Schefflera

Caratteristiche generali della Schefflera

E' la pianta dei naufraghi, questa: la frizione di due pezzi di legno secchi, fra di loro, provoca una scintilla che accende un fuoco. Scherzi a parte, le tribù Maori della Nuova Zelanda, accendono veramente il fuoco in questo modo, utilizzando il legno della Schefflera digitata. La Schefflera giovane è molto diversa da quella adulta, per via delle sue foglie grandi, rispetto al fusto, ed al fatto che è fornita di sole tre foglioline mentre l'adulta, a seconda della specie, viene venduta quando ne possiede da cinque a nove. Sono più aggraziate le piante adulte, posseggono più foglie e meglio predisposte, anche per questo il loro costo è più elevato. Esiste anche una specie di Schefflera con foglie variegate, ma rimane più piccola come pianta e ha bisogno di più luce rispetto alle altre varietà.
Schefflera

Schefflera - Albero Artificiale Da Arredo Interno - Alto 150 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 71,99€


Coltivazione della Schefflera

Schefflera 'Gold Capella'La Schefflera patisce al sole diretto, ma ama la luce; anche se si adatta a vivere in zone d'ombra. Non sopporta affatto, invece, le correnti d'aria. Regge bene il caldo esterno e necessita di annaffiature una sola volta alla settimana, in primavera, che diventano due-tre in estate. Sia in estate che in inverno nebulizzategli le foglie con un vaporizzatore, utilizzando acqua non calcarea, per rinfrescarla dal calore del sole o dall'eccessiva aria secca dei termosifoni. Il terreno ideale è quello mischiato con torba e ben drenato. La temperatura non deve scendere al di sotto dei 12°C, meglio se rimane tra i 15° e i 18°C. Concimatela iniziando ad aprile e proseguendo fino a settembre, con fertilizzante per piante verdi una volta al mese. Non va potata, ma legata ad un sostegno con della rafia.

    Gerda Schefflera Plant. Plant. bicolore con ombrello, 50 cm di altezza ca.

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,02€


    Moltiplicazione della Schefflera

    Bacche di ScheffleraSi può moltiplicare per seme o per talea. Se volete procedere con la semina, troverete i semi dai rivenditori di sementi. Successivamente dovrete procurarvi un vassoio per la semina con dei buchi per drenare l'acqua e mettervi dentro un preparato di sabbia e torba in eguale quantitativo. A questo punto adagiatevi sopra i semi, coprendoli con un velo di terra e con della vermiculite: passare la luce e mantiene umido il terreno. Il tutto andrà tenuto in un ambiente tra i 15 e i 18 °C, in semi ombra e vaporizzato giornalmente; nel giro di alcune settimane le piantine germoglieranno. Se invece avete optato per la talea, potrete muovervi fra la tarda primavera e l'inizio dell'estate: con le cime dei rami preparerete le talee, dopo averle ripulite dalle foglie nella parte bassa; terriccio identico a quello per la semina.


    Principali parassiti e patologie

    Icerya purchasi... al lavoro Se vedete delle ragnatele sottili sotto le foglie con piccolissimi puntini è il ragnetto rosso. Se invece notate degli insetti neri o verdastri che fanno arricciare ed appiccicare le foglie sono gli afidi ( la sostanza appiccicosa che le imbratta è la mielata che secernono). Puntini scuri lungo il fusto, sotto le foglie o insetti cotonosi bianchi indicano la presenza delle cocciniglie. Se la pianta si allunga e le foglie si distanziano tra loro c'è troppo caldo e luce scarsa. Quando le foglie tendono a diventare chiare e perdono il colore uniformemente vuol dire che la pianta è da concimare. Contro afidi lotta biologica, con le coccinelle; per le cocciniglie batuffolo di cotone imbevuto di alcool, lancio di Cryptolaemus montrouzieri, un coccinellide che si ciba di cocciniglie; in alternativa lotta chimica.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO