La pianta dai fiori di cera

Informazioni e cenni botanici

Le piante appartenenti al genere Hoya, conosciute in Italia come "fiori di cera", appartengono alla famiglia delle Asclepiadaceae ed annovera oltre duecento specie originarie del continente australiano ed asiatico. Hanno un portamento rampicante o arbustivo e, a seconda della specie, possono raggiungere notevoli altezze (alcune superano anche i 20 metri). Le foglie sono ovali e carnose, di colore verde lucido o screziate di giallo in base alla specie d’appartenenza, disposte su lunghi fusti succulenti dal portamento disordinato. I fiori sono a forma di stella, con cinque petali principali spessi e carnosi fusi tra loro, ricoperti da abbondante nettare viscoso di natura cerosa (da cui il nome volgare); si raggruppano in infiorescenze sferiche composte da circa 20 fiori. la specie più diffusa e commercializzata in Europa è la Hoya carnosa, con fiori di colore rosa pallido e portamento rampicante.
Piante di Hoya

Kentia Palma Lusso - Albero Artificiale da Arredo - Alto 240/290 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 367,99€


Alcune specie

Fiori di Hoya imperialis Delle oltre duecento specie di Hoya esistenti, sono poche quelle coltivate in Europa. La più comune è sicuramente la Hoya carnosa, originaria della Cina. Risulta essere particolarmente resistente alle temperature basse, ed è sovente coltivata in vaso sia sotto porticati che in casa. Le infiorescenze sono di media grandezza ed i fiori sono rosa. Altra specie piuttosto comune è la Hoya multiflora, simile alla precedente ma originaria della Malesia; i grappoli sono leggermente più grandi e folti rispetto a quelli della Hoya carnosa, ed il colore dei fiori varia dal crema al giallo. Inoltre, il portamento è più cadente che rampicante, pertanto si presta bene alla coltivazione in vasi sospesi. La Hoya purpurea, originaria anch’essa della Malesia, è meno diffusa ma comunque conosciuta per via delle infiorescenze ampie e di colore porpora. Una specie di straordinaria bellezza, ma difficile da trovare in Europa, è la Hoya imperialis, con fiori decisamente grandi rispetto alle altre specie e di colore viola intenso.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Il Frutto della actinidia chinensis L’actinidia appartiene alla famiglia delle Actinidiacee ed all’omonimo genere; le specie più importanti sono Actinidia chinensis, quella maggiormente coltivata, e Actinidia arguta, avente frutti picco...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

eBoot Pianta Gancio di Fiore Interno Esterno Pentole Sospesa di Pianta 48 Pollici, Grande, 4 Gambe, 2 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€
(Risparmi 4€)


La pianta dai fiori di cera: come coltivarla

Particolare dei fiori di cera Se si desidera coltivare i fiori di cera è bene scegliere una specie resistente e rustica, come la Hoya carnosa. Nei vivai specializzati è possibile acquistare delle piante giovani, vendute spesso in vasi sospesi, ma si può facilmente riprodurre per talea. All’inizio dell’estate si recide dalla pianta madre un rametto di circa dieci centimetri, accuratamente ripulito dalle foglie presenti alla base, e si cosparge abbondantemente con ormone radicante. Il substrato di accrescimento dovrà essere ben drenato, quindi al terriccio universale si aggiungerà della vermiculite fine o della sabbia di fiume. Per favorire la radicazione il vaso va esposto in una zona luminosa ma non a diretta esposizione solare, coperto con una piccola serra o un telo in pvc per evitare che si secchi troppo; esso infatti dovrà essere sempre umido, ma non fradicio, poiché la pianta dei fiori di cera teme i ristagni d’acqua.


Cura e travaso

Giovane <em>pianta dai fiori di cera</em> in vaso Dopo un paio di mesi, quando la pianta avrà prodotto nuovi germogli apicali, si potrà trasferire in un vaso più grande. I fiori di cera non si prestano agevolmente alla coltivazione in giardino, poiché nei periodi autunnali ed invernali le piogge renderebbero il terreno troppo umido, e le gelate improvvise potrebbero portare rapidamente alla morte la pianta. Una volta effettuato il travaso nello stesso tipo di terreno usato per la talea, bisogna creare un supporto idoneo per l’accrescimento della pianta: una piccola grata o dei tralicci di fero posizionati a forma di arco sono l’ideale. In estate la concimazione è essenziale, adoperando per lo scopo un prodotto ricco di nutrienti (azoto, fosforo, magnesio, ecc) da diluire in acqua. Durante il periodo di fioritura vanno eliminate le foglie ed i fiori ormai secchi, ma non bisogna mai reciderli poiché i fiori di cera producono nuove fioriture sullo stesso ramo dell’anno precedente, quindi è sconsigliata la potatura. Nelle regioni con temperature che scendono sotto i 10°C in inverno, la pianta va riparata una serra removibile o direttamente rincasata.



Guarda il Video
  • fiori di cera Al genere hoya appartengono centinaia di specie e cultivar, tutte originarie dell'Asia meridionale, dell'Australia e del
    visita : fiori di cera
  • pianta di cera L'hoya carnosa è in Italia nota con il nome "fiore di cera" per la delicatezza dei suoi petali rosa, tanto da meritarsi
    visita : pianta di cera
  • pianta padre pio La zamioculcas è una pianta d’appartamento estremamente interessante in virtù di alcune caratteristiche peculiari che
    visita : pianta padre pio

COMMENTI SULL' ARTICOLO