Piante da appartamento resistenti

Piante da appartamento resistenti - Sansevieria

Tra le piante da appartamento resistenti si ha la Sansevieria, che si trova spesso negli appartamenti e nei terrazzi come pianta ornamentale. La Sansevieria è un genere della famiglia delle Agavaceae, originaria delle Indie e dell'Africa tropicale, che include circa 50 specie. È una pianta sempreverde con foglie carnose lunghe e strette, di un colore verde scuro e con screziature bianche. Questa pianta necessita di un'illuminazione diffusa e di una temperatura calda e costante, tipica degli appartamenti. Produce dei piccoli fiori che, però, fioriscono molto raramente in appartamento. La Sansevieria è una pianta a crescita molto lenta e, se curata in modo adeguato, dura moltissimi anni: non necessita di annaffiature frequenti ed è importante evitare gli eccessi d'acqua che potrebbero causare ristagni.
www.instanthealthyliving.com

Aokey Grow Led Luce per Piante 14W Lampada da Coltivazione Indoor Idroponica Lampada Crescita Luci Piante con collo di cigno flessibile a 360° LED Grow Light per Piante Verdure e fioritura

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,99€
(Risparmi 15€)


Beaucarnea recurvata

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com La Beaucarnea recurvata (detta pianta mangiafumo) è una pianta caudiciforme decorativa, di origine messicana. Il suo soprannome è dovuto alla dicitura secondo cui questa pianta assorbirebbe gas nocivi, rendendo più salubre l'aria. Essendo una pianta succulenta o, come più spesso si suol dire, una pianta grassa, può sopportare per lunghi periodi la carenza d'acqua. È adatta sia agli esterni sia agli interni di un appartamento, posizionandola in un ambiente illuminato, ma non direttamente alla luce del sole. È caratterizzata da un fusto globoso nella parte bassa, sovrastato alla sommità da un folto ciuffo di foglie sottili: assume così una forma a bottiglia, panciuta alla base e più stretta nell'alto. In natura può raggiungere anche i 10 metri d'altezza, in appartamento può spingersi fino ai 2 metri.

    18 tasche verticale parete giardinaggio pianta parete appesa montagna piantatrice pianta sacchetto feltro crescere sacchetto per fiori vegetali indoor outdoor balcone + 18 pezzi vaso da fiori (verticale 18 tasche)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 29,99€
    (Risparmi 20,01€)


    Aloe vera

    www.howtogrowstuff.com Le specie del genere Aloe sono forse le più famose piante succulente dell'Africa meridionale. Ne esistono oltre 550 specie. In particolare, la pianta di Aloe vera, può essere accudita facilmente nel proprio appartamento e dev'essere protetta dal gelo e le correnti fredde. È una pianta resistente, che ama i luoghi luminosi e asciutti: la luce solare diretta avvantaggia la sua prosperità. Può raggiungere l'altezza di un metro, è priva di fusto e possiede delle foglie semplici, con dei piccoli denti sui lati, disposte a ciuffo. Oltre che per il valore ornamentale, l'aloe vera viene sfruttata anche dalle industrie farmaceutiche e di cosmetici, per le sue proprietà benefiche. La pianta di Aloe non necessita di potature e dev'essere innaffiata con moderazione, ha quindi una limitata esigenza in quanto all'irrigazione.


    Dieffenbachia

    http://mrec.ifas.ufl.edu Le Dieffenbachia sono un genere con circa 30 specie di erbacee perenni sempreverdi. È originaria dei paesi tropicali dell'Asia e dell'America centrale. Questa pianta ha un corto fusto robusto e foglie variegate molto grandi, oblunghe, macchiate di bianco, avorio o verde chiaro. È tra le piante da appartamento più diffuse, oltre che per la sua particolare bellezza, per la sua resistenza e facilità di cura. La Dieffenbachia necessita di una temperatura costante e le annaffiature devono essere rare ma abbondanti. Questa pianta ama la luce intensa, ma non l'esposizione diretta ai raggi del sole e, se curata adeguatamente, cresce vigorosa (fino a un metro di altezza) e sopravvive per molti anni. Il suo fogliame vasto e brillante contribuisce al valore decorativo della pianta, che si adatta ad ogni tipo di appartamento.



    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO