Zamioculcas zamiifolia

Informazioni generali sulla zamioculcas zamiifolia

Appartenente alla famiglia delle Araceae, la zamioculcas è una pianta succulenta originaria dell'Africa tropicale, più precisamente della Tanzania, divenuta popolare tra le piante da appartamento solo negli ultimi dieci anni. Deve il suo nome generico all'unione della parola "zamia" (pianta appartenente alla famiglia delle Cicadaceae) e della parola araba "kolkas"(una pianta succulenta, un tempo utilizzata nella cucina asiatica ed africana); invece, il nome specifico si riferisce alla forma delle sue foglie, simili a quelle della zamia. Queste hanno appunto forma lanceolata, di un verde meravigliosamente acceso e particolarmente lucide, tanto che si potrebbe pensare siano state trattate con prodotti appositi. I fiori si riuniscono in infiorescenze che ricordano quelle delle calle, hanno un colore tra il grigio ed il giallo. Per queste caratteristiche è considerata la gemma della Tanzania.
Zamioculcas zamiifolia in vaso

GAXmi LED Paesaggio faretti Fata Stelle Modello Giardino Parete Natale Matrimonio All'aperto Impermeabile Illuminazione proiettata Caldo Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,9€


Tecniche colturali ed esposizione della zamioculcas zamiifolia

Fiore di zamioculcas zamiifoliaLa zamioculcas zamiifolia è una pianta particolarmente facile da coltivare, per via della sua estrema adattabilità alle condizioni ambientali dei nostri appartamenti: risulta quindi adatta anche al più inesperto dei giardinieri. Questa pianta non tollera le basse temperature, che non dovrebbero mai scendere al di sotto dei 15°C; al contrario, sopporta molto bene le alte temperature, anche quelle che si attestino intorno ai 30°C. Per questo motivo, nelle regioni a clima temperato, durante la stagione primaverile ed estiva è possibile coltivare la zamioculcas zamiifolia all'aperto, ma con il sopraggiungere dei mesi mesi più freddi sarà necessario porre a riparo la pianta. Nonostante sia in grado di adattarsi perfettamente condizioni di illuminazione ridotta, questa pianta raggiunge il pieno sviluppo solo con una buona quantità di luce, purché non ne sia colpita direttamente.

    exotenherz.de - Pianta di Zamioculcas zamiifolia

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


    Tipologia del terreno e concimazione della zamioculcas zamiifolia

    Foglie di zamioculcas zamiifolia La facilità con cui è possibile coltivare la zamioculcas zamiifolia dipende anche dal fatto che non necessita di alcun tipo particolare di terreno. In ogni caso, un ottimo substrato si può ottenere mescolando tra loro torba, sabbia e terriccio: quello ottenuto è un terreno soffice, a pH uguale a 6 e con un grande potere drenante, che contrasti la formazione di ristagni idrici, che la pianta mal tollererebbe. Durante il periodo compreso tra l'inizio della primavera e la fine dell'estate, è consigliato utilizzare un fertilizzante liquido da diluire nell'acqua di innaffiatura, ricco di azoto, fosforo e potassio. Al contrario, durante i mesi più rigidi dell'anno, è assolutamente importante sospendere la concimazione, in quanto favorirebbe lo sviluppo di nuova vegetazione, che risulterebbe estremamente debole di fronte ai rigori dell'inverno.


    Zamioculcas zamiifolia: Metodo di annaffiatura e potatura della zamioculcas zamiifolia

    Riproduzione per talea della zamioculcas Come regola generale da seguire nell'innaffiatura della zamioculcas zamiifolia, è necessario tenere presente che la quantità d'acqua da fornire alla pianta è direttamente proporzionale alla quantità di raggi luminosi ricevuti, purché questi non siano diretti. In questo modo, se la zamioculcas zamiifolia è riposta in un ambiente particolarmente illuminato, sarà opportuno procedere all'irrigazione in maniera generosa, avendo cura di lasciare asciugare completamente il terriccio, tra un'innaffiatura e la successiva. Al contrario, se la zamioculcas zamiifolia si trova in condizioni di mezz'ombra, sarà necessario diminuire drasticamente l'entità delle irrigazioni, dal momento che sarà ridotta anche l'attività vegetativa della pianta. Non necessita di una vera e propria potatura, ma è consigliato intervenire nell'eliminazione delle foglie secche o marce, che altrimenti potrebbero veicolare diverse malattie.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO