Pianta velenosa

Piante velenose

La mancinella è una pianta velenosa che presenta caratteristiche altamente tossiche. I rami contengono alcune sostanze che potrebbero portare ad irritazioni degli occhi e della pelle in caso vengano spezzati e si entri in contatto con i liquidi secreti. I frutti della mancinella, in caso di ingestione, risultano essere molto velenosi e potrebbero provocare gonfiore della gola, problemi alla respirazione e disturbi gastrointestinali.Lo Stramonio comune è una pianta che appartiene alla famiglia delle Solanaceae e che risulta molto tossica a causa delle presenza di alte concentrazioni di alcaloidi. I semi se ingeriti hanno proprietà allucinogene, oltre a provocare disturbi come la nausea, i crampi, i dolori addominali, fino alla morte se ingeriti in dosi massicce e con un intervento tardivo.
Stramonio

Vivai Le Georgiche Dionea Muscipula (Carnivora)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,3€


Piante tossiche

Aconito L'Aconito napello è una pianta tossica diffusa sulle Alpi, la cui ingestione potrebbe provocare bruciore alla bocca, il vomito, la diarrea, delle irregolarità nella pressione arteriosa e dei disturbi del battito cardiaco. Ingerita in grandi quantità provocherebbe una condizione di coma e in alcuni casi la morte.L'Eupatorium rugosum contiene una elevata dose di tremetolo. Questa sostanza è presente nelle foglie e negli steli e potrebbe provocare dei tremori, delle crisi cardiache e potrebbe portare alla morte.Il tasso è una pianta velenosa, in particolare vi sono alte concentrazioni di alcaloidi nelle bacche. I frutti se ingeriti potrebbero causare la morte a seguito di una paralisi del cuore o della respirazione. In casi meno gravi potrebbe provocare tremori, problemi respiratori e cardiaci e debolezza.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

LED Grow Lampada per piante di Aokey per piante da interni |5 W regolabile 3 modalità & 2-Clip a livello dimmerabile lampada da scrivania con collo flessibile a 360 ° per ufficio, casa, per Indoor giardino serra per piante luce Grow luce piante lampade 2016

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€
(Risparmi 8€)


Specie di piante tossiche

Ricino Il ricino non è pericoloso, solo i semi contengono una sostanza tossica, la ricina, considerata uno dei più letali veleni naturali.La belladonna è una pianta velenosa a causa delle sue bacche, che in caso di ingestione provocherebbero il coma o la morte. I sintomi che si potrebbero riscontrare da un avvelenamento da belladonna potrebbero essere secchezza delle fauci, vomito, fotosensibilità degli occhi, un forte prurito e le allucinazioni.L'abro contiene nelle bacche una sostanza tossica, la abrina, in grado di provocare la morte. Questa tossina è in grado di bloccare la sintesi delle proteine, provocando la disidratazione, la nausea, il malfunzionamento dei reni e del fegato.La cicuta è una pianta, che a causa della sua tossicità, è in grado di provocare la morte. La pianta contiene alcaloidi, con alte concentrazioni nelle foglie, nei fusti, nei fiori e nelle radici.


Pianta velenosa: Specie di piante velenose

Oleandro L'oleandro presenta caratteristiche tossiche in tutta la pianta. L'ingestione di parti di essa potrebbero provocare tachicardia, dei disturbi all'apparato gastrico e del sistema nervoso. La sostanza tossica è l'oleandrina oltre a differenti tipologie di alcaloidi.Altre tipologie di piante velenose potrebbero essere l'erica con le tossine contenute nei fiori che provocano bruciori alla gola, disturbi cardiaci e convulsioni. La ginestra contiene una sostanza simile alla nicotina molto tossica per l'uomo. Le bacche di erica potrebbero provocare problemi gastroenterici, la diarrea, un'iperattività, delle difficoltà respiratorie, il coma. Il mughetto contiene una sostanza tossica che potrebbe essere in grado di rallentare il battito cardiaco. Le bacche di vischio risultano mortali se ingerite.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO