Plumeria

Plumeria

Appartenente alla famiglia delle Apocynaceae, il genere Plumeria, è conosciuto anche con i nomi “Plumiera” e “Pomelia”, anche se è ancora più conosciuto con il nome “Frangipani”. La Plumeria è una pianta che ha avuto origine nelle zone tropicali dell’America centrale e nei Caraibi, posto in cui è considerata un vero gioiello della natura. E’ la pianta esotica per eccellenza, solo osservandola e annusando il suo profumo ci ricorda i paesi tropicali. Queste piante hanno un portamento arbustivo e, nei paesi di origine, raggiungono anche i 10 metri di altezza. Hanno delle radici piuttosto sviluppate, dei fusti altrettanto ramificati e sono costituiti da una corteccia rugosa sulla quale restano i segni lasciati dalle foglioline cadute. Il fusto ed i rami sono fibrosi e sono colmi di una sostanza biancastra. La forma e la struttura delle foglie varia in base alla specie di appartenenza, possono essere persistenti o cadere durante il periodo invernale, possono essere ovali, alterne, picciolate o intere. Anche il colore varia in base alla specie, possono essere di un verde intenso o meno. I fiorellini di questa bellissima pianta variano tra i 5 e i 10 centimetri di lunghezza, sono costituiti da 5 a 7 petali e sono riuniti vicino ai rametti. I colori sono vari, cambiano dal bianco al giallo, all’arancio, al rosa e al rosso.
fiori plumeria

Giardino delle piante 200PCS / BAG Plumeria (Frangipani, Hawaiana Fiore) Semi, rari semi di fiore esotico Bonsai Seed

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Coltivazione

possibili coloriLa coltivazione di queste piante non è affatto difficile, l’importante è ricordare le loro zone di origine. Il nemico delle Plumerie è il freddo, esse amano le alte temperature, il sole e l’acqua. La loro esposizione ideale è ai raggi diretti del sole, può essere coltivata sia in vaso che in piena terra e può essere tenuta sia all’esterno che all’interno. Durante il periodo invernale, le temperature, non devono scendere al di sotto dei 5°C, il freddo può danneggiarle e portarle alla morte. SE la coltiviamo in vaso, in inverno, è consigliabile porre la pianta in luoghi interni e riparati da freddo. Sono piante che entrano in uno stato di riposo vegetativo, infatti, nei periodi freddi, interrompono ogni tipo di funzione svolto da esse durante le belle stagioni. Il terriccio ideale per queste piante è un terreno che garantisca un buon drenaggio ma allo stesso tempo deve mantenere un buon tasso di umidità per alcuni giorni. Un buon miscuglio potrebbe essere formato da una parte di terreno fertile, una parte di sostanze organiche, una parte di corteccia grossolana e una parte di perlite o sabbia grossolana.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

50 semi giardino della casa del Frangipani Plumeria Rubra Lei Egg Fiore regalo semi bonsai molto facile pianta piante per interni fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Rinvaso ed annaffiature

Questi tipi di piante vanno rinvasate nel mese di aprile ogni anno. Le Plumerie sono piante che esigono di tanto spazio per far sviluppare l’apparato radicale e quindi, si consiglia di spostarle in vasi un po’ più grandi di quelli precedenti. Per comprare il vado delle dimensioni giuste basta calcolare un vaso di 4 litri per ogni 30 centimetri di altezza della pianta. Per quanto riguarda la scelta del vaso è preferibile scegliere quello in terracotta in modo tale da permettere alla pianta di respirare. Le plumerie vanno annaffiate, dal periodo primaverile a quello estivo, abbondantemente ma facendo attenzione a non favorire la formazione di ristagni idrici. Queste piante vanno annaffiate solo nel momento in cui il terreno si sia asciugato completamente, in caso contrario bisogna aspettare ancora. Nel periodo autunnale, quando le foglie ingialliscono, le annaffiature vanno diminuite pian piano fino a sospenderle completamente. L’acqua è un elemento fondamentale per la vita delle piantine ma soprattutto per ottenere delle abbondanti e splendide fioriture. Durante il periodo estivo, l’acqua tende ad evaporare più velocemente e lascia umidità nell’aria per tempi troppo brevi. Per evitare evaporazioni troppo rapide potremmo utilizzare del pacciame in modo tale che, durante il periodo estivo, le radici staranno al fresco mentre, durante l’inverno, staranno al caldo.


Concime

La concimazione, per le piante, è una procedura fondamentale dal momento che garantisce gli elementi nutritivi di cui hanno bisogno. Le Plumerie vanno concimate per tutto il periodo primaverile e quello estivo ogni 2 o 3 settimane. Il concime da utilizzare deve essere un fertilizzante liquido da diluire nell’acqua utilizzata per le annaffiature. Le concimazioni vanno sospese nel periodo autunnale ed in quello invernale dato che le piante vanno in riposo vegetativo. Per assicurarci che la pianta si riprende bene, dopo il risposo vegetativo, potremmo somministrarle del concime bilanciato in Azoto, Fosforo e Potassio seguendo la formula 30:30:30. Durante il periodo primaverile sostituiamo al concime precedente un concime con quantità maggiore di Fosforo seguendo la formula 10:50:10. Il concime da utilizzare per queste piante oltre a contenere i macroelementi quali Azoto, Fosforo e Potassio deve contenere anche i microelementi quali Ferro, Zinco, Boro, Rame, Magnesio, Manganese e Molibdeno. Ogni elemento contenuto nei fertilizzanti è importante per una corretta crescita della pianta. La Plumeria è un gioiello della natura e, in virtù di ciò, va curato e trattato come tale.




COMMENTI SULL' ARTICOLO