Pianta solanum capsicastrum

L'irrigazione

Le irrigazioni, finché sulla pianta vi sono le bacche, devono essere frequenti; naturalmente vanno regolate in base alle precipitazioni ed è necessario, di conseguenza, ridurle durante i periodi di piogge abbondanti. Il Solanum capsicastrum deve essere preservato dai temuti ristagni idrici, i quali, provocando diffusi marciumi dell'apparato radicale, determinano un significativo indebolimento dell'esemplare. Bisogna fare attenzione ad annaffiare soltanto quando il terreno è asciutto ma, contemporaneamente, non lasciarlo mai arido per troppo tempo. La somministrazione d'acqua è un'operazione importante e delicata e, pertanto, deve essere eseguita con meticolosità e accuratezza. Il metodo a goccia, in giardino, consente di non bagnare le foglie e di rivolgere i getti direttamente verso il suolo.
Solanum capsicastrum

Amazon.de Pflanzenservice - Set di 3 piante da interni, 1 x Dieffenbachia, 1 x Chamaedorea 1 x Dracena marginata, vaso da 10 - 12 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Consigli per la coltivazione

Bacche solanum capsicastrum Questa pianta si sviluppa facilmente in numerosi tipi di terreno, purché vi sia un buon drenaggio: si tratta di una caratteristica essenziale per scongiurare i suddetti ristagni idrici. La moltiplicazione si verifica tramite semina; i semi devono essere collocati in un contenitore riempito con manciate di terriccio amalgamato con della sabbia. La piantina va allevata in vaso nelle fasi iniziali della sua crescita, e soltanto dopo un anno può essere trapiantata in giardino oppure in un recipiente più grande. La fruttificazione è favorita da un'attenta potatura, svolta in modo da recidere solo i rami disseccati, rovinati o malati, utilizzando cesoie o strumenti analoghi: l'importante è che questi attrezzi si presentino perfettamente puliti, altrimenti si potrebbe incorrere nel rischio di infezioni.

  • Clivia Gli amanti dei colori caldi e dei più accesi arancioni non potranno che innamorarsi della clivia, pianta d'appartamento dalle dimensioni contenute ma dalla vivace fioritura, che costituisce un element...
  • Dracena marginata La dracena è una pianta che sviluppa una chioma caratteristica e molto decorativa, ma che non richiede moltissimo spazio per crescere e il suo sviluppo può essere facilmente contenuto: per queste ragi...
  • Gerbera Difficile non cedere al fascino delle gerbere: i fiori dalle ampie dimensioni e dalla forma molto semplice, simile a quella della margherita e della comune prataiola, si accompagnano all'allegria sgar...
  • Ipomea Gli amanti dei colori accesi non potranno non cedere al fascino dell'ipomea, pianta tropicale che sa coniugare tutta l'attrazione del colore con l'eleganza e la poesia della forma dei delicati fiori. ...

Galileo Casa pianta Monstera h70cm, Verde, Misure: h. 70 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,08€


La concimazione

Foglie pianta appartamento La concimazione va effettuata ogni quindici giorni se si sceglie di utilizzare un fertilizzante liquido da integrare all'acqua delle annaffiature; qualora, invece, si adoperi un prodotto granulare a rilascio lento, è opportuno procedere ogni due o tre mesi. È fondamentale fornire alla pianta i tre principali macroelementi, ovvero il fosforo, l'azoto ed il potassio, più ulteriori microelementi quali il magnesio, lo zinco, il manganese ed il ferro. Si consiglia, nel corso delle concimazioni autunnali, di ridurre la quantità di azoto somministrata, in quanto tale elemento, stimolando l'accrescimento dei tessuti, potrebbe indebolire l'esemplare in vista dell'inverno. D'altra parte, nessuno dei tre macroelementi deve mancare alla pianta: in caso contrario si verificherebbe un notevole rallentamento dello sviluppo.


Pianta solanum capsicastrum: Esposizione, malattie e parassiti

Ragnetto rosso Per l'esposizione del Solanum capsicastrum si suggerisce un ambiente ben illuminato, ma riparato dalle correnti d'aria fredda e dalle intemperie; la temperatura perfetta per questa pianta si aggira intorno ai 20°C. Possono verificarsi, soprattutto in caso di umidità sovrabbondante, malattie fungine come le muffe e l'oidio, contrastabili con anticrittogamici specifici; è indispensabile intervenire in tempo, prima che il fungo si propaghi eccessivamente. Tra i parassiti, molto fastidiosi sono i ragnetti rossi, i quali provocano il disseccamento delle foglie e, nei casi più gravi, la formazione di zone necrotiche sulla pianta: il sapone di Marsiglia sciolto in una bacinella piena d'acqua rappresenta un ottimo rimedio naturale, ma in alternativa è conveniente anche il macerato d'ortica, da applicare sulle aree danneggiate.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO