Stelle di natale

Le origini delle Stelle di Natale

Le Stelle di Natale sono state viste da occhi europei, per la prima volta, nel lontano 1520 dagli uomini del comandante Hernan Cortes, inviato in Centro-America da Velasquez. Gli spagnoli le notarono quando conquistarono la città di Tenochtitlán, la capitale Azteca. Notarono che i fiori ed i frutti della Stella di Natale venivano destinati a Montezuma, il loro imperatore. Nel 1825 l'ambasciatore degli Stati Uniti in Messico, Robert Poinsett, cominciò a coltivarle nel giardino di casa sua, in Carolina. In suo onore i botanici le diedero il nome di Euphorbia Pulcherrima, che prese il nome "volgare" di Poinsettia, in onore dell'ambasciatore. Per gli Aztechi queste piante rappresentavano il simbolo della purezza. Il fatto che in occidente vengono accostate al Natale, è dovuto ad una vecchia leggenda Messicana che racconta di un bimbo molto povero, che non avendo nulla da donare a Gesù, la notte di Natale raccolse foglie e sterpi, adornandoli con le foglie di queste piante. Da allora la Poinsettia è chiamata "Stella di Natale".
Stella di natale

Salcar Illuminazione effetto LED con stelle bianche calde, proiettore lampada da giardino, decorazione della parete, illuminazione per feste, illuminazione del giardino per feste, Natale, Carnevale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39,99€
(Risparmi 13,33€)


Significato e curiosità

Stelle di Natale in vivaio In Messico le Stelle di Natale sono di buon auspicio e devono il loro nome a dei monaci. Il momento in cui queste piante sono al massimo del loro splendore è proprio il periodo natalizio: agganciandosi alla vecchia leggenda, di cui abbiamo già parlato, cominciarono a chiamarle "Stelle di Natale". Ma queste bellissime piante sono anche benefiche: pare che, tramite le loro foglie, riescano a purificare l'ambiente che le circonda dai vapori chimici di sostanze dannose per il nostro organismo. Bisogna sapere che le Stelle di Natale, come molte specie di Euphorbiacee, una volta incise secernono un liquido irritante di colore biancastro. Nel caso veniste a contatto con questo liquido, sarà bene che non vi tocchiate né la bocca e nemmeno gli occhi, altrimenti andreste incontro a fastidiosi pruriti ed irritazioni. La fuoriuscita del liquido è facilmente arrestabile mettendo del terriccio sui tagli.

  • Stella di Natale Il nome scientifico delle stelle di Natale è euphorbia pulcherrima. E' una pianta originaria dell'America centrale ma da molti anni di è naturalizzata anche in altri paesi del mondo caratterizzate da ...
  • Ibridi di Poinsettia Il nome "Poinsettia" deriva da Joel Roberts Poinsett, il primo ambasciatoredegli Stati Uniti in Messico che portò la pianta negli USA nel 1825. L'ambasciatore era rimasto colpito da questa pianta, spo...
  • Illustrazione botanica delle brattee della stella di Natale Ogni Natale, una delle piante da appartamento che quasi sicuramente si riceverà in regalo, o che si userà per fare a nostra volta un dono, è la cosiddetta stella di Natale. Il nome botanico della stel...
  • stellanatale4 Tra le piante ornamentali da appartamento, un posto di primo piano spetta sicuramente alla Stella di Natale, piccolo arbusto originario del Messico e tipico delle aree con clima caldo o tropicale. In...

Stella Cometa con effetto rincorsa, 85 x 33 cm, 50 led bianchi, cavo trasparente, luci natalizie, stelle di Natale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,24€
(Risparmi 4,8€)


Stelle di Natale: facciamole durare

Periodo di vegetazione Per prima cosa dovete stare molto attenti all'innaffiatura. Le Stelle di Natale non vogliono molta acqua, infatti dopo averle irrorate, bisogna aspettare che il terriccio sia perfettamente asciutto per bagnarle di nuovo. Durante la fase di fioritura, ovvero quando espongono il bellissimo fiore dal caratteristico colore rosso, ma ne esistono anche di bianche, non necessitano di particolari concimazioni. Nel periodo di vegetazione, quando hanno solo foglie verdi, invece sarà bene concimarle con fertilizzanti a base di potassio, azoto e fosforo. All'inizio della primavera sarà bene che le portiate all'aperto, ovviamente se la situazione climatica lo permetterà, non dimenticate che sono piante che vogliono climi sufficientemente caldi. Nel caso cominciassero a perdere le foglie, significa che hanno troppo caldo, poca umidità e probabilmente soffrono la mancanza di luce. Posizionatele meglio, innaffiatele un po' di più e le vedrete rinascere.


Stelle di natale: Rinnovarle e riprodurle

Stella di Natale in vaso Per rinnovare al meglio le Stelle di Natale, innanzitutto serve una vigorosa potatura. Questa, infatti, è alla base della buona ricrescita della pianta. Le Stelle di Natale sono delle piante facilmente riproducibili tramite talee. Quando effettuerete la potatura, che dovrà essere fatta tagliando i fusti ad una altezza di circa 15 centimetri dal terriccio, terrete in disparte alcuni di essi. I rametti delle Poinsettie recuperati, li metterete a dimora in un terriccio piuttosto sabbioso e li gestirete come normali talee. Fatta la potatura, le Stelle di Natale, vanno lasciate riposare per almeno una settimana, interrompendo anche le innaffiature. Controllate solamente che le radici siano sempre umide. A questo punto le piantine devono essere messe a dimora in un ambiente leggermente più fresco. Dopo 30 o 40 giorni cominceranno a spuntare le prime gemme, e nel giro di un mese avranno rimesso tutte le foglie. Ricomincerà così il miracolo delle Stelle di Natale.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO