La pachira

Come innaffiare la pachira

La pachira è una pianta che ha bisogno di quantità piuttosto considerevoli di acqua e di un'innaffiatura piuttosto regolare che solitamente viene svolta ogni 3 o 4 giorni. Prima di procedere con la bagnatura, tuttavia, è utile controllare il livello di umidità nel terreno specialmente lungo i primi 2 centimetri di profondità. Non procedere con l'irrigatura qualora il terreno risulti ancora bagnato, si rischierebbe solamente di sommergere le radici della pachira. La sommersione delle radici è la causa primaria del problema di marcitura delle stesse e della conseguente morte della pianta. Esiste inoltre la possibilità di utilizzare dei vasi a riserva d'acqua. Questi vasi rilasciano gradatamente l'acqua e permettono di irrigare la pianta solo una volta al mese, anche in presenza di un forte caldo.
Pachira appartamento

pianta vera da appartamento di Pachira acquatica intrecciata v24

Prezzo: in offerta su Amazon a: 44,9€


Come curare la pachira

Pachira vaso Il consiglio fondamentale per la corretta cura della pachira è quello di fornire alla pianta un vaso che garantisca la sua crescita libera. Dunque, è bene scegliere un contenitore di grandi dimensioni cosicché la pachira possa estendere le sue radici. La pianta va rinvasata annualmente prestando particolare attenzione alle radici durante il processo. La pachira non ha bisogno di potatura, è necessaria la sola rimozione delle foglie secche. La riproduzione della pianta può avvenire per seme o mediante talea. E' consigliato svolgere questo processo all'interno di serre, caratterizzate da un livello di umidità elevato essenziale per la pachira. Il luogo perfetto per la conservazione della pachira è la serra. Questa pianta ha infatti bisogno di temperature e umidità elevate. E' possibile conservare la pachira in casa, evitando di esporla al diretto contatto con i raggi solari.

  • Ficus lyrata Lasciare un piccolo angolo per la natura all'interno della casa o dell'appartamento non significa necessariamente dover includere piante appariscenti e visivamente molto impegnative, che potrebbero st...
  • Una zamia di medie dimensioni. La zamia appartiene alla famiglia delle Zamiaceae,piante che assumono l'aspetto di veri e propri cespugli, fusto corto e può raggiungere i tre metri di lunghezza. Le foglie sono succulente, lucide e c...
  • Sottobosco di felci Esistono moltissime specie di pianta di felce, molte delle quali vengono coltivate in appartamento o messe a dimora nei giardini per ornarli adeguatamente grazie alle foglie particolari e dai colori s...
  • Esemplare di Cyperus papyrus Il Papiro (nella sua varietà più comune, il Cyperus papyrus) è una pianta palustre sempreverde e dalle dimensioni molto imponenti, ha la conformazione di una canna di palude e un fusto assai robusto e...

PACHIRA ACQUATICA, pianta vera

Prezzo: in offerta su Amazon a: 22,9€


Come concimare la pachira

Frutto pachira La pachira deve essere concimata in primavera ed in estate. Questo procedimento va interrotto in autunno, periodo in cui la pianta entra nel suo periodo vegetativo. Per quanto riguarda questo processo, è consigliato l'utilizzo di un concime liquido che possa essere diluito con l'acqua di irrigazione. E' bene procedere ogni 3 o 4 settimane circa. Il concime consigliato deve contenere le tre sostanze chimiche fondamentali: azoto, fosforo e potassio. E' necessario ridurre leggermente le dosi rispetto a quelle indicate sulla confezione. Il terreno più adatto alla pachira è un terreno altamente drenante, in grado di garantire il mantenimento dell'umidità (requisito fondamentale per la corretta gestione della pianta). Inoltre, è consigliato utilizzare un letame fibroso durante la messa a dimora della pachira.


La pachira: Malattie e cure

Foglie pianta La pachira non è una pianta particolarmente soggetta all'attacco di parassiti o altri insetti. Tuttavia, a volte può capitare che venga colpita dalla cocciniglia. In questo caso la pachira mostrerà delle macchie sulle pagine inferiori delle foglie. E' possibile controllare meglio mediante l'uso di una lente di ingrandimento. Un rimedio contro la cocciniglia consiste nell'uso di un batuffolo di cotone imbevuto di alcol da utilizzare per la rimozione del parassita. Se le foglie della pianta iniziano ad appassire e successivamente ad assumere un aspetto quasi pulverulento per poi cadere, la pachira è stata colpita dal ragnetto rosso. E' consigliato aumentare le nebulizzazioni della pianta e procedere con dell'antiparassitario solo se l'attacco fosse particolarmente violento. La pachira può essere attaccata dagli afidi, meglio noti come pidocchi delle piante. In questo caso, utilizzare degli antiparassitari specifici.


  • pianta pachira La pianta di Pachira si presenta come una pianta che tende a crescere in paesi orientali dove c’è calore e la sua altez
    visita : pianta pachira

COMMENTI SULL' ARTICOLO