Aspidistra

Informazioni generali sull'aspidistra

Appartenente alla famiglia delle Liliaceae, l'aspidistra è una pianta erbacea originaria del continente asiatico quanto di quello africano, in particolare dell'Himalaya e del Giappone. L'aspidistra deve il suono me alla particolare forma del proprio stigma, che in greco viene definita "aspis" (scudo). Possiede radici spesse e carnose, da cui si sviluppano direttamente le foglie variegate o puntinate, che possiedono colori nelle tonalità del bianco o crema. Una delle principali caratteristiche di questa pianta è costituita dai caratteristici fiori: questi si sviluppano direttamente dal terreno e possiedono un colore porpora. Per tutte queste ragioni sembra evidente che l'aspidistra sia una pianta acaule, cioè dotata di un fusto praticamente inesistente, dalle notevoli caratteristiche ornamentali, sicuramente adatta ad integrare l'arredo del vostro appartamento.
Aspidistra coltivata in vaso

Vivai Le Georgiche ASPIDISTRA ELATIOR (DA ESTERNO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,6€


Tecnica colturale ed esposizione dell'aspidistra

Particolare delle foglie di aspidistra Il motivo per cui questa pianta ha ancora oggi molta fortuna sta nella facilità con cui è possibile coltivarla. Nonostante sia in grado di sopportare brevi periodi a temperature molto basse ed intorno ai 5°C, questa liliacea trova la sua temperatura ottimale intorno ai 10°C. Non ama affatto le alte temperature, per cui è importante tenerla lontana da fonti di calore come stufe o termosifoni, avendo cura di spostarla in veranda o nel sottoscala durante l'inverno. Inoltre non dimostra alcuna affinità per le correnti d'aria di qualunque tipo, oltre che per il fumo. Per permetterne una crescita normale è importante assicurarle una buona esposizione ai raggi solari, purché non siano con incidenza diretta sulle foglie, che ne potrebbero risultare gravemente danneggiate, fino alla loro totale o parziale combustione.

  • Ficus lyrata Lasciare un piccolo angolo per la natura all'interno della casa o dell'appartamento non significa necessariamente dover includere piante appariscenti e visivamente molto impegnative, che potrebbero st...
  • Una zamia di medie dimensioni. La zamia appartiene alla famiglia delle Zamiaceae,piante che assumono l'aspetto di veri e propri cespugli, fusto corto e può raggiungere i tre metri di lunghezza. Le foglie sono succulente, lucide e c...
  • Anthurium a fiori rossi L'anthurium maggiormente coltivata in appartamento ed utilizzata per scopi ornamentali, grazie alla forma elegante e sinuosa dei suoi fiori e delle sue foglie, prende il nome di "ANTHURIUM ANDREANUM"....
  • Sottobosco di felci Esistono moltissime specie di pianta di felce, molte delle quali vengono coltivate in appartamento o messe a dimora nei giardini per ornarli adeguatamente grazie alle foglie particolari e dai colori s...

1 Aspidistra ,Palma,Palma,Fiore di etichetta 50-60cm Color-leaved

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,32€


Terreno di coltura e tecnica di concimazione dell'aspidistra

Particolare del fiore di aspidistra La facilità con cui è possibile coltivare questa liliacea è dovuta anche al fatto che l'aspidistra non necessiti di un tipo particolare di terreno. In ogni caso, è comunque possibile ottenere un ottimo terreno di coltura mescolando tra loro sabbia grossolana, torba e foglie di faggio, in modo da assicurare un buon drenaggio al substrato: infatti, una delle maggiori insidie nella coltivazione della aspidistra è rappresentata dai ristagni idrici, che potrebbero aver luogo al momento dell'innaffiatura. L'aspidistra deve essere concimato esclusivamente durante i mesi primaverili e quelli estivi, avendo cura una volta al mese di diluire il fertilizzante liquido nell'acqua dell'innaffiatura. Il fertilizzante maggiormente consigliato è quello a più alto titolo di azoto, ma che sia anche ricco di fosforo e potassio (macroelementi), rame e zinco (microelementi).


Aspidistra: Tecnica di annaffiatura e potatura dell'aspidistra

Rigoglioso esemplare di aspidistra L'aspidistra è una pianta che richiede di essere innaffiata in maniera abbondante, specialmente durante il periodo primaverile ed estivo, avendo cura di diminuire le quantità d'acqua somministrate con il sopraggiungere dei mesi più freddi dell'anno. Infatti, in questo periodo la regola da seguire consiste nell'aspettare che il terreno si sia completamente asciugato, prima di procedere nuovamente alla sua irrigazione. Per mantenere l'ambiente nelle giuste condizioni di umidità durante l'estate, si consiglia di nebulizzare le foglie di aspidistra in maniera frequente. Generalmente questa pianta non necessita di potatura, ma si può intervenire per eliminare le foglie secche, che altrimenti potrebbero diventare veicolo di pericolosi parassiti. Durante queste operazioni si consigliare di utilizzare attrezzatura sterilizzata, in modo da evitare di infettare i tessuti della pianta.


  • aspidistra Varietà erbacea perenne rizomatosa, originaria dell'Asia orientale e dell'Africa, diffusa in molte parti dell'Asia dall'
    visita : aspidistra

COMMENTI SULL' ARTICOLO