Come coltivare l'arancio

Albero di arancio: descrizione.

L'abero di arancio è denominato scientificamente Citrus sinensis; il suo frutto è un agrume, l'arancia, che pare discenda dall'incrocio tra un pompelmo ed un mandarino. L'albero ha origini asiatiche, ed è stato importato in Europa dai portoghesi nel XIV secolo attraverso la famosa via della seta. L'arancio è in grado di raggiungere i 12 metri di altezza anche se solitamente viene potato ad un'altezza minore per comodità. Possiede delle foglie sempreverdi, di forma allungata. I suoi fiori, chiamati zagare, sono di colore bianco e molto profumati. I frutti giungono a maturazione tra i mesi di novembre e maggio, secondo le diverse varietà. La pianta predilige per la propria crescita climi temperati e non teme la siccità; per questo motivo è prevalentemente coltivata nelle zone mediterranee.
Albero di arancio

Vivai Le Georgiche POMPELMO (CITRUS X PARADISI) [Vaso Ø30cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 72€


Le diverse varietà di arance

Varietà sanguinello L'arancia è uno degli agrumi più coltivati e diffusi in tutto il mondo. Esistono però diverse specie di questo frutto: vediamone le principali. Innanzitutto è bene apportare una prima distinzione tra arancio amaro e dolce. Il primo, definito Citrus aurantium, è più acido ed amarognolo ed ha una buccia molto più sottile. L'arancio dolce, il Citrus sinensis, è quello più comune maggiormente presente sulle nostre tavole. Alcuni tipi di arance possono presentare al loro interno un frutto gemello, più piccolo, che viene chiamato navel: è questo il caso della Washington navel, Thompson e Golden Buckeye. In base invece al colore della polpa ritroviamo l'arancia Tarocco, con le sue caratteristiche striature colore rosso sangue e la varietà Moro, con la polpa interamente rosso viola. Infine, il Sanguinello è sempre di colore rosso acceso, ma ha un sapore meno dolce a causa del basso contenuto di zucchero e l'elevato acido citrico.

  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Frutti di Asimina L’asimina appartiene alla famiglia delle Annonacee, al genere Asimina ed alla specie triloba. È una pianta originaria degli Stati Uniti, è diffusa in alcuni stati del nord e costituisce fitte boscag...
  • Frutti di Corbezzolo Il corbezzolo appartiene alla famiglia delle Ericacee, al genere Arbutus ed alla specie unedo. È un piccolo albero sempreverde a lenta crescita, alto mediamente 5-7 m, con una forte attitudine pollo...
  • Frutti di Giuggiolo Il giuggiolo appartiene alla famiglia delle Ramnacee, al genere Zizyphus ed alla specie jujuba. È un piccolo albero, alto mediamente 5 m, con un tronco contorto; ha una crescita lenta, stessa cosa p...

Flortis Energy Concime Liquido Agrumi 1200 g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


La coltivazione dell'arancio

Coltivatore di arance L'albero di arancio ben si adatta a climi temperati e condizioni di siccità. La coltivazione ideale si ha in luoghi posti al riparo dal vento e molto soleggiati. E' bene comunque innaffiare regolarmente l'albero soprattutto nel periodo che va da marzo ad inizio autunno. Durante la fase di maturazione del frutto è bene non far mancare mai l'acqua; inoltre bisogna aver cura di fornire il concime specifico per offrire alla pianta tutte le sostanze naturali che necessita. E' indispensabile sottoporre l'albero alla procedura di potatura, di cui distinguiamo due diversi metodi. Il primo è quello della potatura di allevamento, fondamentale nei primi anni; mentre il secondo è quello della potatura di produzione da effettuare almeno una volta all'anno durante la fase di riposo vegetativo.


Come coltivare l'arancio: Il frutto: l'arancio

Succo d'arancia Il frutto dell' arancio è un agrume di forma sferica; la sua buccia ha un colore tipicamente arancione. L'arancio, o arancia, è un frutto ipocalorico con interessanti proprietà. Esso è in grado di apportare al nostro organismo una fonte rilevante di vitamina C insieme ad altri elementi e minerali importanti per la nostra salute. Pertanto, assumere arance come frutta fresca regolarmente è un gesto che può donare importanti benefici al nostro corpo. Questi agrumi sono inoltre molto utilizzati per la preparazione di torte, di marmellate e gelatine. Il classico succo di arance oltre che ad offrirci una carica di energia può anche essere impiegato in cucina per sgrassare ed aromatizzare piatti di carne o pesce. Infine, il succo di questo frutto è un ottimo tonico per il viso, in grado di prevenire le rughe e rendere più distesa ed elastica la pelle.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO