Stella di natale fioritura

La stella di Natale: il luogo da cui proviene, la sua diffusione

La stella di Natale è una pianta ornamentale originaria di Messico e centroamerica, che allo stato selvatico ha l'aspetto di un arbusto e può raggiungere i 3-4 metri di altezza, mentre gli esemplari oggi in commercio sono per lo più ibridi di dimensioni adatte all'uso domestico. Il nome scientifico è Euphorbia pulcherrima, ossia la più bella tra le euforbie. Gli Aztechi la utilizzavano in celebrazioni rituali come simbolo di purezza, ed in tali circostanze la conobbero i conquistadores spagnoli giunti nel XVI secolo. Ma bisogna attendere il XIX secolo perché la stella di natale varchi i confini della sua terra d'origine, portata negli Stati Uniti dall'ambasciatore Joel Roberts Poinsett, che la fece conoscere e classificare, e da cui deriva il nome Poinsettia, con cui è anche conosciuta, specialmente nei paesi di lingua inglese. La specie originale, quella più amata e conosciuta, ha la brattee rosse, ma ne sono state prodotte varietà dei più diversi colori ed anche variegate.
Bell'arbusto di stella di Natale allo stato selvaggio

100pcs semi Plumeria hawaiano Frangipani della gomma piuma dei fiori per decorazione della festa nuziale Romance cioccolato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Leggende sull'origine, l'associazione con il Natale e altre curiosità

La caratteristica infiorescenza della stella di Natale In Messico, la sua terra d'origine, alla stella di Natale viene attribuito il significato di amore verso gli altri e fiducia, speranza e purezza. Diverse sono le leggende legate alla nascita di questa pianta. Secondo una di queste, la stella di Natale deve le sue foglie rosso intenso al fatto che Dio, vedendola scarsamente apprezzata dagli uomini, la volle premiare tingendole le foglie col proprio sangue e trasformandola così in un simbolo di amore e rinascita.Un'altra leggenda narra la commovente storia di Lola, una bambina molto povera che alla vigilia di Natale, non avendo nulla da offrire, si disperava non sapendo come poter dimostrare la propria devozione, quando all'improvviso una voce, accompagnata da un intenso bagliore, le disse di raccogliere dell'erba: questa, posata sull'altare, si trasformò in una bellissima pianta con delle stelle rosse luminose al posto dei fiori. Per questo in Messico la stella di Natale viene chiamata Fiore della notte santa, Flor de la Noche Buena.In Francia è chiamata stella d'amore e viene regalata anche alla Festa della Mamma, in Perù e in Cile è chiamata corona delle Ande e foglia infuocata.

  • Clivia Gli amanti dei colori caldi e dei più accesi arancioni non potranno che innamorarsi della clivia, pianta d'appartamento dalle dimensioni contenute ma dalla vivace fioritura, che costituisce un element...
  • Dracena marginata La dracena è una pianta che sviluppa una chioma caratteristica e molto decorativa, ma che non richiede moltissimo spazio per crescere e il suo sviluppo può essere facilmente contenuto: per queste ragi...
  • Gerbera Difficile non cedere al fascino delle gerbere: i fiori dalle ampie dimensioni e dalla forma molto semplice, simile a quella della margherita e della comune prataiola, si accompagnano all'allegria sgar...
  • Ipomea Gli amanti dei colori accesi non potranno non cedere al fascino dell'ipomea, pianta tropicale che sa coniugare tutta l'attrazione del colore con l'eleganza e la poesia della forma dei delicati fiori. ...

Room Plant Mix I Set of 3, 1x Dieffenbachia, 1x Areca Palm (Chrysalidorpus) 1x Zamio Palm (Zamioculcas), 10-12cm Pot

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€


La fioritura della stella di Natale, le sue esigenze colturali

Fioritura di stelle di Natale dalle brattee rosse e rosa Contrariamente a quanto siamo portati a pensare, quelli che sembrano i grossi petali rossi del fiore della stella di Natale sono in realtà delle brattee, foglie modificate che fanno da corona al fiore vero e proprio che, come in tutte le Euphorbiacee, viene detto ciazio. E' formato da un insieme di fiori maschili, ridotti a stami, piccoli e di colore giallo verde intorno a un fiore femminile. Le foglie sono lunghe fino a 15 cm, mentre l'infiorescenza completa può misurare 30 cm. E' una pianta non rustica e dalla coltura impegnativa, ha bisogno di una temperatura costante tra 16 e 22 °C, pertanto nelle aree temperate calde può essere coltivata all'esterno; può vivere anche a temperature più basse ma non sopporta il gelo. E' una pianta fotoperiodica in quanto il suo ciclo vitale è influenzato dalla quantità di luce che riceve, la fioritura della stella di Natale avviene infatti nel periodo invernale, quando le ore di luce sono minori. In questo periodo andrebbe concimata ogni quindici giorni con fosforo e potassio, ed annaffiata ogni 2-3 giorni.


Stella di natale fioritura: Come far sì che la fioritura si ripresenti di anno in anno

Stelle di Natale dalla classica tonalità rosso acceso Quando il periodo di fioritura della stella di Natale finisce, la pianta perde le brattee rosse e spesso anche le altre foglie, non è però il caso di buttarla via, perché se ha buone radici può tranquillamente vivere per tutto l'anno e rifiorire. Ma è necessario seguire alcune accortezze. Prima di tutto, è opportuno potarla recidendo gli steli di circa 10 cm, facendo attenzione nel maneggiarla, in quanto la pianta e il lattice che ne fuoriesce posseggono una certa tossicità. Dagli steli tagliati si possono ottenere talee e quindi nuove piantine. Sistematela in casa o all'esterno, in un luogo luminoso, ma protetto dalla luce diretta del sole, ventilato, ma non soggetto a correnti d'aria. Il terreno va mantenuto leggermente umido, pertanto occorre annaffiare solo quando è quasi asciutto. Da ottobre, in vista della fioritura, la pianta va sistemata in un luogo dove possa trascorrere buona parte della giornata al buio, circa 15 ore, o in alternativa può essere coperta; ma per il resto della giornata la posizione deve essere ben soleggiata. In questo modo la nostra pianta ci allieterà nuovamente con la sua caratteristica fioritura.



COMMENTI SULL' ARTICOLO