Piante da casa

Piante da appartamento: Il cactus

Una pianta da appartamento che molte casalinghe decidono di acquistare è senza dubbio il cactus, collocato spesso in cucina, in prossimità di balconcini e davanzali. Si tratta di una piantina che proviene dalla serra e non, come molti erroneamente ritengono, da un deserto o da un qualsivoglia luogo arido; per tale ragione, essa necessita di acqua e luce a sufficienza, nonché di taluni fertilizzanti atti a favorirne la crescita. Un cactus necessita di almeno 8 ore al giorno di luce diretta, ancor meglio se si tratta di luce naturale. Al momento dell'acquisto, ci si troverà ad accudire un esemplare di piccole dimensioni, dunque esso può restar nel vasetto ricevuto dal rivenditore anche per alcuni mesi; si dovrà in seguito provvedere a fornirgli un contenitore più capiente. Il costo di un cactus oscilla solitamente tra i due e i cinque euro.
In foto, un esemplare di cactus

Vaso per piante "cuore di betulla", set da 2 pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Il tronchetto della felicità

In foto, un esemplare di Dracaena (tronchetto della felicità) Un'altra pianta da appartamento molto comune e, solitamente oggetto di regalo in caso di matrimonio o particolari ricorrenze, è la Dracaena, più comunemente nota come 'Tronchetto della felicità'. Essa si presenta assai simile ad una palma, essendo dotata di un fusto legnoso, piuttosto alto e di poche foglie verdi, che crescono esclusivamente sull'estremità superiore. Coltivare un trochetto della felicità è un'operazione tutt'altro che complessa, per quanto qualche problematica possa esser causata dalle eccessive dimensioni in altezza che la pianta potrebbe raggiungere in qualche anno (in rari casi si parla anche di dieci metri). Questa piantina necessita di poca luce e un eccesso di luminosità potrebbe causarne l'ingiallimento delle foglie; il suo costo si aggira intorno ai 40 euro.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Fiori di Pesco Il pesco è originario della Cina, dove tutt’ora lo si può ancora rinvenire allo stato spontaneo. Alessandro Magno, in seguito alle sue spedizioni contro i Persiani, portò il pesco in Grecia, mentre i ...
  • Pianta di Susino con frutti Il susino appartiene alla famiglia delle Rosacee, alla sottofamiglia delle Pruniodee, o Drupacee, ed al genere Prunus; le specie più importanti sono il susino europeo e quello giapponese.Il susino e...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

Piante Vaso, Y & M (TM) Eleganza interna per casa e vasi da fiori in ceramica Piante Vaso per piante grasse e cactus

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


L'orchidea

In foto, un esemplare di orchidea Le orchidee sono piante dotate di una bellezza magica, con colori incredibili, forme e profumi davvero suggestivi. Forse è proprio questo che contribuisce alla convinzione che esse siano difficili da gestire; in realtà, la maggior parte delle orchidee non sono piante complesse, ma piuttosto sono dotate di una certa longevità e di una elevata resistenza. Trattandosi di fiori tropicali, occorrerà tenere a mente che è importante riuscire a riprodurre anche nella propria casa, un ambiente in grado di avvicinarsi il più possibile alle sue condizioni climatiche originarie; una componente fondamentale è senza dubbio l'umidità, ma bisognerà provvedere a innaffiare la propria piantina con una certa frequenza, in modo da garantirle un terreno sempre umido. Per garantirsi una piantina di orchidea occorrerà spendere almeno otto/dieci euro.


Piante da casa: La Pachira o 'pianta dei soldi'

In foto, un esemplare di Pachira La pachira è una pianta con tronco intrecciato, di piacevolissimo aspetto, regalata solitamente per buon augurio da amici e parenti e, per tale ragione, soprannominata 'pianta dei soldi'; essa necessita di una serra calda con una temperatura minima di 16-18°C, alla quale deve combinarsi un alto tasso di umidità. Il terriccio deve esser sempre umido ed è preferibile che sia composto da letame fibroso misto a terra di foglie. In queste condizioni la pianta non è in grado di produrre frutti e può quindi esser mantenuta allo stadio giovanile senza che cresca eccessivamente. La pachira va tenuta rigorosamente all'interno della propria abitazione e non va eccessivamente esposta ai raggi solari, che ne potrebbero causare la morte. Una 'pianta dei soldi' costa mediamente tra i trenta e i quaranta euro.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO