solfato di ferro o del ferro chelato (specialmente se l’acqua irrigua è particolarmente calcarea).


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO