Abete greco

Generalità

L’abete greco (Abies cephalonica) è una conifera sempreverde che arriva a 20-30 m di altezza con una chioma conica che si fa più irregolare nel tempo. Il tronco è colonnare, con un diametro di circa un metro al massimo, da cui si dipartono fin dalla base ramificazioni regolari, a palchi. La corteccia è dapprima liscia e grigia, sfumata di bruno o rosa, poi diventa ruvida, fessurata a placche, e del tutto grigia. I rametti sono bruni e striati in modo caratteristico, avvolgendo con una banda chiara la base degli aghi. Le gemme sono coniche o ovoidi, rossicce e coperte di resina. Le foglie lunghe 3 cm sono aghiformi piatte e pungenti, singole, con il margine acuto, color verde luminoso, con due bande stomatali biancastre sulla faccia inferiore. La fioritura avviene tra aprile e maggio con microsporofilli maschili che formano piccoli coni che da rossi diventano gialli a causa del polline quando maturano, e macrosporofilli femminili eretti. La maturazione in ottobre produce pigne erette e brune, lunghe da 15 a 20 cm, spesso con tasche resinose, contenenti semi alati che si disperdono al vento per disgregazione del cono.
abete greco

6 XL Piastre in legno di cedro per griglia – Confezione da 6 / 6 XL Cedar Grilling Planks - 6 Pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,99€


Clima e terreno

abete greco2L’abete greco è stato introdotto in Italia a scopo di rimboschimento e vive tra 700 e 1700 metri sul livello del mare. Originario di Grecia, Albania e Yugoslavia, il suo habitat è quello della montagna umida sopra agli 800 metri. Adattabile in quanto a tessitura e pH del substrato, può vivere si suoli acidi o neutri, ma anche molto alcalini. Preferisce un suolo umido senza eccessi, spesso sui versanti settentrionali, ed è del tutto rustico anche se viene molto danneggiato dalle gelate tardive e richiede quindi una scelta attenta della zona di impianto. Non tollera l’inquinamento atmosferico. Può crescere sia in piano sole che in ombra fitta, anche se in quest’ultimo caso lo farà con notevole lentezza.

Larice giapponese, Bonsai, 14 anni, 42cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 333,2€


Abete greco: Impianto e tecniche di coltivazione

L’Abete greco si propaga per seme in serra a febbraio o all’aperto in marzo, e la germinazione richiede anche 6-8 settimane. In alternativa si può seminare subito dopo la raccolta in autunno, all’aperto, per sottoporre la semente a una naturale stratificazione che incrementa la percentuale di germinazione di solito scarsa. Appena possibile i semenzali vanno ripicchettati, e fino a tutto il loro primo inverno vanno tenuti al riparo in serra fredda. L’impianto avverrà in primavera o a inizio estate. Non tollera facilmente il trapianto e in ogni caso l’attecchimento completo è lento. Per le sue caratteristiche l’Abete greco è ideale come esemplare isolato o a gruppi, le sue cultivar nane (“Nana” e “Meyer dwarf”) possono essere adatte a contenitori, rock garden, piccoli giardini o collezioni di conifere nane.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO