Dieffenbachia

La dieffenbachia

La dieffenbachia è una pianta d'appartamento tra le più diffuse: non occupa molto spazio, è semplice da coltivare e la sua eleganza è evidente sia nel periodo di fioritura sia per tutto il resto dell'anno. Si tratta di una pianta dotata di un gradevolissimo aspetto grazie alle chiare venature delle sue ampie foglie, che la rendono un elemento di arredo verde molto gradito ed apprezzato anche da tutti coloro che non hanno a disposizione molto tempo o non hanno particolare esperienza nella cura delle piante di casa. Il fascino di questa pianta originaria dell'America centrale risiede più nelle foglie che nei suoi fiori, che sono molto piccoli e presenti per un periodo ridotto, oppure nel caso di alcune specie del tutto inesistenti. Le caratteristiche delle foglie variano da specie a specie, anche se in generale la pianta si caratterizza per foglie di ampie dimensioni e dalle venature colorate che disegnano eleganti intrecci sulla superficie. La dieffenbachia è considerata prevalentemente una pianta d'appartamento perchè mal si adatta ai rigidi climi invernali e teme molto le correnti d'aria, dalle quali deve essere mantenuta al riparo. In estate è invece possibile esporla all'esterno, avendo cura di evitare, però, che l'esposizione diretta ai raggi solari possa bruciare le foglie.
Dieffenbachia

Seta Artificiale in Vaso, 65 cm Dieffenbachia Piante ~ per ufficio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,31€


Coltivazione

DieffenbachiaColtivare la dieffenbachia è piuttosto semplice, perchè si tratta di una pianta resistente e che no richiede troppe cure: tra le operazioni che non è necessario compiere, ad esempio, vi è la potatura, dal momento che lo sviluppo della pianta non è mai così ampio da richiedere operazioni di contenimento. Si tratta di una pianta che non ama i ristagni idrici, ma necessita di acqua in modo regolare e il suo terreno non dovrebbe mai essere completamente asciutto. L'ideale è il posizionamento della dieffenbachia in un vaso riempito di un misto di terriccio e sabbia, che permette di rallentare il drenaggio e mantenere il terreno umido fino alla successiva innaffiatura. La dieffenbachia necessita poi di protezione dalle correnti e dall'esposizione diretta ai raggi del sole, che potrebbero bruciare le foglie. Per mantenerle sempre in salute e al massimo della loro bellezza, si consiglia di pulire le foglie con un panno umido ogni due settimane circa, evitando però di utilizzare prodotti lucidanti appositi, che potrebbero risultare troppo aggressivi per le foglie di dieffenbachia. Per mantenere le foglie belle e in salute si può poi provvedere alla loro nebulizzazione: la dieffenbachia predilige un ambiente umido e da tale operazione non potrà che trarre giovamento.

  • dieffenbachia Questa pianta sempreverde dall'ampio e tipico fogliame proviene dall'America del Sud e fa parte del folto e variegato raggruppamento delle Araceae. Posta solitamente in abbellimento all'interno delle ...
  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Ramo di Ulivo L’olivo appartiene alla famiglia delle Oleaceae comprendente circa 30 generi, tra cui Fraxinus, Jasminum, Phillyrea Syringa, Ligustrum ed Olea. La specie Olea europaea presenta diversi aspetti morfolo...

Room Plant Mix I Set of 3, 1x Dieffenbachia, 1x Areca Palm (Chrysalidorpus) 1x Zamio Palm (Zamioculcas), 10-12cm Pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


Rinvaso e moltiplicazione

DieffenbachiaNonostante la dieffenbachia non raggiunga dimensioni eccessive, le sue radici possono crescere abbastanza rapidamente e necessitare quindi di terreno in grado di soddisfare le loro esigenze. Per questo, quando il vaso non è più in grado di contenere lo sviluppo delle radici, la dieffenbachia viene travasata in un vaso più grande ma che non sia troppo ampio rispetto alla pianta, in modo tale che le radici possano crescere ed avere il nutrimento necessario a disposizione. Tale operazione viene effettuata solitamente con cadenza triennale, sempre sulla base della crescita della pianta. Invece, è più frequente la necessità di sostituire soltanto i primi centimetri più superficiali del terriccio per sostituirli con terriccio più soffice e che possa garantire una maggiore umidità e un miglior filtraggio dell'acqua, per nutrire la dieffenbachia in modo adeguato. Questa operazione può essere effettuata due volte l'anno, all'inizio della primavera ed in autunno: in questo modo si aiuterà anche il terreno a conservare il giusto grado di acidità per la pianta e ad evitare l'accumulo di calcare. Altrettanto semplici sono le operazioni di riproduzione: il metodo più diffuso è quello della talea, utilizzando la parte terminale della pianta (circa 10 cm). Sarà sufficente interrarne una parte in un piccolo vaso e disporre il tutto a riparo dalla luce per favorire la germogliazione. Con uno strato di plastica trasparente, da rimuovere ogni tanto per garantire la traspirazione della pianta, si potrà mantenere stabile la temperatura per i primi 20, 30 giorni. In seguito si avranno germogli abbastanza resistenti da poter essere trapiantati in piccoli vasi e coltivati come normali piantine.


Dieffenbachia: Malattie e parassiti

Dieffenbachia Le bellissime foglie della dieffenbachia non sono solo elementi in grado di ornare l'appartamento, ma anche delle preziose risorse che ci rivelano lo stato di salute della pianta. La presenza di macchie o di alterazioni cromatiche, infatti, può rivelare molto su eventuali pericoli ai quali è possibile porre rimedio in modo tempestivo, se individuati in tempo utile. La presenza di macchie gialle o di foglie che iniziano a seccare è il più evidente segnale di qualche errore nella coltivazione: troppa o scarsa luce, eccessiva o insufficiente acqua, esposizione a correnti d'aria possono causare danneggiamenti nelle foglie, contro i quali si può agire ripristinando le condizioni ottimali di coltivazione prima che la pianta sia troppo danneggiata per riprendersi. Tra i parassiti, invece, quelli che più di frequente possono colpire la dieffenbachia sono il ragnetto rosso e la cocciniglia: la presenza di entrambi è rivelata dalla presenza di macchie, rosse nel primo caso e scure nel secondo, che tendono ad ampliarsi man mano che la colonizzazione aumenta. Si tratta di parassiti da debellare il più in fretta possibile per evitare che portino la pianta alla morte. Una potatura specifica può risolvere la situazione se l'infezione è molto localizzata, mentre in caso contrario sarà utile ricorrere ad antiparassitari specifici, avendo cura di eliminare appieno la presenza dei parassiti, che in caso contrario ricomincerebbero entro breve a proliferare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO