Albero di canfora

Albero di canfora: caratteristiche generali

L’albero di canfora è un sempreverde che non possiede delle dimensioni specifiche, esse variano tra i 20 e i circa 35 metri d’altezza. È anche chiamato Cinnamomum camphora ed è originario delle regioni dell’Asia meridionale. La sua struttura è composta di un dritto fusto e una corteccia marrone-grigia solcata, ruvida e dalla quale partono delle ramificazioni. Il fogliame è ovale, appuntito e di colore verde scuro; i giovani esemplari di foglie che si stanno formando hanno un colore rosso vivace con venature di colore verde. Durante la stagione primaverile si possono notare delle bianche infiorescenze a forma di spiga, sono poco appariscenti. A esse fanno seguito dei piccoli frutti a forma di bacche rosse, le quali, quando arrivano a maturazione assumono una colorazione tipicamente nera. In passato dall’albero di canfora veniva estratto un olio impiegato nel campo dell’erboristeria e per allontanare insetti fastidiosi. Esso risulta essere molto dannoso per l’uomo, e se i frutti vengono ingeriti dagli animali possono portare alla sterilità.
Esemplare di albero di canfora

200 semi / bag giganti Pepe rovente spezie piccanti Peperoncino piante Semi Piante giardino di casa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Albero di canfora: coltivazione

Dettaglio infiorescenze albero di canfora La coltivazione dell’albero di canfore può avvenire sia in piena terra e sia in vaso, come bonsai. Questo esemplare deve essere messo a dimora in un luogo semiombreggiato o in pieno sole; non occorre preoccuparsi dei climi freddi perché sono in grado di sopportare le basse temperature, tuttavia, bisogna fare molta attenzione alle gelate che si verificano durante la stagione primaverile in quanto possono rovinare i nuovi germogli. Non hanno bisogno di cure colturali specifiche come le potature o fertilizzazioni, le annaffiature devono essere regolari solo per i giovani esemplari ancora in fase di sviluppo, mentre gli alberi di una certa età sono in grado di sopportare anche lunghi periodi di siccità. Visto il suo sviluppo, solitamente è messo a dimora in parchi pubblici o in ampi spazi. Per quanto riguarda il terreno, l’albero di canfora predilige terreni leggermente acidi, sciolti, freschi e ben drenati. È conveniente miscelare alla terra del concime organico maturo, della sabbia o pomice, in modo tale da essere ben drenato ed evitare uno tra i più temuti problemi: i ristagni idrici che possono portare la pianta alla morte.

  • Pianta di Albicocco con frutti L'albicocco è una pianta originaria della Cina nord-orientale al confine con la Russia; la sua presenza data più di 4000 anni di storia. Da lì si estese lentamente verso ovest attraverso l'Asia centra...
  • Frutto di Bergamotto Il bergamotto appartiene alla famiglia delle Rutacee, al genere Citrus ed alla specie bergamia.È un piccolo albero, alto 3-4 m, con un tronco dritto a sezione rotonda e ben ramificato ed una cortecc...
  • Il Frutto della actinidia chinensis L’actinidia appartiene alla famiglia delle Actinidiacee ed all’omonimo genere; le specie più importanti sono Actinidia chinensis, quella maggiormente coltivata, e Actinidia arguta, avente frutti picco...
  • Piantina di Fragola con frutti La fragola appartiene alla famiglia delle Rosacee ed al genere Fragaria, il quale comprende diverse specie: la fragolina di bosco (Fragaria vesca), Fragaria virdis, adatta in terreni calcarei, Fragari...

Albero luminoso LED illuminazione esterno e interno LEDWB240 Salice piangente, Luci LED con 240 foglie altezza 1,80cm colore bianco caldo decorazione illuminata a LED per uso Giardino, Terrazza, Balcone o Casa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,95€


Albero di canfora: moltiplicazione

Dettaglio frutti albero di canfora La moltiplicazione dell’albero di canfora avviene per seme o talea semi-legnosa. I semi possono essere presi direttamente dalla pianta nel momento in cui i frutti raggiungono a maturazione assumendo una colorazione tipicamente nera. Si elimina la polpa che li circonda e si seminano ponendoli in un terriccio ben drenato e con una leggera umidità in modo tale da agevolarne la germogliazione. La talea si pratica durante la fine della stagione primaverile e l’inizio di quella estiva. Si recide un giovane ramo, si mette in un vaso contenente terra da giardino mista a sabbia o pietra pomice, si annaffia facendo attenzione ai ristagni idrici, e solo dopo che produce un apparato radicale autonomo, può essere messo a dimora in piena terra. Anche in questo caso, bisogna annaffiare la pianta regolarmente ma facendo attenzione a non far marcire le radici.


Albero di canfora: olio di canfora

Talvolta l’albero di canfora è coltivato per poterne sfruttare alcune sue parti, come la corteccia impiegata per l’estrazione di un olio utilizzato in innumerevoli campi, da quello della cosmesi a quello erboristico. Diluendo stesse quantità di olio di canfora e olio di mandorle dolci è possibile massaggiare zone contuse del corpo. Oltre a questo può essere impiegato per massaggi che sciolgono la tensione muscolare; se invece si miscela al burro di karité, si ottiene un unguento che aiuta nella respirazione, quando si hanno problemi ai bronchi o tossi grasse. Alternativamente a tutto ciò si può disciogliere qualche goccia di olio di canfora nella vasca da bagno piena d’acqua, un modo per rilassarsi ma anche per alleviare dolori reumatici e stimolare la circolazione sanguigna.



  • canfora albero L’albero della canfora appartiene alla famiglia delle lauraceae. Il suo nome botanico è "cinnamomum camphora" e dal suo
    visita : canfora albero
  • albero canfora Pur essendo originario dell'Asia subtropicale e tropicale, l'albero della Canfora ha una vasta diffusione nelle aree con
    visita : albero canfora
  • albero di canfora L’albero della canfora è originario dell'Asia e da adulto può raggiungere un’altezza media compresa fra i venti e i tren
    visita : albero di canfora

COMMENTI SULL' ARTICOLO