Eucaliptus

Eucaliptus descrizione generale

Eucaliptus o eucalipto è il nome comune del genere Eucalyptus, appartenente alla famiglia delle Myrtaceae, a questo genere appartengono oltre cinquecento specie. Gli eucaliptus, originari dell'Oceania, sono stati introdotti nel bacino del Mediterraneo nella metà del XIX secolo. Sono alberi o arbusti sempreverdi, alti dai dieci ai sessanta metri, a seconda della specie. Le foglie da giovani sono ovali di un colore verde azzurrognolo, poi tendono a diventare lanceolate, il colore passa a un verde bluastro, sono molto aromatiche.Si coltivano, a scopo ornamentale o produttivo, nelle zone temperate del pianeta, si sono diffusi solo in queste zone perché la maggior parte delle specie non sopporta le basse temperature.Dalle foglie si ricava l'eucaliptolo, utilizzato in erboristeria e nell'industria farmaceutica.
Un maestoso esemplare di Eucalyptus camaldulensis

Prosimex company limited-Panca M291859 in legno di eucaliptus jardin

Prezzo: in offerta su Amazon a: 77,25€


Eucaliptus principali specie coltivate in Italia

Eucalyptus camaldulensis particolare del fiore Alcune specie di eucaliptus sono presenti in Italia, ne ricordiamo alcune tra le più importanti.La specie più diffusa da noi è Eucalyptus camaldulensis, un albero alto dai trenta ai sessanta metri, ha una corteccia liscia e bianca che, a maturità, si stacca in lunghe strisce. Fiorisce da giugno a settembre. Eucalyptus cinerea, viene coltivato a scopo ornamentale, le sue fronde recise sono utilizzate nelle composizioni floreali.Eucalyptus globulus, originario della Tasmania, è un albero maestoso che può raggiungere i trenta metri di altezza, è diffuso dalla Liguria fino alla Sicilia. Le foglie sono molto aromatiche, da loro si estrae l'olio essenziale. La corteccia é grigio verde e liscia, si stacca lasciando vedere lo strato bianco crema sottostante.L'eucalipto che sopporta meglio le basse temperature è Eucalyptus gunnii, resiste fino a -14°C, le sue fronde giovanili vengono utilizzate nelle composizioni floreali.

    SAFLAX - Set per la coltivazione - Storace americano - 100 semi - Liquidamber styraciflua

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,75€


    Coltivazione dell'eucaliptus

    Fronde giovanili di Eucalyptus cinerea Gli eucaliptus amano le posizioni soleggiate e riparate dal vento, il terreno dovrebbe essere ben drenato, senza ristagni d'acqua, soffice e fresco, comunque crescono anche in terreni sassosi e poveri di nutrienti. Sopportano periodi di siccità, ma nel caso di piante giovani, messe a dimora da poco, durante l'estate, vanno annaffiate almeno un paio di volte al mese.Si riproducono per seme in primavera, le pianticelle vengono messe a dimora in autunno, quando hanno raggiunto l'età di almeno sei mesi. Se alla messa a dimora non segue un periodo piovoso vanno annaffiate.Per dare alla pianta la forma desiderata dobbiamo potarla, se vogliamo averne una a portamento arboreo scegliamo un germoglio, che diventerà il fusto principale, e tagliamo alla base tutti gli altri, durante i primi anni sarà necessario legarla ad un tutore. Se vogliamo un portamento arbustivo tutti i germogli andranno potati a quindici venti centimetri dalla base.


    Usi dell'eucaliptus

    Fronde di Eucalyptus globulus Gli eucaliptus sono utilizzati per creare barriere frangivento, hanno la capacità di assorbire molta acqua dal terreno cedendola all'atmosfera con la traspirazione. In Italia sono stati molto utilizzati per questo motivo durante la bonifica dell'Agro Pontino negli anni trenta del secolo scorso, drenavano l'acqua e proteggevano dalle trombe d'aria, frequenti in quelle zone.La velocità di crescita viene sfruttata per la produzione di legname, inoltre la fibra del legno, particolarmente corta, è utilizzata nella produzione di carta di alta qualità.Sopportano molto bene anche potature molto severe, per questo e per la bellezza delle loro foglie, le fronde giovanili vengono utilizzate in floricoltura.Dalle foglie di alcune specie si estrae l'olio essenziale, che viene utilizzato in erboristeria, dalle industrie farmaceutiche e da quelle che producono cosmetici e detergenti.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO