Calathea

Il fascino della calathea

La Calathea è una pianta di origine sudamericana appartenente alla famiglia delle Marantaceae che gode di particolare diffusione anche in Italia, nonostante non sia una coltivazione autoctona, per via della sua bellezza e della possibilità di coltivazione in piccoli spazi. La calathea, infatti, si adatta particolarmente alla vita un appartamento in quanto richiede climi temperati per svilupparsi e poco terreno per la crescita delle radici. Di contro, questa affascinante pianta sopperisce all’assenza di fiori variopinti con foglie di particolare fascino e dalle diverse cromature a seconda della specie. Le oltre centocinquanta cultivar esistenti possono infatti offrire soluzioni estetiche estremamente diverse, ma tutte particolari e di sicuro impatto all’interno di un appartamento. I principali colori che striano e movimentano le ampie foglie verdi sono il rosso, il giallo, ma anche il bianco e l’argento. Anche la forma e le dimensioni delle foglie possono variare moltissimo, mentre le diverse sfumature di verde che vi convivono conferiscono vivacità anche alle calathee meno appariscenti. Maggiore attrattività è conferita dalla diversa colorazione che solitamente caratterizza la pagina superiore e quelle inferiore delle foglie, per un gioco di colori ancor più elegante e ricercato.
Calathea

50 Pezzi / Bag Rare Calathea Semi aria per rinfrescare le piante Ice Cream Fiori Office Desk Bonsai per Flower Pot Fioriere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


La calathea in appartamento

calatheaLa Calathea è una pianta che si adatta particolarmente alla coltivazione in appartamento, proprio per via delle sue origini sudamericane che le fanno preferire un clima senza eccessivi sbalzi termici e con illuminazione indiretta. La coltivazione in vaso si rivela ottimale ed è preferibile un posizionamento rialzato, in modo tale che il contatto diretto del vaso con il pavimento non provochi un eccessivo raffreddamento del terreno, che potrebbe far morire la pianta intaccandone le radici. La collocazione in vaso è indicata anche perché la Calathea non necessita di ampi spazi per crescere e per sviluppare le proprie radici: al contrario eventuali rinvasi, da effettuare nel periodo primaverile, sono consigliati solamente una volta che le radici hanno occupato tutto lo spazio a loro disposizione. Il tipo di terreno adatto è sempre lo stesso, composto da terriccio e sabbia, con una soluzione parzialmente acida. Il terreno deve essere sempre umido, ma occorre evitare i ristagni d’acqua e dunque garantire un buon drenaggio che scongiuri i rischi di marcescenza delle radici. Nel periodo più fertile per la pianta, da aprile a settembre, è necessario provvedere alla concimazione per arricchire il terreno di tutti i nutrienti necessari ad uno sviluppo rigoglioso: il concime sarà da spargere con cadenza quindicinale, mentre d’inverno sarà sufficiente spargere la soluzione liquida solo una volta ogni due mesi circa.

  • Calathea pianta Questa stupenda erbacea perenne proviene dall'America del Sud e fa parte del folto e variegato raggruppamento tassonomico delle Marantaceae. La pianta, posta solitamente in abbellimento all'interno di...
  • Esemplare Photos Scindapsus Le piante d'appartamento non sono tutte uguali e alcune sono più adatte a stare in certi luoghi rispetto ad altre. La Fatsia japonica è una pianta che cresce bene in zone buie e a contatto con corrent...
  • Lavello da giardino Per tutti gli amanti del verde, il giardino è ancor prima che decorativo un luogo da vivere appieno, nel quale trascorrere il proprio tempo libero e del quale prendersi cura. Ma prendersi cura del gia...
  • Esempio di vaso di legno fatto a mano I vasi in legno rappresentano una validissima alternativa a quelli interamente realizzati con la plastica o il cemento. Naturalmente ha delle caratteristiche diverse, ed è proprio questo che andremo a...

Shadowplant with unusual leafpatterns - Calathea Dottie - 14cm pot - 45-50cm tall

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Coltivazione della calathea

CalatheaEssendo una pianta originaria di zone a clima tropicale, la calathea necessita di attenzioni per quanto riguarda il clima e la cura quotidiana. E’ sensibile ai cali di temperatura, e non dovrebbe mai essere esposta ad ambienti con temperature inferiori ai 18°, mentre può tranquillamente vivere in ambienti caratterizzati da 25° o oltre. Nel periodo estivo richiede frequenti innaffiature, affinchè il terreno sia mantenuto sempre umido purchè privo di ristagni. Meglio evitare, invece, di bagnare le foglie, che con il tempo potrebbero indebolirsi e perdere fascino. La pianta deve essere mantenuta al riparo dal vendo e predilige un’esposizione non diretta ai raggi solari. Se le condizioni climatiche lo permettono, tuttavia, la coltivazione in giardino offrirà un vantaggio: la possibilità di coltivare la calathea in uno spazio aperto e dalle condizioni favorevoli permetterà la sbocciatura dei caratteristici fiori gialli, che invece difficilmente è possibile ammirare all’interno degli appartamenti.


Calathea: Malattie e parassiti

CalatheaOsservare con attenzione le foglie della calathea è il segreto per poterne tenere sotto controllo lo stato di salute e per accertarsi che non vi siano parassiti o malattie fungine. Eventuali macchie sulle foglie possono essere segno, appunto, della presenza di organismi infestanti, da eliminare con appositi prodotti specifici. In particolare, se le foglie assumono aspetto giallastro e tendono ad accartocciarsi è probabile che ci si trovi alla presenza di attacco di ragnetto rosso, mentre piccole ragnatele e macchie bianche nella parte apicale della foglia e nella pagina inferiore rivelano la presenza di cocciniglia. Allo stesso modo, foglie secche possono indicare una scorretta innaffiatura o una esposizione troppo diretta ai raggi solari e a temperature elevate, nonché a un clima troppo arido e secco: ricordiamo che essendo piante abituate a climi tropicali, le calathee richiedono ambienti umidi per una crescita rigogliosa. Foglie spente, accompagnate ad uno sviluppo lento della pianta, sono invece indice di carenze nutritive: il terreno potrebbe non essere adatto oppure potrebbe richiedere una maggiore o più adatta concimazione. La calathea non richiede potatura, ma è consigliabile eliminare le foglie secche, che sottraggono inutilmente nutrimento alla pianta rallentando lo sviluppo delle parti sane, oltre ad essere antiestetiche.


  • calathea La calathea, altrimenti conosciuta anche come "calatea", ha origini tropicali, motivazione per la quale l'umidità dell'a
    visita : calathea

COMMENTI SULL' ARTICOLO