Albizia

Caratteristiche generali dell'albizia

L'albizia è un albero non molto alto, caratterizzato da un fusto sottile che si allarga in una chioma, densa e folta, a forma semisferica. Le radici sono molto sviluppate e possono occupare un volume fino a 3 volte quello della chioma. Le foglie sono grandi, pennate o bipennate, con piccole foglioline di forma ovale più o meno allungata e hanno un colore verde intenso o marrone bronzeo. Nella stagione autunnale le foglie cadono e tornano a spuntare all'inizio della primavera. In tarda primavera o all'inizio dell'estate, l'albizia produce una ricca fioritura. I fiori, che assomigliano a quelli della mimosa, sono piccoli, hanno una corona corta e gli stami molto lunghi e sono raggruppati in piccoli mazzi a formare soffici palle dai colori variegati, a seconda della specie, nelle tonalità del bianco, del giallo o del rosa-violaceo. I semi sono contenuti in lunghi e sottili baccelli e sono molto fertili; in Hawaii alcune specie di albizia sono considerate invasive, perché si riproducono con estrema facilità, crescono rapidamente e con il loro apparato radicale molto sviluppato possono danneggiare linee elettriche, case e altre infrastrutture.
Albero di <em>albizia</em> in fiore.

Albizia Julibrissina Pianta Astoni in vaso di Albizia Julibrissina - Astone in vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come coltivare l'albizia

L'albero di albizia lebbeck. L'albizia è un albero originario della zona tropicale e ama i climi più caldi. Si posiziona in zone luminose, preferisce un terreno acido, umido ma ben drenato. Nel giardino, è bene metterlo in pieno sole o in una zona con ombra parziale, se vi sono lunghi periodi di siccità. L'albizia è una pianta resistente che si adatta anche a condizioni poco favorevoli: brevi periodi di aridità in estate e gelo in inverno; soprattutto nei primi tre anni di vita e nel periodo della fioritura estiva, è bene annaffiarlo una volta alla settimana e, durante l'inverno, proteggerlo dalle lunghe gelate. L'albizia viene piantata in primavera, direttamente dal seme. Prima di essere utilizzato, il seme va tenuto in acqua tiepida per 24 ore. Le giovani piante di albizia il primo anno di vita vanno tenute in un ambiente protetto e messe a dimora solo l'anno successivo, nella tarda primavera o all'inizio dell'estate. L'albizia ha una crescita estremamente rapida: circa 1 metro e mezzo a stagione. Dopo i primi 3 anni di vita, alla fine dell'inverno o all'inizio della primavera, si possono fare interventi di potatura per contenere la crescita della chioma e per eliminare le parti secche e morte della pianta.

    Albizia Jullibrissin Seeds

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,07€


    Malattie e parassiti

    Foglie dell'albero di albizia. L'albizia è una pianta resistente alle malattie e ai parassiti. Tuttavia esistono due grossi pericoli per la pianta. Il primo è dovuto al Fusarium oxysporum, un fungo parassita, che colpisce l'apparato vascolare della pianta. L'albizia inizia a perdere le foglie, interrompe la fioritura, i rami si seccano e l'albero trasuda dalle crepe del tronco. Questa malattia è molto rara, ma è quasi sempre fatale per la pianta. L'azione da intraprendere contro la proliferazione del parassita è di carattere preventivo, mantenendo il terreno in equilibrio con concimi e fertilizzanti adatti. Il secondo pericolo è causato da un insetto, la psilla (Acizzia jamatonica), che attacca soprattutto le foglie e si nutre della linfa. Le foglie ingialliscono precocemente, producono una sostanza appiccicosa (melata) e presentano sulla pagina inferiore gli insetti adulti. Bisogna intervenire sulle uova e le larve di psilla che sono ricoperte da una sostanza cerosa, che le mantiene attaccate alle foglie, utilizzando sapone potassico, sostanza dilavante che agisce sulle pareti cellulari delle larve causandone la morte. Dopo questo trattamento si utilizzeranno insetticidi specifici per eliminare gli insetti adulti.


    Albizia: Le varietà di albizia più diffuse

    Fiore di albizia julibrissin. L'Albizia julibrissin, conosciuta anche come Acacia di Costantinopoli, Gaggia arborea o Albero della seta, è la specie più diffusa. È un albero di 5-12 metri di altezza con foglie bipennate, lunghe dai 20 ai 45 cm e larghe dai 12 ai 25 cm, di colore verde chiaro. La corteccia è di colore grigio chiaro con sfumature verdastre. I fiori vengono prodotti durante tutta la stagione estiva, sono di colore bianco e rosa. In Italia è particolarmente apprezzata per le sue caratteristiche ornamentali e in molte città è utilizzata per l'arredo urbano di strade e parchi. L'albizia lebbeck è un albero che può raggiungere un'altezza di 18-30 metri. Le foglie sono bipennate, lunghe dai 7 ai 15 cm. I fiori sono bianchi e molto profumati. In India e in Pakistan, l'albizia lebbeck è utilizzato per la produzione di legname L'albizia lophanta è un piccolo albero ornamentale, alto circa 8 metri, a crescita rapida, adatto soprattutto alle zone costiere. Le foglie sono bipennate e lunghe 20 cm. I fiori di colore giallo compaiono ai primi di giugno e la fioritura continua fino a settembre.


    • albizia Il genere albizia è costituito da piccoli alberi, diffusi in Asia, Europa, Australia e nord America; in Italia l’unica
      visita : albizia

    COMMENTI SULL' ARTICOLO