Filodendro

La pianta amica degli alberi

Il nome del filodendro, philodendron, viene dal greco, e vuol dire letteralmente amico degli alberi. Questo accade perchè questa pianta, che è di origine tropicale e appartiene alla famiglia della Aracee, presenta all'altezza dei nodi delle radici aeree, per cui in natura cresce spesso avvinghiata ai tronchi degli alberi. In casa, infatti, in genere essa viene fatta abbarbicare a dei sostegni ricoperti di muschio. C'è da specificare però che non tutte le sue varietà hanno questa caratteristica: solo alcune sono epifite, ovvero necessitano di aggrapparsi ad un elemento verticale. Il filodendro produce anche fiori e frutti, ma le varietà coltivate li emettono solo molto di rado. La sua caratteristica più evidente sono invece le ampie foglie, molto robuste ed estremamente decorative.
Disegno botanico della varietà di philodendron cannaefolium

Catral Germania decorazione, pianta filodendro 70 cm, Verde, 70 x 15 x 15 cm, 74010013

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,51€


Le molteplici varietà di filodendro

Pianta di filodendro In natura, ed anche, di conseguenza, tra le varietà da appartamento, esistono molte tipologie differenti di filodendro, che si distinguono soprattutto per la forma ed il colore delle foglie, e per la natura o meno di pianta epifita. Quando producono fiori, ma come si diceva è un'eventualità davvero più unica che rara, essi sono caratterizzati da una spata esterna, ovvero una foglia di colore bianco, con un'infiorescenza verticale interna. Il frutto assomiglia all'ananas, e ne ha il sapore. Ecco alcune delle principali varietà di filodendro: - Philodendron Scandens, è uno dei più diffusi negli appartamenti. Ha foglie a forma di cuore e si arrampica su un sostegno. - Philodendron Hastatum; prende il suo nome dal fatto che le foglie sembrano le lance che usavano i soldati romani, e hanno colore verde chiaro. - Philodendron Erubescens; ha foglie che da giovani assumono una colorazione rossastra, che possono raggiungere anche i due metri di lunghezza.

  • Il filodendro Questo sempreverde rampicante dalle ampie e tipiche foglie proviene dall'America del Sud e fa parte del folto e variegato raggruppamento tassonomico delle Araceae. Solitamente posto in abbellimento al...
  • Monstera pianta Per quanto concere l'irrigazione della Monstera, è bene procedere in maniera piuttosto frequente e abbondante. Questa pianta ha, infatti, bisogno di quantità elevate di acqua per crescere bene, ma è a...

100% Originali rari 100pcs 10kinds mescolare i semi filodendro, foglia di vite, piante d'appartamento Anti Radiation assorbi semi dell'albero di polvere

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Come coltivare il filodendro

Foglia di philodendron hastatum Il filodendro non è una pianta che richiede cure particolari, nè un pollice verde spiccato. Infatti le sue necessità sono piuttosto elementari e facili da soddisfare. Per prima cosa, ama molto la luce, ma non il sole diretto che ne potrebbe bruciare le foglie. Tollera poco il freddo: già a temperature sotto ai 13 gradi soffre. Per questo è un'ideale pianta da appartamento, dove trova sempre un clima favorevole. In vaso, ha bisogno di un terriccio torboso, alla cui base andrebbero messi dei cocci di argilla per rendere il terreno drenante ed evitare i ristagni d'acqua. Il filodendro d'altrocanto necessita di abbondanti e frequenti innaffiature in estate: la terra non dovrebbe mai restare secca. In inverno invece si possono diradare le innaffiature. Una buona abitudine consiste nell'irrorare le foglie con dell'acqua a pioggia.


Filodendro: Concime, potatura, malattie del filodendro

Esemplare di Philodendron Erubescens Se il filodendro viene coltivato in vaso, questo va cambiato una volta l'anno fino ad arrivare al diametro massimo di 50 cm. Il periodo migliore per effettuare il rinvaso è tra febbraio e marzo. Per quel che riguarda il concime, gli andrebbe somministrato almeno una volta ogni tre settimane in primavera ed estate. Si deve usare un concime liquido, ricco di azoto. Per curare le foglie, meglio evitare i lucidanti che si trovano in commercio: basta limitarsi a rimuovere la polvere con un panno inumidito. Anche se il filodendro viene attaccato da parassiti, come la cocciniglia o il ragno rosso, il modo migliore per debellarli consiste nel lavare le foglie usando del cotone imbevuto di alcool oppure sapone. Il filodendro non deve essere potato, è sufficiente rimuovere le foglie ormai vecchie o morte.


  • filodendro Pianta da appartamento molto diffusa in Europa, ne esistono decine e decine di specie, tutte quante originarie dell'Amer
    visita : filodendro

COMMENTI SULL' ARTICOLO