L'aspidistra

Irrigazione dell'Aspidistra

Il peculiare sempreverde perenne proviene dai continenti asiatico e africano e fa parte del folto e variegato raggruppamento delle Liliaceae. Questa pianta erbacea da abbellimento, posta solitamente in locali interni, per quanto particolarmente adattabile necessiterà comunque di bagnature attente ed accurate, variabili nel corso dell'intero anno.Andrà, difatti, generosamente e costantemente irrigata nel periodo primaverile e estivo, con opportuna umidificazione anche delle foglie, mentre le annaffiature verranno limitate ed attenuate durante la stagione fredda, avendo cura di bagnare soltanto quando il terreno si presenti asciutto o addirittura disseccato. L'Aspidistra, difatti, non va mai esposta ad eccessive stagnazioni idriche, potenzialmente in grado di arrecare malattie e marciumi e ledere le radici della pianta.
Aspidistra

Albero da interno da Botanicly - Sanseveria laurentii - Altezza: 80 cm - Sanseveria laurentii

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,95€


Cura e coltivazione della pianta

Aspidistra appartamento L'Aspidistra è tipicamente una pianta da sistemare all'interno delle abitazioni o degli uffici e necessita di un terreno non eccessivamente pesante, con presenza di torba, limo ed elementi sabbiosi che rendano meno compatta la terra e favoriscano un idoneo ed efficace drenaggio.Questa pianta erbacea non abbisogna di particolari opere di sfrondamento e sarà sufficiente, per mantenerla in buona salute, la semplice rimozione, manuale o con idoneo utensile, di eventuali rami vecchi e del fogliame ormai ingiallito o disseccato.Mediamente ogni biennio, con l'arrivo delle prime giornate primaverili potrà essere sottoposta ad operazioni di rinvaso, con utilizzo di contenitori via via più grandi, onde evitare che le radici occupino tutto lo spazio interno ed ostacolino la corretta nutrizione del sempreverde.

  • Aspidistra coltivata in vaso Appartenente alla famiglia delle Liliaceae, l'aspidistra è una pianta erbacea originaria del continente asiatico quanto di quello africano, in particolare dell'Himalaya e del Giappone. L'aspidistra de...
  • Ficus lyrata Lasciare un piccolo angolo per la natura all'interno della casa o dell'appartamento non significa necessariamente dover includere piante appariscenti e visivamente molto impegnative, che potrebbero st...
  • Una zamia di medie dimensioni. La zamia appartiene alla famiglia delle Zamiaceae,piante che assumono l'aspetto di veri e propri cespugli, fusto corto e può raggiungere i tre metri di lunghezza. Le foglie sono succulente, lucide e c...
  • Sottobosco di felci Esistono moltissime specie di pianta di felce, molte delle quali vengono coltivate in appartamento o messe a dimora nei giardini per ornarli adeguatamente grazie alle foglie particolari e dai colori s...

1 giant set of 27 Tillandsien in at least 9 varieties

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€


Fertilizzazione e concimazione dell'Aspidistra

Pianta aspidistra Normalmente, la pianta sempreverde perenne viene collocata in un contenitore di media grandezza ed occorrerà perciò concimarla con assoluta regolarità, se si vogliono conferire i giusti nutrienti necessari per la crescita. La fertilizzazione andrà, quindi, effettuata ogni 25 giorni circa durante il periodo caldo primaverile ed estivo, con opportuna riduzione o finanche interruzione soltanto in autunno e soprattutto nell'inverno. Potranno essere adoperati nell'operazione fertilizzanti di natura solida, contraddistinti dal lento rilascio, ovvero più opportunamente di natura liquida, diluiti nell'acqua di annaffiamento. In entrambi i casi, dovranno essere specifici per il tipo di pianta e presentare, oltre ai necessari microelementi, un'adeguata e significativa presenza di azoto e potassio.


L'aspidistra: Esposizione alla luce e possibili malattie

Aspidistra fiore Questa pianta sempreverde potrà essere posizionata stabilmente all'interno di locali chiusi, anche per tutta la durata dell'anno.Nondimeno, sarà sistemata in un habitat aerato ed illuminato, ma non esposto ai raggi diretti del sole, temibili per il benessere delle foglie.Resiliente ed adattabile, il sempreverde potrà trovare alloggio anche in zone di penombra o quasi completamente ombrose, ma occorrerà sempre evitare condizioni climatiche troppo rigide e bruschi flussi d'aria. L'aspidistra, infine, può divenire preda di diversi pericolosi insetti, come ad esempio i pidocchi, il ragnetto rosso o la cocciniglia.Bisognerà allora provvedere velocemente alla loro completa eliminazione, rimuovendoli manualmente se possibile, oppure servendosi di detergenti o anche idoneo insetticida specifico.



COMMENTI SULL' ARTICOLO