Bambu coltivazione

La coltivazione del bamb¨: semina e trapianto

La coltivazione del bamb¨ parte dalla riproduzione dei cespi per divisione. In genere questa operazione avviene agli inizi della stagione autunnale. Alcuni bamb¨ vengono coltivati come piante da giardino altri, invece, vengono coltivati come piante d'appartamento. Al momento della coltivazione i bamb¨ hanno bisogno di alcuni accorgimenti per tenere sotto controllo il loro comportamento invasivo. I bamb¨ d'appartamento si propagano in particolar modo con i rizomi che si propagano nella profonditÓ del terreno. La moltiplicazione delle piante di bamb¨ pu˛ essere monopodiale o simpodiale. La prima ha una propagazione sotterranea molto lenta. La seconda invece Ŕ favorita dalle condizioni del clima e del suolo. La pianta Ŕ una sempreverde perenne appartenente alla grande famiglia delle Graminaceae.
la coltivazione del bamb¨ in  terra

N° 25 Canne Bamboo Bambù cm 150 x Ø mm 24-26 Per piante,agricoltura,orto,arredi,strutture,decorazioni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27€


La coltivazione del bamb¨ : terriccio e annaffiatura

gambo di bamb¨ Nella coltivazione del bamb¨ bisogna prediligere un terreno profondo ed abbastanza fertile, permeabile. Le piante di bamb¨ resistono bene in posizioni assolate ed anche alla siccitÓ. All'atto della coltivazione le piante vanno concimate all'impianto, annaffiate con moderazione. A fine inverno Ŕ necessaria la somministrazione di un fertilizzante azotato. Del bamb¨ esistono diverse specie. La pi¨ conosciuta Ŕ quella "nigra" di medio sviluppo. Si pu˛ coltivare anche nei vasi e si riconosce dai culmi molto scuri. Il nome volgare Ŕ "bamb¨ nero". E' una specie molto rustica e si coltiva un p˛ ovunque in tutta Italia. Il bamb¨ "mitis" Ŕ, invece, originario della Cina. Viene, per˛, coltivato anche nel nostro paese, nei terreni freschi e profondi. Una caratteristica comune dei bamb¨ Ŕ quella di avere foglie particolarmente corte e lineari.

    BWINKA bambù naturale Campanella a vento ornamento del giardino Feng Shui rettangolare portare grande suono, e piacevole, l'auto-coltivazione

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€


    La coltivazione del bamb¨: fioritura

    viale di bamb¨ Nella coltivazione del bamb¨ la fioritura si verifica raramente e comunque soltanto su esemplari adulti. Sulle medesime specie la fioritura avviene contemporaneamente in ogni parte del mondo, a distanza di molti anni. Da 32 a 65 anni o addirittura a 75 anni di intervallo. Talvolta a distanza di 120 anni. Gli esperti di botanica annoverano, nei loro testi, la fioritura simultanea del bamb¨ della specie nigra nel lontano 1932. Nella coltivazione del bamb¨ bisogna fare molta attenzione al marciume dell'apparato radicale causato dall'eccesso di umiditÓ. Il bamb¨ viene denominato per la sua forza e la sua resistenza acciaio vegetale. Da secoli, infatti, viene utilizzato per gli usi pi¨ diversi. Persino Marco Polo nel suo Milione parla del bamb¨, raccontando come i cinesi lo usassero per ricavare delle corde molto resistenti per la trazione delle navi.


    Bambu coltivazione: La coltivazione del bamb¨: simboli e mitologia

    panda gigante e bamb¨ La coltivazione della pianta di bamb¨ Ŕ legata anche a diversi aspetti sia simbolici che mitologici. Per la sua longevitÓ il bamb¨ nel linguaggio delle piante simboleggia la lunga vita. E' di buon augurio regalare la pianta alle giovani coppie di sposi all'atto di prendere casa insieme. In India il bamb¨ invece simboleggia l'amicizia. Cina e Giappone sono considerati i paesi principali per la coltivazione del bamb¨. In Giappone, quasi sempre, piccole foreste di bamb¨, circondano i monasteri scintoisti, rappresentando una barriera sacra contro il male. Nelle bellissime isole Hawaii il bamb¨ rappresenta una materalizzazione concreta del dio creatore Kane, venerato in Polinesia. In Cina il bamb¨ Ŕ utilizzato in tantissimi campi. Soprattutto nell'arredamento per il suo legno considerato pregiato. In Cina il bamb¨ Ŕ la pi¨ grande fonte di alimento del panda gigante e delle scimmie ragno.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO