Thuja

Thuja (Thyia): peculiarità e caratteristiche essenziali

La "Thuja" è un albero bellissimo e imponente che rende unici i nostri giardini, ha un fogliame particolarmente robusto e il suo legno ha un profumo aromatico. Ne esistono di diverse specie, "arbustive"e "sempreverdi" o "arboree", differenti nella fisionomia ma sempre molto belle. Può svilupparsi molto in altezza, arrivando a toccare i 60 metri di altezza. Le qualità che invece raggiungono un'altezza più ridotta e contenuta sono la "Thuja occidentalis" o la "Thuja orientalis" che hanno fini puramente ornamentali. I frutti legnosi che questa pianta produce non superano i 2 cm, sono a forma di pigna sferoidale, suddivisa in sezioni molto piatte, al cui centro vi è una sporgenza a punta di colore verde chiaro o blu scuro, tendente al nero. Ha una chioma dalla particolare forma a piramide, la corteccia è di color rosso-cannella, ha un fogliame verde scuro intenso e fitto, di piccole dimensioni.
Esemplari di Thuja (Thyia)

Vivai Le Georgiche THUJA OCCIDENTALIS SMARAGD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,2€


La "Thuja": altre caratteristiche, come e dove si coltiva, innaffiatura, potatura

Thuja Occidentalis La "thuja" predilige i luoghi ben soleggiati anche se sopporta tranquillamente i posti ombreggiati in ogni caso, se si desidera che la pianta si sviluppi bene, è necessario esporla ad almeno quattro ore di sole al dì. Non teme le temperature più fredde e rigide ma non sopporta assolutamente i luoghi sul mare per via dell'aria salmastra. La pianta ha necessità di terreno acido e di concimazione con "sostanze organiche". Va potata regolarmente e mai in modo drastico. Deve essere innaffiata con una certa regolarità quando è ancora giovane, da adulta invece sopporta i lunghi periodi di arsura e siccità per cui, le pioggie le sono sufficienti. La "thuja" non riesce a sostenere i ristagni d'acqua, per evitare questo problema è necessario mischiare "sabbia" o "pomice" al terreno prima di piantarla. Sono ottimi per lei anche i terreni argillosi.

  • Thuja occidentalis Rheingold La specie cosiddetta Thuja occidentalis, appartiene alla famiglia delle Cupressaceae ed è originaria del continente americano settentrionale. Conifere adatte ai climi impervi di montagna ed ai terreni...
  • liquidambar styraciflua I Liquidambar sono alberi estremamente interessanti appartenenti alla famiglia delle Altingiaceae o Amamelidaceae a seconda della classificazione adottata, il cui nome significa “ambra liquida” dato ...
  • pioppo tremulo Il Pioppo tremolo (Populus tremula) è un albero appartenente alla famiglia delle Salicaceae che arriva a 25 m di altezza al massimo, con la ramificazione ascendente che genera una chioma rada e globos...
  • potare3-1 Per ottenere una maggiore resa estetica e produttiva, si ricorre spesso a delle tecniche colturali che prevedono l’asportazione di alcune parti della pianta. L’asportazione delle parti vegetali, come ...

1 PIANTA DI CONIFERA THUJA OCCIDENTALIS GOLDEN SMARAGD VASO 24CM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,99€


Thuja Occidentalis: la specie più diffusa nelle nostre zone

Thuja Occidentalis, la specie più diffusa nei nostri giardini La "Thuja" è certamente uno degli alberi più presenti nei nostri giardini. Ne esistono di 5 specie e la più diffusa nelle nostre zone è certamente la "Thuja occidentalis" o "tuia americana" (o cedro bianco). Può arrivare a 20 metri di altezza e assumere una forma conica. Le foglie molto robuste sono "squamiformi", lucidissime e molto piccole, e possiedono un colore giallo-verdastro. Il colore della corteccia è marrone-aranciato. Hanno un profumo molto balsamico. I fiori "maschili" sono rossastri, quelli "femminili" marroni-giallastri. I frutti sono a forma conica allungata, dal colore grigio-verdastro che diventa marrone in fase di maturazione. Proviene dall'America settentrionale, dove vi sono terreni molto calcarei ed è stata una delle prime piante a essere stata esportata da questo Paese. Se la "Thuja" ha la possibilità di crescere, rispettando le sue reali esigenze, si scopre un albero molto tenace e duraturo.


La Thuja: come riuscire a contrastare le malattie e i parassiti

Thuja Plicata (Thyia) La "Thuja" viene solitamente attaccata da acari e afidi, e teme il colpo di "fuoco batterico". E' difficile curarla vista la struttura delle foglie che non permette di intervenire in maniera adeguata. Quindi, vige il motto, "meglio prevenire che curare", per cui è necessario far prevenzione durante la stagione più fredda, in modo da mantenerla sempre in buona salute. Nel caso in cui, la pianta si ammali, è possibile curarla, somministrandole "fitofarmaci sistematici". In caso di terreno poco drenante, è consigliabile diluire nell’acqua granuli di "fosetil alluminio", in modo da evitare patologie che potrebbero essere letali per la pianta. Può essere colpita dal fungo "Didymascella thujina", quando la pianta è ancora giovane. Questa possibilità si contrasta, coltivando le piantine di Thuja in "vivai" separati. Sia le coccinelle che il "ragno" delle "conifere" possono rappresentare un reale pericolo per questo albero.




COMMENTI SULL' ARTICOLO