Zolfo in agricoltura

Lo zolfo

Lo zolfo è un elemento minerale che viene utilizzato da sempre come fungicida, per contrastare l'attacco del mal bianco, dello oidio, del corineo, della ticchiolatura, della bolla, della monilia e delle fumaggini. Lo zolfo per poter essere utilizzabile e non essere pericoloso per l'uomo o per gli animali deve essere privo di selenio, quindi dovrebbe essere molto puro. Lo zolfo può essere utilizzato anche insieme al calcio, come polisolfuro di calcio, formando un insetticida contro le cocciniglie o come solfato di potassio o di calcio fungendo da fertilizzante, dal momento che lo zolfo è un elemento nutritivo secondario indispensabile per le piante. Lo zolfo può essere utilizzato anche per debellare moltissimi insetti ed acari, anche se risulta molto irritante per l'uomo e gli animali a contatto con la pelle o inalato.
Minerale di zolfo

NUTRIENTE-FUNGICIDA A BASE DI RAME E ZOLFO IN CONFEZIONE DA 1200 GRAMMI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,5€


Come si utilizza lo zolfo in agricoltura

Zolfo liquido Lo zolfo viene utilizzato in agricoltura in tre gruppi principali: pulverulente, bagnabile, liquido. Gli zolfi pulverulenti sono polveri secche. Gli zolfi bagnabili sono polveri, granuli o microgranuli che possono essere dispersi in acqua. Gli zolfi liquidi sono sospensioni concentrate. Lo zolfo è la sostanza principale per combattere le infestazioni da fungo ed è anche in grado di svolgere un'azione preventiva. È in grado anche di frenare l'azione di alcuni acari come il ragnetto rosso e gli eriofidi che infestano il pero e la vite. Infatti gli interventi con lo zolfo sono per la maggior parte delle volte utilizzati per proteggere le piante da frutto, con trattamenti che generalmente vengono effettuati a distanza di 30 giorni l'uno dall'altro e non prima di 20 giorni da un intervento con oli minerali.

  • Vagone pieno di zolfo Nove secoli prima di Cristo, Omero citava lo zolfo che in Grecia era usato come fungicida. Insieme al carbone e al nitrato di potassio era uno dei componenti della polvere da sparo inventata dai cines...
  • Peronospera Le piante anche se opportunamente coltivate, seguendo le corrette tecniche colturali e utilizzando tutti gli accorgimenti propri delle specie, potrebbero essere colpite da infestazioni fungine che se ...
  • Zolfo formulazione Lo zolfo è un antiparassitario di origine naturale che viene comunemente indicato con il simbolo chimico "S". Le proprietà dello zolfo sono notissime sin da tempi antichissimi e risalenti all'epoca de...
  • Zolfo polvere impurità Lo zolfo in polvere è un minerale essenziale: esso aiuta le piante a formare importanti enzimi e proteine vegetali. Bisogna utilizzarlo in piccole quantità, ma la carenza di zolfo può causare gravi da...

"KAPPA 28/8" CONCIME A BASSO TITOLO IN CLORO A BASE DI POTASSIO (28%) E MAGNESIO (8%) E ZOLFO (23%) IN CONFEZIONE DA 25 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,5€


Come agisce lo zolfo

Mal bianco L'azione dello zolfo non risulta tossica dal momento che non penetra all'interno dei tessuti della pianta o nel circuito linfatico. L'azione che viene svolta dallo zolfo è quella di sottrarre acqua alla cellula del fungo, causando la disidratazione e il conseguente blocco dei processi respiratori. Solitamente il potere fungicida dipende molto dalla temperatura e dall'umidità dell'aria, infatti la temperatura ottimale dovrebbe essere compresa tra i 10 e i 40 gradi. Lo zolfo è utilizzabile su ogni tipologia di pianta, ma solamente per quelle che sono all'aperto, dal momento che non è possibile spargerla al coperto. La somministrazione dello zolfo può essere eseguita con un soffietto per i formulati che siano in polvere, proteggendo il corpo e le vie respiratorie e in giornate prive di vento.


Zolfo in agricoltura: Tossicità dello zolfo

Fumaggine Lo zolfo in polvere è molto utile per un'azione massiccia in presenza di grandi infestazioni, lo zolfo bagnabile potrebbe essere indicato invece per un'azione preventiva perché ha una minor persistenza, mentre gli zolfi liquidi sono ideali per utilizzi da interno, anche se devono essere cosparsi necessariamente all'esterno per evitare problemi con l'ambiente domestico. L'utilizzo massiccio dello zolfo potrebbe provocare problemi ad alcuni insetti utili che ne sono particolarmente sensibili come i Fitoseidi, i Miridi e gli Antocoridi. Lo zolfo non deve essere somministrato alle alte temperature perché potrebbe risultare tossico per le piante, mentre nel terreno viene degradato molto velocemente. Infatti sarebbe opportuno eseguire i trattamenti nelle ore più fresche della giornata, soprattutto nel periodo estivo.


  • zolfo Rame e zolfo sono due minerali lungamente utilizzati in agricoltura come fungicidi ed insetticidi il loro utilizzo in ag
    visita : zolfo

COMMENTI SULL' ARTICOLO