Pachira pianta

Pachira pianta

La Pachira pianta è un genere tropicale appartenente alla famiglia delle Malvaceae, originarie dell'America centro-meridionale, India e Africa. Le specie riconosciute sono circa settanta e si distinguono per il portamento ad albero, dalle piccole alle grandi dimensioni. La morbida plasticità dei fusti viene sfruttata intrecciando più piante insieme, creando un effetto estetico ed ornamentale, particolarmente elegante. Nei territori di provenienza è una pianta che può raggiungere anche i diciotto metri d'altezza, diventando un imponente albero dalla fitta chioma. In Italia il genere più coltivato, resistente e adatto al clima mediterraneo, è la cosiddetta Pachira aquatica. Il fusto è legnoso rivestito da una corteccia liscia mentre le foglie sono di forma lanceolata, dalle grandi dimensioni e di colore verde acceso.
Fogliame di Pachira

Pachira Aquatica Pianta Placcato con un fusto. Guiana Chestnut Tree

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,73€


Pachira coltivazione

Piante di Pachira di diverse dimensioni La coltivazione della Pachira pianta è abbastanza recente, viene consigliata come sempreverde da interni ma può crescere anche all'aperto se le condizioni lo permettono. Infatti, trattandosi di una pianta tropicale non riesce a resistere alle temperature invernali inferiori ai quindici gradi. Ama l'aria ma teme le correnti, non deve essere esposta troppo alla luce diretta del sole, poiché il calore tende letteralmente a bruciarle. La posizione ideale è luminosa ma riparata. Il terriccio deve essere mantenuto sempre umido, d'inverno le irrigazioni devono essere sporadiche e non abbondanti. La Pachira pianta teme i ristagni d'acqua e le eccessive annaffiature che compromettendo facilmente l'apparato radicale del vegetale. I fiori della Pachira sono estremamente compositi e particolari, purtroppo però il clima mediterraneo non aiuta la fioritura della pianta che rimane molto rara.

    Vivai Le Georgiche PACHIRA ACQUATICA

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 34,8€


    Riproduzione della pianta di Pachira

    Fiore di Pachira La moltiplicazione della Pachira pianta avviene attraverso due metodi: la semina oppure il taleaggio. Il primo metodo può essere effettuato con alcuni precisi accorgimenti e non garantisce la germinazione di piante uguali, poiché subentrano diversi fattori di variabilità genetica. È consigliabile utilizzare del terriccio fertile mischiato a una porzione di sabbia, deve essere riposto in un ambiente riparato e mite. L'umidità non deve mancare ed è importante per la germinazione. La talea invece, mantiene le caratteristiche strutturali della pianta madre. Il momento ideale per prelevale i rami è durante la stagione primaverile, da piante robuste ed in buona salute. Il taglio deve essere effettuato in senso obliquo, subito dopo è possibile interrare le talee in vaso e occorre mantenere costante l'umidità del terriccio. Le nuove piante vanno riparate e posizionate all'ombra, la temperatura non deve scendere al di sotto dei venti gradi.


    La Pachira aquatica

    Fiore di Pachira Sono diverse le varietà di Pachira pianta, quella che meglio si adatta al clima mediterraneo, più resistente al freddo è la Pachira aquatica. Conosciuta come Castagna del Malabar o anche Guiana viene coltivata abbastanza semplicemente in appartamento. Le foglie sono palmate, di forma pentalobate, lucide e di colore verde intenso. Non richiede un'esposizione al sole diretta ed è importante mantenere il terreno ben drenato e costantemente umido, in primavera può essere posizionata in ambienti aperti, facendo attenzione a non esporla ai raggi solari che possono facilmente bruciare le delicate foglie. Quando, in condizioni particolarmente favorevoli, entra nel periodo della fioritura, produce dei fiori molto vistosi, di grandi dimensioni, composti da petali lanceolati che si dischiudono a buccia di banana. Possono essere di colore bianco o giallo.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO