Dracena

Piante da regalare

In moltissimi articoli del nostro sito giardinaggio.org abbiamo parlato di come il mondo floreale si presti in maniera straordinariamente perfetta per un dono; in effetti è una coincidenza di più aspetti in quanto è sia l’essere umano ad essere geneticamente attratto da tutto ciò che la natura crea e le piante ne sono forse una delle migliori creazioni, e sia che le piante stesse hanno caratteristiche precise che le fanno adattare a molte nostre occasioni di “festeggiamento”. Innanzitutto un regalo vegetale, sia esso di pianta o di fiore, è un dono che rispetta l’ambiente in quanto è vero che forse abbiamo sottratto qualche esemplare alla natura e ad una vita totally natural ma è anche vero che se ciò si fa rispettando la legge ed i suoi limiti in termini di habitat e specie in pericolo di sopravvivenza allora non c’è alcun timore! Non solo, per regalare una pianta non serve nulla di inquinante, ovviamente escludendo quei bordini di plastica, spray lucidanti ed altra roba che molto spesso (anche se ciò dipende da gusti personali) finiscono per rovinare e coprire proprio la naturalità di questi meravigliosi oggetti naturali. Una cosa è certa: fare un regalo floreale non è mai un errore!
dracena in vaso

Indoor Plant Mix II Set of 3, 1x Dieffenbachia, 1x Chamaedorea (Mountain Palm) 1x Dracena Marginata (Dragon Tree), 10-12cm Pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Dracena

tronchettiUna pianta che viene molto spesso regalata in quanto porta con sé sia grandi significati e sia una bellezza molto particolare è la Dracena. Essa è una pianta di origine tropicale (nello specifico, Nord Africa e Asia occidentale) che in natura si presenta in un gran numero di varietà, alcune anche molto grandi che pertanto non sono per nulla utilizzate per le nostre intenzioni. Le sue caratteristiche peculiari sono il tronco e le foglie, giocando con i quali è possibile ottenere anche forme davvero affascinanti; un esempio? Se pensate che la Dracena è il nome scientifico del famoso “ tronchetto della fortuna” non vi viene in mente niente? Ebbene si, la pianta che è una delle specie vegetali più regalate è proprio originata da una delle specie di Dracena (a sua volta appartenente alla famiglia delle Liliaceae) e nello specifico alla Dracena fragrans. Essa si presenta come una pianta molto simile al bamboo, almeno nello sviluppo dei tronchetti: essi crescono come se fossero incastrati longitudinalmente gli uni negli altri. In realtà però la Dracena presenta una flessibilità migliore ed anche un colore del fusto più verdeggiante ed un carattere poco legnoso, il che le permette di conservare la forma datale senza perdere in elasticità.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

DRACENA Verde - Albero Artificiale con 2 tronchi veri - Alto 200 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 186,99€


Tronchetto della felicità

In effetti la Dracena fragrans nella classica forma del tronchetto della felicità è piuttosto particolare: essa viene fatta crescere avvolgendola e tenendola bloccata intorno ad un cilindro centrale, in modo che le sue diramazioni possano crescere a spirale. La forma che ne deriva è molto simpatica ed in questa cosa contribuiscono le foglie le quali crescono a ciuffetto lungo questi rami ma sempre con comportamento abbastanza eretto datole dal picciolo ben formato. In realtà le altre specie di Dracena sono apprezzate come piante decorative proprio per la fantasia con cui si presentano le foglie, colorate di un verde brillante attraversato longitudinalmente da una striscia bianca. Nella fragrans ciò non accade, perché la foglia è completamente verde, ma ha dalla sua una brillantezza ed una naturale eleganza senza pari. Un’altra caratteristica per cui il tronchetto della felicità è così tanto regalato è la longevità: abbiamo già detto del fusto simile al bamboo che però resta sempre verdeggiante, ed anche il resto della pianta ha un aspetto perennemente giovane, infatti tutta la pianta riesce a sopravvivere per anni continuando a svilupparsi ma senza segnare segni di invecchiamento, se la si cura secondo regola.


Occasioni e precisazioni

Il nome tronchetto della felicità potrebbe far pensare ad un numero infinitamente alto di occasioni in cui si può regalare questa pianta; in effetti è così, perché essa è un segno di buon augurio e pertanto ogni qual volta vogliamo il bene di una o più persone questo simbolo calza alla perfezione. Pertanto si può regalare il tronchetto della felicità per un matrimonio, un fidanzamento, per un compleanno (dove può anche indicare longevità) o per un onomastico, ma anche per una inaugurazione di una attività dove infatti c’è bisogno di fortuna, salute e longevità. Questa credenza è stata poco verificata ed è piuttosto moderna, ma si sa che già i popoli antichi celebravano questa pianta per la bellezza e ne esaltavano proprio la longevità. Oggi forse i parametri sono variati, ma di certo un tempo essere longevi voleva dire tutto! Precisazioni che vanno necessariamente fatte sulla dracena riguardano lo stile di coltivazione: essa gradisce esse irrorata costantemente soprattutto nel periodo estivo, non facendo mai seccare il terreno, ma allo stesso tempo bisogna evitare nel modo più assoluto i ristagni idrici. Per questa ultima cosa la soluzione è un terreno molto drenante, ovvero non compatto e poggiante su un substrato di pietre o comunque di materiale grossolano per far scivolare via l’acqua abilmente.




COMMENTI SULL' ARTICOLO