Felce pianta

La felce

Esistono moltissime specie di pianta di felce, molte delle quali vengono coltivate in appartamento o messe a dimora nei giardini per ornarli adeguatamente grazie alle foglie particolari e dai colori sgargianti. Le felci sono presenti in moltissime zone umide e ombreggiate, è possibile trovarle nei boschi alpini, ma anche nelle foreste tropicali. Le felci hanno la particolarità di non presentare né foglie né fiori, si riproducono tramite spore che sono contenute in apposite strutture della pianta, gli sporangi, che si trovano nella parte inferiore della foglia. Le specie coltivate in appartamento appartengono normalmente ai generi Adiantum, Asplenium o Nephrolepsis. Le felci riescono ad adattarsi facilmente alle condizioni di vita in appartamento, infatti si possono trovare, anche in natura, in luoghi molto lontani dalle zone di origine.
Sottobosco di felci

Moderno tre lati motivo terrari Piante Contenitori in vetro balcone piante Felce Muschio Vasi di fiori giardino vasi per bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,9€


Coltivazione delle felci

Felce in vaso Le felci sono piante che si sono adattate a vivere in luoghi ombreggiati e con una buona percentuale di umidità. Infatti, per riuscire a coltivare adeguatamente una felce, si deve tenere in considerazione una corretta annaffiatura e la giusta luminosità. Le felci prediligono luoghi ombreggiati, quindi si deve necessariamente evitare di esporle in luoghi con esposizione diretta alla luce del sole. Le felci riescono a crescere bene anche in assenza di luce, infatti presentano un fogliame scuro quando la pianta è sana che tende a schiarirsi se la luminosità risulta essere eccessiva. L'apporto di acqua è essenziale per lo sviluppo delle felci, che prediligono luoghi con una umidità costante, ma che non deve comunque essere eccessiva, infatti anche in natura non riescono a crescere vicino ai corsi d'acqua.

  • Pianta di Corna di cervo Sono particolari e dalla forma originale le piante conosciute con il nome Corna di cervo. Il termine scientifico è Platycerium, le specie appartengono alla famiglia delle Polypodiaceae. Si tratta di u...
  • Felce corna di cervo Il Platycerium, o corna di cervo, è un genere di felci con caratteristiche epifite, che appartengono alla famiglia delle Polypodiaceae. Il nome della specie è dovuto alla particolare forma delle loro ...
  • Felce vaso La Felce appartiene alla famiglia delle Dryopteridaceae, classificata come Pteridophyta cioè pianta con foglie, fusto, radici e sistema vascolare. Gli indigeni Maori la chiamano Koru (cerchio) e le at...

JINCAO - Terrario a forma di pentagono, in vetro, geometrico, aperto, centrotavola, vaso per piante grasse, felce e muschio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,2€


Cura delle felci

Felci in giardino Il terreno nel quale viene coltivata la felce deve essere sempre mantenuto umido, ma non deve essere assolutamente inzuppato, infatti come la maggior parte delle piante teme i ristagni che farebbero marcire le radici. Per garantire la corretta umidità si potrebbe porre il vaso in un contenitore riempito di perlite, di lapilli, di pietra pomice o di argilla espansa, con una piccola quantità di acqua, che evaporando riesce a fornire umidità alla pianta. La concimatura andrebbe effettuata ogni 12 giorni aggiungendo del concime per piante verdi all'acqua dell'annaffiatura. La felce, essendo una pianta sempreverde non presenta un vero e proprio periodo di riposo vegetativo, però sarebbe opportuno non concimare quando l'insolazione giornaliera si riduce, perché vi è comunque un rallentamento delle attività.


Felce pianta: Consigli

Felce L'annaffiatura non deve essere troppo abbondante e nemmeno costante nel tempo, ma sarebbe opportuno controllare il terreno per valutare di volta in volta quanto si sia asciugato, questo per evitare che troppa acqua provochi problemi alle radici, ma anche che rovini gli apporti di sostanze nutritive alla pianta. Le piante di felce non necessitano di una vera e propria potatura dal momento che non presentano fiori, però sarebbe opportuno rimuovere periodicamente le varie fronde che si sono seccate, tagliandole direttamente alla base del terreno. Sono necessariamente da eliminare anche le fronde che presentano solo parti secche oppure che risultano rovinate. Questo procedimento favorisce lo sviluppo di nuovi rametti. Molto importante, se la pianta si trovasse vicino al riscaldamento, è di vaporizzare periodicamente le fronde.


Guarda il Video
  • pianta padre pio La zamioculcas è una pianta d’appartamento estremamente interessante in virtù di alcune caratteristiche peculiari che
    visita : pianta padre pio

COMMENTI SULL' ARTICOLO