Tradescantia

Tradescantia

Appartenente alla famiglia delle Commelinaceae, il genere Tradescantia, comprende circa una sessantina di specie erbacee perenni con un portamento strisciante. Queste piante sono originarie delle zone tropicali dell’America centrale e meridionale e, in Italia, sono conosciute con il nome di “erba miseria”. La particolarità di queste piante è il loro portamento che può essere sia ricadente che prostrato. Esse sono costituite da un fusto ricoperto da una peluria leggera ed i fiori sono riuniti ad infiorescenze terminali. I fiori sono formati da tre petali a forma triangolare e sono di colore rosa o bianco. Non sono particolarmente appariscenti, durano poco e non sono nemmeno belli per essere utilizzati a scopi ornamentali. Tra le tante varietà esistenti ricordiamo alcune specie. La tradescantiazebrina è una pianta a portamento strisciante con foglie carnose caratterizzate da due strisce argentate sulla parte superiore e sono rosse nella parte inferiore. La Tradescantiasillamontana ha un portamento quasi eretto ed è caratterizzata da steli e rami carnosi e pelosi. La tradescantiafluminensis, originaria del Brasile e dell’Argentina, ha la particolarità di avere un portamento ricadente e disordinato perché gli steli cambiano direzione ad ogni nodo. Gli steli sono carnosi e le foglie sono di un verde intenso tendente al blu nella pagina superiore e al porpora nella pagina inferiore.
tradescantia sospesa

Malayas Espositore per fiori, in legno, scaffalatura per interni ed esterni, per 6 vasi, 96 x 95 x 25 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,99€


Coltivazione

fiori tradescantiaSono piante che non richiedono troppe cure o particolari attenzioni, sono semplicissime da coltivare. Le tradescantia amano crescere all’aria aperta, infatti si consiglia di garantire una buona aerazione nel luogo nel quale vengono poste ma fare attenzione a non esporle a correnti d’aria perché non sono molto gradite. Sono piante che necessitano di tanta luce ma non vanno esposte ai raggi diretti del sole. Le temperature ideali per queste piante non devono mai essere al di sotto dei 10°C durante il periodo invernale, per quanto riguarda le massime non ci sono problemi perché riescono a sopportare anche le alte temperature. Per quanto riguarda le irrigazioni, le tradescantia, vanno annaffiate abbondantemente dal periodo primaverile fino alla fine del periodo estivo. Sono piante che hanno bisogno di umidità, infatti il terreno non va mai lasciato completamente asciutto. Durante il periodo autunnale e quello invernale, le annaffiature, vanno diminuite. Se le temperature sono particolarmente elevate durante il giorno, si consiglia, di nebulizzare la pianta ed il fogliame. Per avere una pianta sempre con la chioma ordinata bisogna effettuare delle piccole potature, basta eliminare i rami che creano scompiglio e le parti della pianta danneggiate.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Verdemax 2634 70 x 100 cm pop-up Anthurium serra

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,37€


Moltiplicazione

La moltiplicazione di queste piante può avvenire in due modi: per talea radicata in terra o in acqua. Per quanto riguarda la moltiplicazione per talea di fusto radicata in terra, in primavera o in estate, si prelevano le talee lunghe circa una decina di centimetri. Le talee vanno prelevate attraverso un taglio obliquo subito sotto il nodo, vanno rimosse le foglie più basse e vanno immerse in una polvere rizogena per favorire la radicazione. Le talee vanno sistemate in un composto di terreno fertile e sabbia grossolana e, il contenitore nel quale sono poste, va messo in una zona ombreggiata con una temperatura di circa 21°C. Una volta comparsi i primi germogli significa che la talea ha radicato e quindi, quando la piantina si sarà irrobustita, potrà essere spostata in un vaso singolo. Per quanto riguarda la moltiplicazione per talea radicata in acqua bisogna prelevare una talea, pulirla e sistemarla in un contenitore pieno d’acqua. In circa due settimana la talea dovrebbe iniziare a radicare e, quando la piantina sarà cresciuta e avrà acquisito la forza di cui ha bisogno, può essere spostata in un vaso e tratta come una pianta adulta.


Malattie e parassiti

Le piante spesso vengono colpite da attacchi parassitari o si ammalano, le cause di questi incidenti di percorso sono varie. Precedentemente abbiamo specificato che queste piante hanno bisogno di tanta luce, ed è proprio questa una delle tante cause. Se la pianta non riceve la luce di cui ha bisogno le foglie si scoloriscono, perdono forza ed energie e diventano piccole, contorte e cadono. Un rimedio sarebbe quello di spostare la pianta in un luogo più luminoso. Due parassiti che possono colpire queste piante sono la cocciniglia ed i pidocchi. Le cocciniglia portano alla formazione di macchie sulla parte inferiore delle foglie, basta osservarle per capire la loro presenza. Un rimedio contro questo parassita sarebbe quello di eliminarle strofinando con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool. Nel caso in cui la situazione è più grave di quanto si pensi si consiglia l’utilizzo di un antiparassitario specifico. Per quanto concerne i pidocchi, notiamo la loro presenza per la formazione di piccoli insetti di colore chiaro sulla pianta. Un rimedio contro questi insetti è quello di utilizzare un antiparassitario adeguato alla situazione. Gli antiparassitari sono reperibili in un qualsiasi punto vendita che si occupa di giardinaggio.




COMMENTI SULL' ARTICOLO