Tronchetto della felicità

Tronchetto della felicità, informazioni generali

La Dracaena Fragrans, o più comunemente chiamata Tronchetto della felicità, è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Asparagaceae, originaria dell'Africa Subtropicale. La particolarità di questa pianta sta nel tronco, che in ambiente naturale può raggiungere altezze pari a 5-6 metri mentre in appartamento si ferma ad 1,5-2 metri. Le foglie variano il colore a seconda del tipo di Dracaena : la Fragrans ha foglie di colore verde scuro, la Massageana invece ha foglie verdi variegate con una striscia gialla al centro. Sono di facile coltivazione in appartamento, date le poche esigenze di cura. In natura riescono a regalare particolari fioriture che purtroppo difficilmente riescono a replicare in ambiente domestico, fatta eccezione per le piante che riescono a trovare un ambiente ottimale.
Dracaena fiore

Vivai Le Georgiche Dionea Muscipula (Carnivora)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,3€


Dracaena Fragrans, esposizione alla luce, temperature e innaffiature

Dracaena Fragrans La Dracaena Fragrans, o tronchetto della felicità, predilige postazioni molto illuminate, pur non amando il contatto diretto coi raggi solari. Sopporta molto bene le alte temperature, essendo una pianta originaria dell'Africa subtropicale, che possono arrivare fino a 25°C. Al contrario, non sopporta temperature che scendano al di sotto dei 15°C, tranne in rare occasioni o comunque per un periodo di tempo limitato. Non ama le correnti d'aria fredda. Le innaffiature devono essere regolari nei periodi estivi, mantenendo costantemente il substrato umido. Nei periodi invernali invece, va innaffiata circa una volta a settimana, lasciando asciugare il substrato tra un'innaffiatura e l'altra. Ama tassi di umidità abbastanza alti, per questo ove possibile è consigliata la nebulizzazione fogliare soprattutto nei periodi estivi.

  • Dracena marginata La dracena è una pianta che sviluppa una chioma caratteristica e molto decorativa, ma che non richiede moltissimo spazio per crescere e il suo sviluppo può essere facilmente contenuto: per queste ragi...
  • dracena in vaso In moltissimi articoli del nostro sito giardinaggio.org abbiamo parlato di come il mondo floreale si presti in maniera straordinariamente perfetta per un dono; in effetti è una coincidenza di più aspe...
  • Orchidea Phalaenopsis Le piante da appartamento fiorite sono un’alternativa preziosa per dare una nota di colore all’ambiente interno. Una o più piante fiorite, sistemate con creatività in un bel vaso o in un cesto e collo...
  • Pianta di dracena fragrans La dracena è perfetta da tenere in casa sia per il suo fogliame persistente, sia perché studi scientifici hanno dimostrato che purifica l’aria domestica da numerosi agenti inquinanti. Per la loro azio...

Gerbera floreale - Auto pieghevole ombrello rosso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,99€


Dracaena Fragrans, propagazione

Dracaena Fragrans Massangeana La propagazione del tronchetto della felicità avviene tramite talee. Dopo la fioritura, la pianta emette germogli, lateralmente lungo il tronco, che possono essere staccati non appena raggiungono una certa grandezza, messi a radicare in acqua e non appena radicati, piantati in vaso e trattati come piante adulte. Un altro metodo è quello di tagliare da un ramo un piccolo fusto lungo circa 10 cm, eliminare quasi tutte le foglie lasciandone solamente alcune in cima e piantare la talea in un vaso non troppo grande utilizzando un miscuglio di torba e sabbia. Si possono usare prodotti radicanti da applicare per favorire il processo, comunque non necessari. Una volta piantata, tenere la talea in zone luminose ma riparate da correnti d'aria, che abbiano una temperatura più o meno costante, tenendo il substrato sempre umido. Una volta radicata, ovvero quando la pianta inizia il ciclo vegetativo producendo nuove foglie, la si può trattare come adulta.


Dracaena Fragrans, tecniche di rinvaso, malattie e parassiti

Tronchetto della felicitàIl tronchetto della felicità si rinvasa solitamente ogni 2 anni, nel periodo primaverile. Utilizzare come terriccio una composta di torba, cercando di garantire alla pianta un ottimo drenaggio per evitare fastidiosi ristagni idrici non molto graditi. Le malattie più comuni sono causate da innaffiature irregolari, eccessiva o scarsa illuminazione. Se la pianta riceve troppa acqua, le foglie possono iniziare ad ingiallire, le punte possono seccare e il tronco stesso può marcire. Ecco perché bisogna evitare ristagni idrici, fermo restando che la pianta solitamente richiede 2 innaffiature settimanali nei periodi estivi e 1 settimanale nei periodi invernali. Anche un'eccessiva illuminazione può causare ingiallimento o bruciature sulle foglie. In questo caso scegliere un posto più idoneo. I parassiti più comuni sono le cocciniglie, che si presentano come macchie sulle foglie. Per eliminarle, si può utilizzare un batuffolo di cotone imbevuto in alcool o prodotti contro gli acari. Nebulizzare spesso le foglie o pulirle con un panno umido aiuta a prevenire tali problemi.



  • pianta padre pio La zamioculcas è una pianta d’appartamento estremamente interessante in virtù di alcune caratteristiche peculiari che
    visita : pianta padre pio

COMMENTI SULL' ARTICOLO